Farmaci urgenti e piccoli disturbi, funziona servizio Uk in farmacia. Bacchini: esempio per il nostro Paese

10/02/2020 09:07:59
Le farmacie inglesi come avamposto del sistema sanitario nazionale. Lo dicono i dati e senza alcun dubbio. Sono, infatti, oltre 100 mila i pazienti rinviati alla farmacia di comunità dal servizio telefonico 111 del National health system, nell’ambito del Servizio di consulenza del farmacista di comunità (Community Pharmacist Consultation Service - Cpcs) attivato in Inghilterra il 29 ottobre scorso.

Tra le priorità, la necessità di un consulto per piccoli disturbi di salute, febbre influenza, o richieste di cure urgenti, per condizioni come il diabete o l'asma. Per ogni consulto, in Inghilterra, le farmacie ricevono 14 sterline e attualmente 10.610 delle 11.500 farmacie della comunità inglese si sono iscritte per fornire il servizio.

“Le notizie che arrivano dal Regno Unito – spiega a Filodiretto, Marco Bacchini, presidente di Federfarma Verona - relativamente alla farmacia sono molto interessanti e producono un doppio risultato: quello di aiutare il paziente a risolvere velocemente piccoli problemi di salute e quello di togliere pressione al sistema sanitario del Paese. E’ questa un’esperienza che, ancora una volta, dimostra come da altre realtà europee si possa prendere esempio. Non possiamo comunque dimenticare che da sempre anche in Italia, la farmacia è un riferimento importante per i cittadini in difficoltà. Il punto su cui bisogna lavorare, ed è quello che Federfarma sta facendo, è che questo servizio non è ancora del tutto strutturato, ed è questo quello che oggi è necessario fare e realizzare proprio con la farmacia dei servizi”.

La sperimentazione inglese è finanziata con 2.592 miliardi di sterline all'anno ed è stata concordata nel contratto quinquennale della farmacia della comunità. I pazienti possono utilizzare il telefono NHS 111 gratuito e il servizio online per esigenze mediche urgenti, consultare il farmacista locale per malattie minori e assicurarsi di disporre dei farmaci di cui hanno bisogno.
Rossella Gemma
 

Notizie correlate

15/01/2020

Influenza, +10-15% di vaccini antinfluenzali venduti. Bacchini: ottimo segnale da parte dei cittadini

Mentre la rete di sorveglianza Influnet dell'Istituto superiore di sanità (Iss) ha fatto sapere che i casi stimati di influenza, dal 30 dicembre al 5 gennaio, sono stati circa 286 mila...
20/12/2019

Informazione pubblicitaria offensiva, Federfarma agisce contro rivista Dipiù. Bacchini: “Atto dovuto a difesa della farmacia e dei cittadini”

Un’azione a livello penale nelle opportune sedi, nei confronti della rivista Dipiù che ha...
25/11/2019

Prevenzione, il Tour della salute chiude i battenti. Bacchini: ennesima dimostrazione del ruolo delle farmacie sul territorio

Dodicimila chilometri percorsi, quattordici città italiane toccate, cinquanta farmacisti coinvolti in più di seimila autoanalisi. Sono questi i numeri della straordinaria “carovana” durata...
12/11/2019

Verona, Daniotti (Banco Farmaceutico) smentisce stampa locale e conferma stima a Bacchini

Dopo l’articolo apparso su La Cronaca di Verona e del Veneto che parlava della presunta perdita della maggioranza da parte di Marco Bacchini a Verona per l’abbandono...
24/10/2019

Vaccinazioni in farmacia, in Francia è già realtà. Bacchini: “Standardizzazione dei processi esempio da seguire”

Mentre in Italia parte la campagna vaccinale contro l’influenza con i medici di medicina generale che lamentano la non reperibilità dei vaccini, se non in farmacia dove sono già disponibili, la Francia ha iniziato dal 15 ottobre scorso a praticare la vaccinazione contro l'influenza stagionale proprio nelle farmacie. Il processo è stato reso possibile grazie...


Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni