Persone con gruppo sanguigno 0 protette da malaria grave

24/04/2019 15:05:33
Le persone che hanno il gruppo sanguigno 0 sono più protette delle dalle forme più gravi di malaria. Lo afferma uno studio che a passato in rassegna le ricerche sul tema pubblicato da Blood Reviews, secondo cui questo effetto può avere grandi implicazioni per le terapie.

Dei 23 studi analizzati, scrivono gli autori del Robert Stempel College of Public Health in Florida, 15 hanno mostrato che le persone con gruppo sanguigno 'non 0' hanno un rischio maggiore di contrarre una forma grave di malaria rispetto a quelli con gruppo 0.

L'effetto, spiega uno degli studi, è dovuto alla maggiore capacità del sangue di gruppo 0 di evitare il fenomeno del 'rosetting', cioè della formazione di agglomerati di cellule sane intorno a quelle malate che le proteggono dal sistema immunitario.

«Questo ha una serie di implicazioni cliniche e per la ricerca, utili per il controllo della malattia - spiegano gli autori -. La trasfusione di sangue gruppo 0 a pazienti infetti che dovessero avere bisogno di sangue può essere preferibile per ridurre la progressione. Inoltre lo studio raccomanda la produzione di farmaci antimalarici che possano impedire la formazione delle 'rosette' per trattare i casi gravi». (ANSA)

Ultime notizie

05/08/2019

Distribuzione diretta, Gemmato: troppi disagi soprattutto al Sud. Riportare i farmaci in farmacia

“La distribuzione diretta sta creando notevoli disagi, soprattutto ai cittadini che vivono al Sud, nelle zone montane e nelle aree più periferiche”. A ricordarlo è Marcello Gemmato, farmacista e deputato di FdI, che ha recentemente presentato un’interrogazione parlamentare sul tema in risposta all’audizione del ministro Giulia Grillo sull'attività del ministero a un anno dall'insediamento...
05/08/2019

Tg Federfarma Channel – Edizione del 3 agosto

In questo numero: Distribuzione diretta, Gemmato: “Troppi disagi soprattutto al Sud. Riportare i farmaci in farmacia”; Nuova remunerazione, Federfarma fa il punto dopo la prima riunione del Tavolo; Negoziazione prezzo farmaci, un decreto ministeriale cambia le procedure; Aifa, nomina pro tempore di Bonaccini alla presidenza. Resta aperta la questione del Cda 
05/08/2019

Nuova remunerazione, Federfarma fa il punto dopo la prima riunione del Tavolo

Si è tenuta lo scorso 31 luglio la prima riunione del Tavolo per “la definizione di un nuovo modello di remunerazione della filiera distributiva del farmaco”. Alla riunione hanno partecipato, oltre a Federfarma, esponenti della filiera del farmaco (produzione e distribuzione), nonché del Ministero della salute, del Ministero dell’economia, delle Regioni, dell’AIFA e della SISAC...
05/08/2019

Negoziazione prezzo farmaci, un decreto ministeriale cambia le procedure

Un decreto del ministero della Salute, di concerto con il Mef e approvato dalla Conferenza Stato-Regioni di ieri, cambia le procedure per la negoziazione del prezzo dei farmaci. Il testo, necessario per aggiornare il sistema all’evoluzione della politica del farmaco e alle necessità di trasparenza, definisce i criteri e le modalità con cui...
05/08/2019

Aifa, nomina pro tempore di Bonaccini alla presidenza. Resta aperta la questione del Cda

Nonostante la nomina di Stefano Bonaccini alla presidenza, pro tempore, dell'Agenzia italiana del farmaco, resta la questione irrisolta del Cda. Il Consiglio di amministrazione...


Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni