Farmacia dei servizi, pre adesioni da lunedì. Le indicazioni di Federfarma Roma

03/02/2020 11:01:35
Partono nel Lazio dal 3 febbraio le pre adesioni alla sperimentazione delle farmacia dei servizi. Lo ricorda Federfarma Roma che chiarisce le procedure da seguire sottolineando che si richiedono “attente verifiche e un avvio uniforme e simultaneo in tutto il territorio regionale”.
 
Lunedì dalle ore 10, “sarà possibile per le farmacie del Lazio inviare la preadesione alla sperimentazione collegandosi alla piattaforma informatica dedicata DottorFarma, realizzata da Promofarma (società di Federfarma) indicando, in particolare, i servizi che la farmacia intende erogare”.
 
Ai fini dell’ammissione alla sperimentazione verrà considerato anche l’ordine cronologico con cui è stata effettuata la richiesta inoltre, altro aspetto importante, “nell’indicare i servizi prescelti è necessaria una attenta valutazione considerando per ciascuna attività l’organizzazione della farmacia. In particolare, per svolgere i servizi di telemedicina le farmacie dovranno essere dotate della strumentazione conforme alla normativa vigente e di un idoneo collegamento con un centro di tele-refertazione medica”. Per ogni tipo di servizio è indicato il tempo stimato di esecuzione. Vale a dire che ciascuna farmacia “dovrà effettuare una attenta valutazione ed indicare, in base alle proprie preferenze, esperienze, competenze e soprattutto all’impegno richiesto, il tipo di servizio che è in grado di effettuare. In particolare, per svolgere i servizi di telemedicina le farmacie dovranno essere dotate della strumentazione conforme alla normativa vigente e di un idoneo collegamento con un centro di tele-refertazione medica”. Per ogni tipo di servizio è indicato il tempo stimato di esecuzione.

Qualche esempio: per ricognizione e riconciliazione farmacologica vanno previsti 40 minuti per arruolamento e compilazione della scheda di ricognizione, 10-15 minuti per l’eventuale revisione della ricognizione e report delle criticità. Per il monitoraggio della terapia, vanno previsti 30 minuti per ciascun servizio di aderenza, 16 minuti per il follow up (25 in caso di ipertensione) e altrettanti per il secondo. Per il ritiro del campione per la rilevazione di sangue occulto per il tumore del colon retto e la consegna al traportatore. Per i servizi di front-office, 10 minuti per la registrazione online per l’attivazione del Fascicolo sanitario elettronico. Una volta eseguita la procedura la farmacia riceverà una mail di conferma con l’indicazione dei servizi prescelti.
 
Successivamente alla preadesione, la Regione “individuerà le farmacie ammesse alla sperimentazione comunicando loro quali servizi è ammessa a svolgere”. Le valutazioni saranno effettuate “in base agli obiettivi-target sopra accennati e ai criteri indicati nel cronoprogramma operativo, tenendo altresì conto dell’ordine in cui è stata inviata la preadesione, dando la priorità alle richieste trasmesse per prime”. Ciò significa che bisogna attendere “riscontro da parte della Regione, atteso presumibilmente dal 20 al 31 marzo, per avere conferma dell’avvenuta ammissione alla sperimentazione con l’indicazione dei servizi erogabili”. Una volta ricevuta la comunicazione dalla Regione, la farmacia, sempre tramite la piattaforma DottorFarma e secondo modalità che saranno in seguito indicate, dovrà validare l’adesione.
 
La circolare di Federfarma Roma ricorda che per accedere alla sperimentazione la farmacia dovrà acquisire obbligatoriamente, attraverso specifici percorsi formativi, un’adeguata formazione. A questo scopo, Fofi e Fondazione Francesco Cannavò stanno ultimando il progetto formativo condiviso con tutte le organizzazioni del settore ed entro il prossimo 10 marzo, sulla piattaforma informatica dedicata, saranno messi a disposizione i corsi specifici erogati in modalità Fad E-Learning. Per ciascun servizio è previsto un modulo formativo obbligatorio che richiede un impegno di circa 90 minuti.
 
 
 

Notizie correlate

11/09/2020

Nessuna ambulanza disponibile, farmacista somministra cortisone al paziente in shock anafilattico. Il caso

La farmacia dei servizi si conferma una realtà ogni qual volta un farmacista mette in campo la sua professionalità a servizio dei cittadini e del Servizio sanitario nazionale. Ne sono un esempio i casi di vite salvate proprio in farmacia con la telemedicina come lo scorso 4 settembre alla Farmacia Comunale 3 di Campobasso, quando la direttrice Maria Carmela Di Stefano si è trovata di fronte...
10/08/2020

Farmacia dei servizi, Tobia: “Giunto il momento di far ripartire la sperimentazione”

L’emergenza Covid-19 ha comportato la sospensione della sperimentazione della farmacia dei servizi, ma ora “è venuto il momento di riprendere le procedure avviate nelle 9 Regioni...
31/07/2020

Le farmacie italiane assicurano il servizio anche d’estate, rispondendo alle esigenze delle comunità

Nelle grandi città come nei piccoli centri, anche nel mese di agosto, le farmacie continuano a garantire il servizio, adeguando le aperture alle presenze e alle esigenze dei cittadini...
30/07/2020

Desertificazione, dpc vs diretta, digital divide e farmacia dei servizi, le istanze di Federfarma agli Stati Generali della Montagna

Desertificazione, distribuzione per conto e diretta, digital divide e digitalizzazione-farmacia dei servizi sono stati i quattro macro temi portati al tavolo degli Stati Generali della...
24/07/2020

Farmacia dei servizi, ad un mese dall’accordo con regione Marche numeri che soddisfano

Prenotare, revocare o modificare le prestazioni sanitarie pubbliche o libero professionali, pagare i ticket, ritirare i referti, scegliere o revocare il medico di medicina generale e...


Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni