Pfas, farmacie venete a caccia di inquinanti con una semplice analisi delle acque

16/07/2019 14:10:50
Le farmacie del Vicentino a caccia di Pfas nelle acque del rubinetto di casa o dei pozzi. Il meccanismo prevede che il cittadino porti in un contenitore sterile, un litro di acqua, che la farmacia provvederà a far analizzare. Sotto la lente di ingrandimento, non solo le sostanze perfluoro-alchiliche ma anche la carica batteoriologcia o inquinanti chimici eventualmente presenti nelle acque.
Prodotti dagli anni Sessanta nella piana veneta fra Padova, Verona e Vicenza, i Pfas sono stati versati per decenni nelle acque superficiali delle campagne e da lì sono percolati nelle falde contaminando un’area molto estesa, che comprende 21 comuni. L’allarme in Veneto è stato dato solo nel 2013, quando ormai la contaminazione era un dato di fatto.

Il presidente di Federfarma Veneto, Alberto Fontanesi, ha spiegato sulla stampa locale che le analisi non vengono effettuate direttamente dalle farmacie, che in sostanza rendono solo un servizio al cittadino, ma da laboratori specializzati. Nelle farmacie del veneto, il costo del servizio può variare da 150 euro a 300 euro, e sono sempre di più quelle che offrono il servizio. Gli utenti sono per lo più famiglie che vogliono sincerarsi della bontà dell’acqua che esce dal loro rubinetto di casa o dal pozzo.

Dal 2013 la Sanità regionale, insieme all’Istituto Superiore di Sanità e con l’aiuto dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms), si è mossa con decisione sia per studiare gli effetti dei Pfas sulla popolazione dell’area interessata, sia per mettere in sicurezza l’acqua potabile, con l’installazione di filtri al carbonio e il divieto di utilizzo di pozzi privati e per usi irrigui. I Pfas, infatti, contaminano l’organismo essenzialmente per via alimentare.

Ultime notizie

11/12/2019

È morto Pete Frates, ha ispirato Ice Bucket Challenge

Ha ispirato l'Ice Bucket Challenge, la sfida a colpi di secchiate di acqua ghiacciata per sensibilizzare sulla Sla - la sclerosi laterale amiotrofica, malattia neurodegenerativa - che è servita a raccogliere circa 220 milioni di dollari in tutto il mondo. Ora Pete Frates...
11/12/2019

Sarcomi tessuti molli, efficace radioterapia preoperatoria

Nei sarcomi l'approccio terapeutico spesso include oltre alla chirurgia, la chemioterapia e/o la radioterapia anche in fase preoperatoria. La finalità di questi trattamenti è quella di ridurre la vitalità cellulare e la massa tumorale ottimizzando quindi la rimozione...
11/12/2019

Malattie rare,il  96% dei bimbi effettua lo screening neonatale

A soli 3 anni dall'entrata in vigore della legge sugli screening neonatali, la copertura è arrivata al 96% dei neonati, un progresso che consente di diagnosticare e aiutare circa 700 bimbi ogni anno. A tracciare il bilancio della legge 167, che ha introdotto in Italia...
11/12/2019

Demenza, scoperto possibile ruolo di una molecola infiammatoria

Una molecola di natura infiammatoria, 'sCD14', è risultata legata ad atrofia cerebrale, declino mentale e demenza e potrebbe divenire la base sia per un test diagnostico predittivo basato su un prelievo di sangue, sia di nuove terapie per contrastare o rallentare...
11/12/2019

Mercato off patent, Assogenerici: generici in crescita lenta: Biosimilari + 109%

I primi nove mesi del 2019 confermano il trend di decrescita dei consumi in farmacia registrato nei primi mesi dell’anno: da gennaio a settembre la spesa farmaceutica complessiva nel canale farmacia è ammontata ad un totale di 7,8 miliardi di euro per...


Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni