Vaccinazioni antinfluenzali, un successo la sperimentazione nella Carnia. Degrassi: “ruolo farmacie particolarmente importante”

13/02/2020 09:09:51
Un aumento del 5.2% del tasso di vaccinazioni in Carnia rispetto all'anno precedente che rappresenta, in termini di variazione percentuale, il miglior incremento distrettuale della regione (media +2.2%). E' uno dei risultati delle attività sperimentali avviate in Carnia con le farmacie di comunità per rafforzare la rete sanitaria e avvicinare il Sistema sanitario regionale (Ssr) al cittadino. Le iniziative hanno riguardato la distribuzione dei farmaci e di alimenti per specifici pazienti oncologici, ma soprattutto il rafforzamento dell'adesione alla campagna vaccinale oltre al già avviato servizio di prenotazione Cup.

“Siamo molto soddisfatti della sperimentazione fatta dalle farmacie per supportare la campagna di vaccinazione antinfluenzale – ha spiegato a Filodiretto il presidente di Federfarma Friuli Venezia Giulia e Udine, Luca Degrassi - Questa esperienza dimostra quanto le farmacie possano ancora fare per migliorare le cure e i programmi di salute. La sperimentazione si è svolta in zone di montagna della nostra regione, dove il Ssn è più critico più difficile e dove quindi il ruolo delle farmacie è particolarmente importante”.

Grazie alla sperimentazione, il tasso di vaccinazioni è aumentato rispetto all'anno precedente del +5.2% risultando, in termini di variazione percentuale, il miglior incremento distrettuale della regione (media +2.2%). La progettualità ha consentito per la prima volta al distretto della Carnia di raggiungere e superare il tasso di vaccinazione medio regionale negli over 65 (59,5% vs 59,3%). Una crescita ancora più rilevante è stata registrata nella vaccinazione antinfluenzale dei soggetti a rischio (persone sotto i 65 anni con patologie clinicamente rilevanti o a contatto con pazienti fragili e critici). Rispetto all'anno precedente i soggetti a rischio che hanno aderito alla vaccinazione sono stati oltre il 45% in più (dati provvisori).

“Il risultato di questa sperimentazione – aggiunge Degrassi - è stato ottenuto con uno straordinario lavoro di squadra in cui tutte le farmacie hanno partecipato attivamente a sostegno del medico di medicina generale, per dimostrare ancora una volta quanto questa sinergia si fondamentale per migliorare il sistema salute. Abbiamo già in corso un’analisi statistica ed epidemiologica con il supporto dell’università di Udine che possa fornire una evidenza clinica raggiunta con la sperimentazione”.

L'obiettivo della Regione è di estendere le iniziative anche alle oltre 400 farmacie o "punti salute" regionali diffusi sul territorio, così come indicati nella legge di riforma sanitaria, che possono contribuire a fornire servizi di prossimità assieme ai medici di medicina generale e ai pediatri di libera scelta, oltre a distribuire farmaci e che sono considerati presidi promotori di salute in particolare per le persone anziane, fragili e a rischio.

Grazie all'accordo è stata avviata anche la distribuzione attraverso le farmacie, di integratori alimentari destinati a pazienti neoplastici/disfagici per consentire al sistema sanitario regionale di avvicinare le specifiche esigenze assistenziali di questa tipologia di pazienti. La sperimentazione è partita solo su un distretto ma la Regione ne prevede l'estensione e l'aumento della distribuzione degli ausili.
Rossella Gemma

Notizie correlate

01/06/2020

Vaccinazioni antinfluenzali, Scotti: “Medico e farmacista, insieme per realizzare l’offerta organizzata per competenze sul territorio”

In tema di vaccinazioni antinfluenzali, l’unica strada percorribile è quella di valorizzare l’offerta organizzata per competenze del territorio convenzionato, ampliando dunque la collaborazione tra medici e farmacisti. A ribadirlo  - in una nota ufficiale - è Silvestro Scotti, segretario generale FIMMG...
28/05/2020

Campagne vaccinali, Federfarma annuncia collaborazione con Mmg e pediatri per aumento delle coperture

Stabilire le necessarie interazioni con i medici di medicina generale e i pediatri di libera scelta per la promozione e l’esecuzione di campagne vaccinali antinfluenzali nelle farmacie. E’ questo l’obiettivo...
28/05/2020

Collaborazione farmacie con medici famiglia e pediatri per l’aumento delle coperture vaccinali

Per corrispondere alle primarie esigenze di tutela della salute della popolazione, Federfarma ritiene imprescindibile stabilire le necessarie interazioni con i medici di medicina generale e i pediatri di libera scelta per individuare quei percorsi condivisi che - a similitudine di quanto avviene in altri Paesi dell'Unione europea - porti alla promozione e all'esecuzione di campagne vaccinali antinfluenzali nelle farmacie...
09/04/2020

Coronavirus: Federfarma Friuli VG fa una donazione per la raccolta fondi “#ioaiutoperilFVG

Il presidente di Federfarma Friuli Vg - Luca Degrassi - scrive agli associati per ringraziarli del loro impegno quotidiano e per metterli a conoscenza del fatto che per dare un segno...
14/02/2020

Vaccino antinfluenzale, ancora lontani dall’effetto gregge. Tra gli over 65 coperture ancora di poco superiori al 53%

Meno ricoveri per infarto e malattie respiratorie, minor utilizzo di antibiotici e aiuto al contrasto dei batteri resistenti: sono alcuni degli effetti positivi del vaccino contro l'influenza...


Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni