Autonomie regionali, fumata nera nell’ultimo Cdm. Grillo: “Farmaceutica limite invalicabile”

27/06/2019 09:08:10
Non trova la quadra sulle autonomie regionali il Consiglio dei ministri di martedì, che ha visto Lega e Movimento 5Stelle distanti su molti punti. "Abbiamo già completato il nostro lavoro sulle autonomie – ha spiegato il ministro della Salute, Giulia Grillo, a margine di una conferenza stampa sulla psichiatria - abbiamo segnalato i limiti per noi invalicabili che sono la farmaceutica, la contrattazione collettiva e le scuole di specializzazione medica, che tra l'altro coinvolgono anche il Miur, mi piacerebbe che qualcuno andasse a chiedere al ministro Bussetti a che punto sono".
"Ci sono problemi costituzionali molto rilevanti - rileva il ministro - per quanto riguarda la decentralizzazione del sistema dell'istruzione; noi siamo quelli che avendo già un terreno spianato, perché l'autonomia regionale in sanità è molto avanzata, ci siamo mossi su un campo ben conosciuto".
In generale, i temi critici secondo fonti M5s, sono la scuola, i trasferimenti fiscali dallo Stato alle Regioni e i trasporti. Ma non ci si trova d’accordo nemmeno sul metodo, perché i Cinque stelle vogliono un passaggio «pesante» in Parlamento, con la possibilità per le Commissioni di dare pareri e di emendare il testo. La Lega è per una soluzione più snella, perché con emendamenti pesanti si dovrebbe ripartire da zero.
Nodi che si cercheranno di sciogliere mercoledì prossimo, 3 luglio.
 

Notizie correlate

18/11/2019

Autonomia regionale, Speranza: “Problematico ampliarla nel settore della farmaceutica”

"Sono propenso a considerare molto problematiche eventuali ulteriori richieste di ampliamento della sfera di autonomia regionale, ad esempio, nel settore della...
12/09/2019

Autonomie, il Ministro del Sud bacchetta Lombardia e Veneto: “Un progetto che spaccava il Paese”

"Sull'autonomia il punto è politico: io credo che il progetto e le richieste di Veneto e Lombardia spaccavano il Paese. Adesso noi abbiamo il dovere, perché è scritto nel programma di governo, di realizzare un'autonomia giusta, e un'autonomia giusta è è quella in cui si salvaguarda, a differenza della richiesta del Veneto, la coesione nazionale...
05/07/2019

Autonomie regionali, il ministro Grillo rassicura: “Non determinano disuguaglianze in Sanità”

"Non è il processo di autonomia differenziata richiesto da alcune regioni che determina la diseguaglianza della sanità che abbiamo in tutto il Paese". A ribadirlo, tornando sul tema, è il ministro della Salute, Giulia Grillo, a margine dell'Assemblea pubblica di Farmindustria. "L'autonomia differenziata - ha precisato il ministro - non è a discapito di chi è indietro ma va a vantaggio di chi....
30/05/2019

Autonomie differenziate, dopo le elezioni Regioni del nord compatte chiedono di accelerare

"Una autonomia più forte, con più materie, per il nostro Piemonte", è una delle prime richieste di Alberto Cirio, neo governatore della Regione Piemonte all’indomani dei risultati elettorali e che ha visto tornare l’attenzione sul tema delle autonomie regionali. "Immediatamente dopo avere messo mano alla giunta, ci siederemo al tavolo romano - dice in una intervista all'Ansa - per rivendicare una autonomia più forte...
10/05/2019

Autonomie regionali, Grillo: trovare punto di mediazione. No a disparità

"Noi vogliamo l'autonomia differenziata, ma la questione è come farla: bisogna trovare il punto di mediazione, a Costituzione vigente". Lo ha affermato il ministro della Salute Giulia Grillo. Per la Sanità, ha sottolineato Grillo, "il punto di mediazione e' stato individuato: ad esempio, non si può dare alle Regioni...


Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni