Patto della Salute, ecco le proposte di Federfarma al Ministero

10/07/2019 08:41:19
“Nuova remunerazione, nuova convenzione e definizione del ruolo della farmacia nella gestione del paziente cronico, in sinergia con gli altri operatori sanitari del territorio, a partire dai medici di medicina generale, sono elementi essenziali affinché la farmacia possa contribuire alla sostenibilità del sistema e al miglioramento del livello di assistenza garantito ai cittadini”. Lo scrive, in una nota, Federfarma che ieri ha preso parte alla maratona organizzata dal ministero della Salute per raccogliere idee, stimoli e buone pratiche, per migliorare la sanità pubblica e per promuovere l'innovazione partecipata.

“In quest’ottica - continua Federfarma - è positivo che le bozze del Patto per la salute fin qui circolate contengano un esplicito riferimento alla Farmacia dei servizi quale modello utile per potenziare il servizio offerto ai cittadini. Tuttavia, in assenza di una riforma della remunerazione delle farmacie, ciò non basta a garantire un’elevata efficienza del servizio farmaceutico”.

“La riforma della remunerazione – oggi legata esclusivamente al prezzo del farmaco - non è più differibile a causa del costante calo dei prezzi dei farmaci forniti dalle farmacie in regime di SSN. Il calo dei prezzi, infatti, determina la progressiva riduzione del margine sui farmaci SSN. Questo genera una situazione economica insostenibile per tutte le farmacie e in particolare le farmacie piccole e per quelle situate in zone disagiate, dove i farmaci SSN costituiscono la quota più importante del fatturato”.

Una nuova remunerazione delle farmacie è necessaria anche per rendere competitiva e meno costosa la distribuzione in farmacia dei medicinali ad alto costo, che oggi vengono distribuiti direttamente da ospedali e ASL. Con grandi disagi per i cittadini, per i quali sarebbe certamente più comodo ritirare i farmaci nella farmacia sotto casa.
“Appare sicuramente un pericolo – afferma Roberto Tobia, segretario di Federfarma, che ha preso parte alla maratona al ministero - che qualcuno cominci a ragionare su una remunerazione basata su classi terapeutiche di riferimento, questo non sarebbe possibile perché porterebbe un danno irreversibile all’economia delle farmacie. Appare, invece, assolutamente necessaria questa nuova forma di remunerazione basata su una parte fissa, che riconosce il ruolo professionale del farmacista e una parte minore legata al prezzo del farmaco. Così da riportare i farmaci in farmacia evitando gli sprechi che attraverso le strutture pubbliche si generano. E ridando anche più libertà ai malati cronici di trovare il farmaco nella farmacia sotto casa”.

Ma sempre in tema di cronicità, Tobia precisa che “è stata avanzata da Federfarma la richiesta di una valorizzazione della farmacia dei servizi oltre che la richiesta di inserimento della farmacia nel dossier farmaceutico e fascicolo sanitario elettronico, perché solo così si possono realizzare le economie di scala nell’interesse del paziente”.
Federfarma chiede perciò di prevedere, nell’ambito del Patto per la salute, l’apertura di un tavolo istituzionale che coinvolga le Regioni e le categorie interessate alla definizione condivisa di una nuova metodologia di remunerazione.

Notizie correlate

09/07/2019

Maratona Patto per la Salute: le proposte di Federfarma

Nuova remunerazione, nuova convenzione e definizione del ruolo della farmacia nella gestione del paziente cronico, in sinergia con gli altri operatori sanitari del territorio, a partire dai medici di medicina generale, sono elementi essenziali affinché la farmacia possa contribuire alla sostenibilità del sistema e al miglioramento del livello di assistenza garantito ai cittadini....
18/06/2019

Farmacia dei servizi e Patto della Salute, il punto del sottosegretario Coletto. Necessario monitoraggio su aderenza terapeutica

La serata di beneficenza Farma&Friends organizzata da Federfarma Roma, lo scorso 11 giugno, è stata anche l’occasione per discutere delle future risorse della sanità con il Sottosegretario alla Salute Luca Coletto che, al microfono di Federfarma Channel ha parlato della farmacia dei servizi...
07/06/2019

Nuovo Patto per la Salute, via super ticket ma resta incognita su fondo

Via il super ticket di 10 euro che pesa sulle tasche di molti italiani e sì a una revisione della compartecipazione alla spesa sanitaria basata sul reddito familiare. Ma le future risorse...
18/09/2015

Conferenza Regioni, all’Emilia Romagna la commissione Salute

Previsioni rispettate: va all’Emilia Romagna il coordinamento della commissione Salute della Conferenza delle Regioni, il “tavolo” degli assessori alla Sanità guidato fino a luglio dal veneto Luca Coletto. A deciderlo la seduta di ieri della Conferenza...
25/02/2015

Lorenzin, nel patto della salute risposte per Ssn

«Nel patto per la Salute ci sono tutte le risposte per fare fronte alle criticità del Servizio Sanitario Nazionale»: è il ministro della Salute Beatrice Lorenzin ad affermarlo replicando a quanto sostenuto in una nota congiunta di Fp-Cgil ed Fp-Cgil Medici con la quale i sindacati dicono di...


Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni