Imparare cose nuove tutte insieme rende giovani

19/07/2019 20:59:14
Imparare diverse cose nuove e contemporaneamente aumenta le capacità cognitive negli anziani. Questo, infatti, allontana il declino cognitivo ed è un po' la stessa tecnica che use-rebbe un bambino. E' il risultato di una ricerca dell'Università della California a Riverside, pubblicata su Journals of Gerontology, Serie B: Psychological Sciences. In sostanza, spiega-no gli studiosi, l'importante è essere "spugne" e assorbire sempre nuove abilità da imparare, con la motivazione che diventa il combustibile quotidiano da usare. Lo studio ha portato a chiedere ad adulti tra i 58 e gli 86 anni di seguire da tre a cinque corsi per tre mesi, per cir-ca 15 ore alla settimana (un valore simile a quello di un corso universitario). Le lezioni com-prendevano lo spagnolo, l'apprendimento dell'uso dell'iPad, la fotografia, il disegno e la pit-tura, la musica. I partecipanti hanno completato le valutazioni cognitive prima, durante e dopo gli studi per valutare la loro memoria di lavoro (ad esempio ricordando un numero di telefono per alcuni minuti), il loro controllo cognitivo (con la capacità di passare da un com-pito all'altro) e la loro memoria episodica (come il ricordo del luogo del parcheggio). Dopo solo un mese e mezzo i partecipanti hanno aumentato le loro capacità cognitive a livelli si-mili a quelli di persone con 30 anni di meno. "I partecipanti hanno colmato una differenza di 30 anni nelle capacità cognitive dopo solo 6 settimane e hanno mantenuto queste abilità mentre ne imparavano di nuove e molteplici", ha commentato Rachel Wu, docente di psico-logia che ha condotto l'analisi. (ANSA).

Ultime notizie

05/08/2019

Distribuzione diretta, Gemmato: troppi disagi soprattutto al Sud. Riportare i farmaci in farmacia

“La distribuzione diretta sta creando notevoli disagi, soprattutto ai cittadini che vivono al Sud, nelle zone montane e nelle aree più periferiche”. A ricordarlo è Marcello Gemmato, farmacista e deputato di FdI, che ha recentemente presentato un’interrogazione parlamentare sul tema in risposta all’audizione del ministro Giulia Grillo sull'attività del ministero a un anno dall'insediamento...
05/08/2019

Tg Federfarma Channel – Edizione del 3 agosto

In questo numero: Distribuzione diretta, Gemmato: “Troppi disagi soprattutto al Sud. Riportare i farmaci in farmacia”; Nuova remunerazione, Federfarma fa il punto dopo la prima riunione del Tavolo; Negoziazione prezzo farmaci, un decreto ministeriale cambia le procedure; Aifa, nomina pro tempore di Bonaccini alla presidenza. Resta aperta la questione del Cda 
05/08/2019

Nuova remunerazione, Federfarma fa il punto dopo la prima riunione del Tavolo

Si è tenuta lo scorso 31 luglio la prima riunione del Tavolo per “la definizione di un nuovo modello di remunerazione della filiera distributiva del farmaco”. Alla riunione hanno partecipato, oltre a Federfarma, esponenti della filiera del farmaco (produzione e distribuzione), nonché del Ministero della salute, del Ministero dell’economia, delle Regioni, dell’AIFA e della SISAC...
05/08/2019

Negoziazione prezzo farmaci, un decreto ministeriale cambia le procedure

Un decreto del ministero della Salute, di concerto con il Mef e approvato dalla Conferenza Stato-Regioni di ieri, cambia le procedure per la negoziazione del prezzo dei farmaci. Il testo, necessario per aggiornare il sistema all’evoluzione della politica del farmaco e alle necessità di trasparenza, definisce i criteri e le modalità con cui...
05/08/2019

Aifa, nomina pro tempore di Bonaccini alla presidenza. Resta aperta la questione del Cda

Nonostante la nomina di Stefano Bonaccini alla presidenza, pro tempore, dell'Agenzia italiana del farmaco, resta la questione irrisolta del Cda. Il Consiglio di amministrazione...


Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni