Autonomie, il Ministro del Sud bacchetta Lombardia e Veneto: “Un progetto che spaccava il Paese”

12/09/2019 08:50:19
"Sull'autonomia il punto è politico: io credo che il progetto e le richieste di Veneto e Lombardia spaccavano il Paese. Adesso noi abbiamo il dovere, perché è scritto nel programma di governo, di realizzare un'autonomia giusta, e un'autonomia giusta è quella in cui si salvaguarda, a differenza della richiesta del Veneto, la coesione nazionale, e non si renda impossibile perseguire il superamento dei divari che serve al Paese". Così il ministro per il Sud Giuseppe Provenzano in un'intervista a Circo Massimo, su Radio Capital.

"In concreto - spiega il neoministro - significa non che non ci siano scuole di Serie A o di Serie B, che purtroppo esistono già oggi, ma dobbiamo capire se vogliamo aggravare questa situazione o se vogliamo cominciare a invertirla”.
Il discorso va poi al Servizio sanitario nazionale “che - dice - di nazionale ha poco o nulla: vogliamo abbandonare la sanità calabrese e incentivare l'emigrazione sanitaria, che è una delle piaghe di questo Paese e del nostro Sud, o vogliamo iniziare a invertirla? Questo significa, a proposito della spesa, che dobbiamo fissare, oltre ai costi standard, i fabbisogni standard e i livelli essenziali delle prestazioni sui servizi, che sono il pavimento su cui si può costruire l'autonomia. E infine l'autonomia giusta - conclude - è quella che prevede dei fondi perequativi”.

Notizie correlate

05/07/2019

Autonomie regionali, il ministro Grillo rassicura: “Non determinano disuguaglianze in Sanità”

"Non è il processo di autonomia differenziata richiesto da alcune regioni che determina la diseguaglianza della sanità che abbiamo in tutto il Paese". A ribadirlo, tornando sul tema, è il ministro della Salute, Giulia Grillo, a margine dell'Assemblea pubblica di Farmindustria. "L'autonomia differenziata - ha precisato il ministro - non è a discapito di chi è indietro ma va a vantaggio di chi....
27/06/2019

Autonomie regionali, fumata nera nell’ultimo Cdm. Grillo: “Farmaceutica limite invalicabile”

Non trova la quadra sulle autonomie regionali il Consiglio dei ministri di martedì, che ha visto Lega e Movimento 5Stelle distanti su molti punti. "Abbiamo già completato il nostro lavoro sulle autonomie – ha spiegato il ministro della Salute, Giulia Grillo, a margine di una conferenza stampa sulla psichiatria - abbiamo segnalato i limiti per noi invalicabili...
30/05/2019

Autonomie differenziate, dopo le elezioni Regioni del nord compatte chiedono di accelerare

"Una autonomia più forte, con più materie, per il nostro Piemonte", è una delle prime richieste di Alberto Cirio, neo governatore della Regione Piemonte all’indomani dei risultati elettorali e che ha visto tornare l’attenzione sul tema delle autonomie regionali. "Immediatamente dopo avere messo mano alla giunta, ci siederemo al tavolo romano - dice in una intervista all'Ansa - per rivendicare una autonomia più forte...
10/05/2019

Autonomie regionali, Grillo: trovare punto di mediazione. No a disparità

"Noi vogliamo l'autonomia differenziata, ma la questione è come farla: bisogna trovare il punto di mediazione, a Costituzione vigente". Lo ha affermato il ministro della Salute Giulia Grillo. Per la Sanità, ha sottolineato Grillo, "il punto di mediazione e' stato individuato: ad esempio, non si può dare alle Regioni...
24/04/2019

Autonomie regionali, Lorenzin avverte: “Temo stessi danni del Titolo V”

E’ sulle autonomie regionali che si è concentrata Beatrice Lorenzin, ex ministro della Salute, a margine del convegno sui cinquant’anni di Federfarma a Cosmofarma. “Quello che mi allarma – ha spiegato ai microfoni di Federfarma Channel - in particolar modo è la richiesta di più poteri da parte delle regioni virtuose, le stesse... 


Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni