Farmacia dei servizi, convenzione e remunerazione, a FarmacistaPiù Federfarma ribadisce i suoi capisaldi

04/10/2019 14:23:48
Efficienza e sostenibilità del Sistema Sanitario Nazionale attraverso nuove strategie della professione del farmacista. Sono questi i presupposti della sesta edizione di FarmacistaPiù, il congresso organizzato da Edra su iniziativa di Fofi, Utifar e Fondazione Cannavò con la partecipazione di Federfarma, rivolto al settore farmaceutico e a tutti i protagonisti del sistema salute che si è aperto ieri a Milano.

Conoscere, innovare, evolvere le parole chiave che hanno risuonato nelle tavole rotonde della prima giornata di lavori. “Conoscere” tutte le novità e lo sviluppo dei farmaci e prospettive di cura per accrescere le competenze e affrontare le sfide del cambiamento; “innovare”, attraverso nuove tecnologie digitali e corretto utilizzo dei dati; “evolvere”, cioè guardare sempre avanti, alla farmacia di domani, per fornire risposte concrete al cittadino”.

“Come Federfarma – precisa il presidente di Federfarma, Marco Cossolo - siamo concentrati su tre capitoli principali: la farmacia dei servizi, la Convenzione e la remunerazione. Speriamo che il ministro Speranza ci convochi rapidamente per arrivare entro fine anno alla conclusione di un percorso che mette insieme tre capisaldi senza i quali non si può sviluppare la farmacia italiana e senza i quali questa è destinata a non esserci più”. Per Cossolo “E’ un momento favorevole perché la politica ha capito il ruolo della farmacia e la vuole rispostare al centro dell’assistenza sanitaria nazionale. Dobbiamo cogliere questo treno in modo molto concreto, coscienti del fatto che se lo perdiamo non avremo in seguito la stessa possibilità”.

“L’obiettivo di FarmacistaPiù è creare una casa comune di tutte le componenti professionali - ha spiegato ai microfoni di Federfarma Channel, il presidente della Fofi, Andrea Mandelli - un momento di scambio di conoscenze di esperienze e di confronto con gli altri professionisti della salute, con i cittadini e con il decisore politico-sanitario. Oggi la professione è alla vigilia di un’evoluzione anche culturale che richiede a tutti noi il massimo impegno e questo nostro Congresso nazionale è un momento importantissimo per condividere, accrescere e consolidare la cultura professionale”.

Prevista per questa mattina la presenza del neoministro della Salute, Roberto Speranza, alla prima occasione pubblica con i farmacisti, nel simposio dedicato alle politiche di welfare e sanità.

Ultime notizie

23/10/2019

Scozia, donna scopre tumore seno grazie ad attrazione museo

In Scozia una donna ha scoperto di avere un tumore grazie ad una attrazione di un museo. Bal Gil, questo il nome della protagonista della storia a lieto fine, dopo essere stata in una stanza con una fotocamera termica, le cui immagini cambiano colore a seconda...
23/10/2019

Alzheimer, speranze per primo farmaco che frena declino mente

Nuove speranze nella lotta all'Alzheimer: l'azienda statunitense Biogen chiederà alla FDA (organo regolatorio Usa sui farmaci) l'autorizzazione per il farmaco sperimentale 'aducanumab', un anticorpo specifico contro la proteina tossica 'beta-amiloide"...
23/10/2019

Diabete: controllo glicemia è tecnologico con i micro-sensori

Aumenta l'uso dei nuovi dispositivi tecnologici di automonitoraggio per il controllo della glicemia tra le persone con diabete, che affrancano dalle ripetute 'punturine' al dito. L'utilizzo dei nuovi dispositivi, come i moderni micro-sensori, cresce infatti al ritmo del...
23/10/2019

Malattie reumatiche, per 30% pazienti problemi accesso a cure

Il 30% dei pazienti che soffre di malattie reumatiche non accede ai farmaci biologici, quelli in grado di risolvere il problema del dolore e migliorare la capacità di svolgere le comuni azioni della vita quotidiana. A questo si aggiungono problematiche di...
23/10/2019

Farmindustria, produzione conto terzi aumentata di +8%. Scaccabarozzi: “Eccellenza tutta italiana”

Anche nella produzione conto terzi "l'industria farmaceutica è un'eccellenza italiana, con un aumento dell'8% nel biennio 2017-2018 e addirittura del 27% per quanto  riguarda i medicinali biologici. Anche gli investimenti sono cresciuti di ben il 42%...


Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni