Privacy, Federfarma mette in guardia sulle possibili ispezioni

08/04/2019 09:10:33
Il Garante per la privacy ha approvato il piano della futura attività ispettiva curata dall´Ufficio del Garante stesso, anche per mezzo della Guardia di finanza, limitatamente al periodo gennaio-giugno 2019. Lo rende noto una circolare Federfarma che sottolinea come il piano approvato preveda che le ispezioni possano riguardare:
•         l’attività di profilazione degli interessati che aderiscono a carte di fidelizzazione (fidelity card);
•         i presupposti di liceità del trattamento;
•         la corretta acquisizione del consenso (qualora sia dovuto);
•         l’informativa
•         la durata della conservazione dei dati.

Federfarma ricorda anche che il 15 maggio prossimo cessa l’effetto della norma che invitava il Garante a tener conto nella sua attività, anche sanzionatoria, del periodo di prima applicazione del nuovo codice privacy. Tale norma aveva di fatto sospeso l’applicazione di sanzioni pecuniarie particolarmente gravose, in tale periodo nel quale i soggetti si sono ritrovati ad applicare una nuova normativa che ha richiesto dei chiarimenti applicativi sia da parte del Garante che delle istituzioni europee.

Al fine di assicurare la detenzione di un aggiornato registro dei trattamenti e controllare il grado di compliant della farmacia alla normativa sulla privacy Federfarma consiglia quindi - a scadenze prestabilite decise dalla farmacia e comunque qualora lo richiedano le circostanze del caso  - di accedere nuovamente a FarmaPrivacy, per controllare se i dati imputati dalla farmacia all’interno della piattaforma siano aggiornati e rispondere nuovamente  al questionario al fine di verificare lo stato di attuazione delle raccomandazioni ricevute.
Qualora la farmacia abbia posto in essere le “raccomandazioni” ricevute da Farmaprivacy al primo utilizzo è necessario che risponda nuovamente alle domande, in modo tale che il registro dei trattamenti contenga le misure adottate dalla farmacia in attuazione delle raccomandazioni ricevute.

Federfarma, infine, consiglia di accedere nuovamente a Farmaprivacy perché i recenti aggiornamenti del software possono produrre nuove raccomandazioni prima non esistenti. Promofarma, che offre la consueta assistenza telefonica e via e-mail   per l’utilizzo della piattaforma (mail@promofarma.it -  tel. 06/7726841), ha messo anche a disposizione su Federfarma Channel due videotutorial per la compilazione di FarmaPrivacy, l’applicativo prodotto da Promofarma per permettere alle farmacie di adempiere correttamente agli obblighi imposti dal Gdpr. I tutorial, a cura dell’avvocato Giulia Fatano, sono pensati sia per gli utenti che usano FarmaPrivacy per la prima volta, sia per coloro che hanno già iniziato a utilizzarlo per verificare di aver eseguito correttamente tutti i passaggi. 

Questi i tutorial:

Notizie correlate

27/11/2019

Privacy, in corso le attività ispettive del garante. Con FarmaPrivacy al riparo da ogni contestazione

In queste settimane sono in corso le attività ispettive del Garante per la privacy. I controlli fanno parte del programma di verifiche relativo al secondo semestre 2019...
30/08/2019

Dal Garante privacy aggiornamenti sulla notifica delle violazioni. Farmacie coinvolte

Il Garante privacy ha divulgato il provvedimento sulla notifica delle violazioni dei dati personali con il quale ha approvato un modulo per effettuare la notifica...
04/04/2019

FarmaPrivacy, pubblicato il videotutorial su Federfarma Channel

Sul sito di Federfarma Channel è stato pubblicato un videotutorial per la compilazione di FarmaPrivacy, l’applicativo prodotto da Promofarma per permettere alla farmacie di adempiere correttamente agli obblighi imposti dal Gdpr...
01/04/2019

Privacy e dati consumatori, un convegno fa il punto su trasparenza e sicurezza. Federfarma tra i protagonisti

“Il consumatore sarà sempre più coinvolto nella produzione e gestione dei dati. Diventa quindi indispensabile la trasparenza, cioè l’esigenza del consumatore di sapere da chi e come verranno utilizzati i suoi dati. Altrettanto indispensabile la sicurezza del trattamento dei dati e il rispetto della sua privacy”. Sono questi gli imperativi venuti fuori dal convegno...
20/03/2019

Consenso informato, il Garante privacy fa chiarezza sulle nuove norme. Anche i farmacisti coinvolti

“Diversamente dal passato il professionista sanitario, soggetto al segreto professionale, non deve più richiedere il consenso del paziente per i trattamenti necessari alla...


Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni