Verona, Daniotti (Banco Farmaceutico) smentisce stampa locale e conferma stima a Bacchini

12/11/2019 09:19:48
Dopo l’articolo apparso su La Cronaca di Verona e del Veneto che parlava della presunta perdita della maggioranza da parte di Marco Bacchini a Verona per l’abbandono di Banco farmaceutico, il presidente Sergio Daniotti smentisce categoricamente e invia una lettera chiarificatrice, che riportiamo integralmente, a Marco Cossolo.

“Egregio signor presidente, ci teniamo a farle sapere che siamo amareggiati del fatto che La Cronaca di Verona e del Veneto di sabato 9 novembre abbia pubblicato un articolo in cui si afferma che ‘Il presidente uscente di Federfarma (Marco Bacchini ndr) dopo l’abbandono di Banco Farmaceutico è rimasto senza maggioranza’.
La notizia è priva di fondamento. Da sempre, tra il dottor Bacchini, la Fondazione Banco Farmaceutico onlus e Banco Farmaceutico Verona, rappresentato dal nostro delegato territoriale Matteo Vanzan, c’è una reciproca simpatia e una proficua collaborazione. È anche grazie al contributo di Bacchini se a Verona è possibile, alla sede nazionale del Banco e a Matteo Vanzan, ogni anno, costruire insieme la Giornata di Raccolta del Farmaco e continuare a realizzare il progetto Recupero Farmaci Validi.
Non solo: il 27 giugno 2019, il dottor Bacchini era presente, su nostro invito, per intervenire con un saluto istituzionale, al convegno organizzato, a Roma, da Banco Farmaceutico e dalla Difesa Italiana per render conto dell’operazione che ha consentito (tra maggio 2018 e giugno 2019) di donare 148.176 confezioni di farmaci, pari a un valore di 1.766.525 euro, in sette teatri di crisi dove operano le nostre Forze Armate; il 24 agosto 2018, inoltre, è intervenuto, in qualità di relatore, al convegno di Banco Farmaceutico Pubblico, privato e non profit: spunti per un nuovo welfare sanitario integrato presentato al Meeting di Rimini, dove sono intervenuti Giuliano Gargioni (membro del Comitato Etico dell’Organizzazione Mondiale della Sanità per la revisione dei protocolli di ricerca), Enrique Häusermann (Presidente Assogenerici) e Nino Cartabellotta (Presidente Fondazione Gimbe).
Sono solo due esempi per certificare la stima che abbiamo di lui. Se così non fosse, evidentemente, non lo avremmo invitato a due eventi per noi tanto importanti.
Vorrei, infine, sottolineare che la Fondazione Banco Farmaceutico onlus, nel suo operare, si è sempre attenuta scrupolosamente alla propria mission (rispondere al bisogno farmaceutico delle persone indigenti), mantenendo rigorosamente la propria neutralità rispetto agli schieramenti e ai candidati sia delle formazioni politiche sia degli organismi sociali delle associazioni di categoria. Tali prassi è, d’altra parte necessaria – pur nella legittima collaborazione con realtà istituzionali come AIFA, il Ministero della Salute o le amministrazioni regionali e comunali – alla salvaguardia della nostra autonomia.
La verifica delle fonti è un dovere per il giornalista previsto dalla deontologia professionale. Sarebbe stata sufficiente una telefonata ai rappresentanti della Fondazione Banco Farmaceutico onlus per accertare – prima di pubblicarla! - che la notizia era del tutto infondata. Ringraziandola per l’attenzione, la saluto con stima”.
 

Notizie correlate

25/11/2019

Prevenzione, il Tour della salute chiude i battenti. Bacchini: ennesima dimostrazione del ruolo delle farmacie sul territorio

Dodicimila chilometri percorsi, quattordici città italiane toccate, cinquanta farmacisti coinvolti in più di seimila autoanalisi. Sono questi i numeri della straordinaria “carovana” durata...
24/10/2019

Vaccinazioni in farmacia, in Francia è già realtà. Bacchini: “Standardizzazione dei processi esempio da seguire”

Mentre in Italia parte la campagna vaccinale contro l’influenza con i medici di medicina generale che lamentano la non reperibilità dei vaccini, se non in farmacia dove sono già disponibili, la Francia ha iniziato dal 15 ottobre scorso a praticare la vaccinazione contro l'influenza stagionale proprio nelle farmacie. Il processo è stato reso possibile grazie...
14/10/2019

Pharmaceutical care, Bacchini: fondamentale supporto del farmacista nell’aderenza terapeutica. Il caso Bpco

FarmacistaPiù è stata l’occasione per fare il punto sui progetti di Pharmaceutical care che mirano ad aumentare l’aderenza alle terapie, nel corso del convegno...
04/09/2019

Tredici miliardi per la farmacia dei servizi, la Gran Bretagna ci investe. Bacchini: “E’ la prova di quanto abbiamo sempre detto”

Prevenire fino a 150.000 infarti e ictus entro un decennio e sollevare il peso da ospedali e medici di medicina generale con un finanziamento di 13 miliardi di euro...
26/06/2019

Sostituzione farmaci in farmacia, novità in Francia e Germania. Bacchini: dall’Italia guardiamo con molta attenzione

A partire dall'estate del 2022 i farmacisti tedeschi potranno sostituire i biosimilari mentre in Francia in caso di carenze o rotture di stock di un farmaco salvavita, i farmacisti potranno...


Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni