Cessione di medicinali da parte dei veterinari. Le precisazioni ministeriali

27/01/2020 09:05:16
Il Ministero della Salute ha fornito precisazioni in ordine alla cessione di medicinali veterinari da parte dei medici veterinari, secondo quanto previsto dall’art. 84, comma 3, del d.lgs. 193/2006 .
La nota ministeriale, che scaturisce da specifiche richieste, è particolarmente importante considerata la ricorrente attualità della problematica trattata, che Federfarma da tempo denuncia ritenendo pericoloso e incoerente qualsiasi ipotesi di commistione tra le attività di prescrizione e quella di dispensazione del farmaco.
Viceversa, secondo Federfarma, è necessario ricondurre la normativa in questione alle originarie finalità di carattere sanitario e, a tal fine, garantire una compiuta e trasparente tracciabilità del farmaco.
In linea con tale esigenza il ministero ha, anzitutto, richiamato allegandola, una precedente propria comunicazione del 2012, concernente trattamenti di animali non DPA , nella quale si afferma che il veterinario deve sempre registrare lo scarico quando consegna a un allevatore confezioni non aperte di medicinali della propria scorta.
A sostanziale integrazione di tale nota, il ministero, ricordando quanto testualmente previsto dalla legge, ha, inoltre, precisato che: 1) la disposizione implica la valutazione da parte del veterinario della necessità di iniziare immediatamente la terapia; 2) il veterinario registra lo scarico delle confezioni consegnate e da lui non utilizzate; 3) la cessione è subordinata alla condizione di inizio terapia e tale possibilità è preclusa per la continuazione della stessa.
Nell’occasione, il ministero ha, infine, evidenziato che ai medici veterinari “non è consentito cedere ai proprietari degli animali medicinali ad uso umano e che si dà indicazione di seguire per la cessione dei medicinali le modalità dettate dal Manuale Operativo della ricetta veterinaria elettronica”.
La problematica di garantire una compiuta e trasparente tracciabilità del farmaco è da tempo pesantemente ricorrente, tant’è che Federfarma ha proposto di risolverla in modo definitivo nell’ambito del tavolo ministeriale inaugurato lo scorso 15 Gennaio – al quale la Federazione partecipa assieme alle altre Organizzazioni, ordinistiche e di categoria, interessate - che dovrà condurre ad un nuovo Testo unico in materia di farmaco veterinario.
Tale nuovo Testo unico si dovrà armonizzare con le nuove disposizioni dettate dal Regolamento UE 2019/6, che entrerà in vigore il 28 Gennaio 2022.

Notizie correlate

19/06/2019

Farmaci veterinari, cessione diretta da parte del veterinario. Federfarma chiede spiegazioni

“Un’iniziativa che, da qualsiasi lato la si voglia guardare, non crea un clima di collaborazione tra le due professioni sanitarie ma, al contrario, inasprisce i toni ponendo la questione della dispensazione del farmaco veterinario all’interno di un contesto fortemente competitivo”. Così Federfarma in una nota commenta il manifesto firmato da Anmvi...
01/10/2018

Medicinali veterinari, ministero: segnalazioni di reazioni avverse in aumento del 50%

Aumentano del 50% in un anno, grazie a una crescente sensibilità al problema, le segnalazioni di reazioni avverse ai medicinali veterinari. Nel 2017 ne sono state registrate in Italia 576, rispetto alle 383 del 2016. È quanto emerge dal Bollettino...
11/07/2018

Rev, anche i veterinari per il rinvio

Il Sivelp (Sindacato dei veterinari liberi professionisti), in una lettera al ministro della Salute, chiede che si possa mantenere la ricetta cartacea tradizionale in parallelo all’introduzione di quella elettronica prevista con obbligatorietà dal 1° settembre.
Il repentino passaggio amministrativo – recita una nota - potrebbe mettere in grave...
05/07/2018

Ricetta elettronica veterinaria, Federfarma e Assofarm chiedono il rinvio della partenza

Federfarma e Assofarm hanno chiesto ufficialmente il rinvio della partenza della ricetta elettronica veterinaria.  La Legge europea 2017 prevedeva l’obbligo di utilizzo della Rev dal prossimo 1° Settembre, previa approvazione di un Decreto Ministeriale...
18/06/2018

Farmaci veterinari: Ue contro vendita indiscriminata on line. Plauso di Federfarma

Federfarma esprime soddisfazione per la scelta finale dell’Unione Europea - convintamente supportata fin dal primo momento dal nostro Ministero della Salute - che non consentirà...


Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni