Carenze farmaci, il Pgeu sulla situazione europea. Nocentini: “Faremo pressing sulle autorità europee"

29/01/2020 09:10:03
Sono dati che non lasciano spazio a dubbi, quelli dell'indagine PGEU Medicine Shortages 2019, sulla carenza dei farmaci nei Paesi europei. Tutti gli interpellati, infatti, hanno sperimentato carenze di medicinali nelle farmacie comunitarie negli ultimi 12 mesi e la grande maggioranza (87%) degli intervistati ha indicato che la situazione è peggiorata rispetto al 2018. E non ci sono grosse discriminazioni tra le classi di farmaci, tuttavia nella maggior parte dei paesi che hanno risposto (67%), al momento del completamento dell'indagine sono stati elencati oltre 200 medicinali scarsamente disponibili.

Tutti i paesi che hanno risposto hanno dichiarato di ritenere che la carenza di medicinali causi disagio ai pazienti. Anche l'interruzione dei trattamenti (75% dei paesi), l'aumento dei rimborsi a seguito di alternative più costose/non rimborsate (58%) e il trattamento non ottimale/efficacia inferiore (42%) sono percepiti come conseguenze negative della carenza di medicine sui pazienti. Dai dati del Rapporto si  ritiene che la carenza di medicinali influisca sulle attività delle farmacie comunitarie nella maggior parte dei paesi a causa della ridotta fiducia dei pazienti (92% dei paesi), delle perdite finanziarie dovute al tempo investito nella mitigazione delle carenze (82%) e della riduzione della soddisfazione dei dipendenti (79%).

Certo è che  nei diversi Paesi europei esistono forti differenze in termini di soluzioni legali che i farmacisti di comunità possono offrire in caso di carenza. Sostituzione generica (79% dei paesi), approvvigionamento dello stesso medicinale da fonti autorizzate alternative (come altre farmacie) (63%) e importazione del medicinale da un paese in cui è disponibile (46%) sono le soluzioni che possono essere fornite nella maggior parte dei paesi europei.

Per Marco Nocentini Mungai, delegato Federfarma per i rapporti con il Pgeu, “Il Rapporto è utilissimo perché rappresenta un ulteriore tassello nella battaglia che i singoli Stati europei fanno ogni giorno contro l’indisponibilità di farmaci che tanti problemi causa ai pazienti e ai farmacisti. Sarà uno strumento utile – aggiunge - per l’attività di pressione che il Pgeu dovrà fare sulle autorità e gli esponenti politici del Parlamento e della Commissione europea per evidenziare e cercare di risolvere questo problema sempre più grave nella stragrande maggioranza dei Paesi europei”.

Sempre secondo i dati, il tempo che il personale della farmacia deve dedicare alla gestione della carenza di medicinali è aumentato da 5,6 ore settimanali (2018) a 6,6 ore settimanali in media. Il 25% dei paesi rispondenti ha indicato che non esiste ancora un sistema di segnalazione delle carenze che può essere utilizzato dai farmacisti di comunità nel loro paese, nonostante i farmacisti spesso sperimentino o prevedano difficoltà di approvvigionamento prima che l'industria o i grossisti siano consapevoli che esista un problema. L’ultimo dato è che i farmacisti comunitari ricevono le informazioni necessarie sulle carenze nella maggior parte dei paesi da grossisti (71%), agenzie di medicinali (67%) e organizzazioni farmaceutiche (42%).

Notizie correlate

06/04/2020

Carenza farmaci, problemi con scorte di Plaquenil. L’allarme di Federfarma Roma

Il Plaquenil, l’antimalarico su cui si sono accessi i riflettori per i possibili effetti contro Covid-19, "è in rottura di stock da una ventina giorni. La situazione è a macchia di leopardo...
30/03/2020

Carenze farmaci, in alcune città è corsa all’accaparramento. Cossolo: la situazione è sotto controllo

Corsa all'accaparramento in alcune città italiane da parte di persone sane e senza sintomi di medicinali usati contro il Covid-19. Soprattutto a Milano e Brescia. A lanciare l'allarme...
18/03/2020

Farmacisti comunitari in prima linea nella lotta contro la nuova malattia da COVID-19

“I farmacisti di comunità europea sono in prima linea nella lotta contro la nuova malattia da coronavirus (COVID-19) e stanno facendo tutto ciò che è in loro potere per supportare i loro pazienti, anche nelle aree attualmente in fase di blocco”. Inizia così il comunicato del Pgeu, i cui membri hanno offerto ai governi nazionali la loro vasta rete di farmacie locali per...
04/03/2020

Coronavirus, a rischio produzione farmaci in India. In Europa nessuna carenza

La crisi dovuta al coronavirus sta minacciando la produzione di farmaci in India, paese che fabbrica il 20% dei medicinali usati nel mondo ed è il maggior esportatore di generici al mondo. Lo afferma un articolo pubblicato da Lancet , secondo cui il paese acquista il 70% dei propri principi attivi dal 'vicino'...
14/01/2020

Carenze farmaci, interrogazione al Parlamento europeo. Tobia: “al lavoro con Aifa per trovare una soluzione”

“In Germania le compagnie che propongono assicurazioni sanitarie stanno incoraggiando le farmacie a sostituire i medicinali soggetti a prescrizione con prodotti analoghi...


Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni