Fondo sanitario, nuove norme su prezzi farmaci e revisione del prontuario. Il ministro in audizione a un anno dall’insediamento

17/07/2019 14:53:49
La Legge di Bilancio 2019 "aumenta il Fondo sanitario nazionale di 4,5 miliardi nel triennio: importanti risorse incrementali al Fondo, che tengono in considerazione anche i rinnovi contrattuali della dirigenza medica per il triennio 2019-21".
L’annuncio arriva dal ministro della Salute, Giulia Grillo, nel corso dell’audizione di ieri nella nuova Aula dei Gruppi parlamentari alla Camera sull'attività del ministero a un anno dall'insediamento.
 "Proprio ieri il ministro dell'Economia Giovanni Tria, in audizione congiunta alle commissioni di Camera e Senato - ricorda la Grillo – ha confermato che nella prossima Legge di Bilancio non ci saranno tagli per la sanità. Una dichiarazione che mi conforta e mi conferma l'impegno del Governo a non toccare le risorse per il nostro sistema. La sanità ha già dato".
Il ministro ricorda che "per gli anni 2020 e 2021, l'accesso delle Regioni all'incremento di 3,5 miliardi del Fondo sanitario nazionale è subordinato alla stipula di una specifica intesa in sede di Conferenza Stato-Regioni", il cosiddetto Patto per la salute "in cui devono essere contemplate misure di programmazione e di miglioramento della qualità delle cure e dei servizi erogati e di efficientamento dei costi".
"L'intesa, non lo nascondo, avrebbe dovuto chiudersi entro il 31 marzo 2019 ma - spiega - le interlocuzioni con le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano stanno proseguendo per arrivare ad un documento condiviso", che superi le difficoltà emerse durante il confronto.
Rivendicando di aver "voluto aprire alle proposte degli stakeholder interessati una Maratona di ascolto", la Grillo si dice dunque "sicura che arriveremo a chiudere un Patto per la Salute che restituisca alla sanità una centralità nelle politiche del Paese".
Più specificatamente in tema di medicinali, la Grillo ha specificato che "in tema di principi attivi, va segnalato il lavoro che ha portato alla definizione delle nuove procedure di approvazione dei farmaci. Il lavoro svolto da ministero, Aifa e Regioni ha portato alla stesura di un provvedimento di revisione della delibera Cipe del febbraio 2001, che fissa i criteri per la determinazione dei prezzi dei farmaci. Al momento è alla firma del Ragioniere Generale dello Stato, dunque a breve sarà disponibile per l'approvazione definitiva in Conferenza Stato-Regioni".
Grillo ha anche reso noto che "è in dirittura di arrivo il documento che farà da base all'aggiornamento del Prontuario farmaceutico".

Ultime notizie

11/12/2019

È morto Pete Frates, ha ispirato Ice Bucket Challenge

Ha ispirato l'Ice Bucket Challenge, la sfida a colpi di secchiate di acqua ghiacciata per sensibilizzare sulla Sla - la sclerosi laterale amiotrofica, malattia neurodegenerativa - che è servita a raccogliere circa 220 milioni di dollari in tutto il mondo. Ora Pete Frates...
11/12/2019

Sarcomi tessuti molli, efficace radioterapia preoperatoria

Nei sarcomi l'approccio terapeutico spesso include oltre alla chirurgia, la chemioterapia e/o la radioterapia anche in fase preoperatoria. La finalità di questi trattamenti è quella di ridurre la vitalità cellulare e la massa tumorale ottimizzando quindi la rimozione...
11/12/2019

Malattie rare,il  96% dei bimbi effettua lo screening neonatale

A soli 3 anni dall'entrata in vigore della legge sugli screening neonatali, la copertura è arrivata al 96% dei neonati, un progresso che consente di diagnosticare e aiutare circa 700 bimbi ogni anno. A tracciare il bilancio della legge 167, che ha introdotto in Italia...
11/12/2019

Demenza, scoperto possibile ruolo di una molecola infiammatoria

Una molecola di natura infiammatoria, 'sCD14', è risultata legata ad atrofia cerebrale, declino mentale e demenza e potrebbe divenire la base sia per un test diagnostico predittivo basato su un prelievo di sangue, sia di nuove terapie per contrastare o rallentare...
11/12/2019

Mercato off patent, Assogenerici: generici in crescita lenta: Biosimilari + 109%

I primi nove mesi del 2019 confermano il trend di decrescita dei consumi in farmacia registrato nei primi mesi dell’anno: da gennaio a settembre la spesa farmaceutica complessiva nel canale farmacia è ammontata ad un totale di 7,8 miliardi di euro per...


Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni