Dispositivi di protezione individuale, Mandelli chiede alle Istituzioni di salvaguardare i farmacisti

26/03/2020 08:43:40
«È arrivato il momento di prendere provvedimenti per salvaguardare i farmacisti che si sono confermati, anche in questa occasione, un avamposto fondamentale del Servizio sanitario nazionale». Questo l’appello che Andrea Mandelli, presidente della Fofi, rivolge al Presidente del Consiglio, al Ministro della Salute, al Capo del Dipartimento della Protezione civile e al Commissario Straordinario per l’emergenza Domenico Arcuri. La Federazione degli Ordini dei Farmacisti ha nuovamente presentato la richiesta di dotare al più presto i farmacisti di dispositivi di protezione individuale (Dpi). «La situazione ha da tempo superato il livello di guardia per le decine di migliaia di professionisti e di collaboratori che operano a diretto contatto con il pubblico ogni giorno senza una protezione adeguata – continua Mandelli - Professionisti che, come i colleghi dell’ospedale, temono per sé, per le proprie famiglie e per tutte le persone con cui entrano in contatto ogni giorno. Non tutelare anche i farmacisti significa mettere a rischio la possibilità per i cittadini di poter continuare ad accedere ai farmaci di cui hanno bisogno come hanno potuto fare finora. La capillarità delle farmacie e degli esercizi di vicinato è altresì fondamentale per ridurre gli spostamenti inutili e, quindi, la stessa diffusione del contagio».
A segnalare il problema della messa in sicurezza deli operatori in farmacia è stato anche Marco Cossolo, presidente di Federfarma, che, per sopperire alla mancanza di mascherine, ha invitato i colleghi a predisporre sul banco delle barriere in plexiglass. Per tutelare la categoria ha chiesto, inoltre, alle autorità di poter svolgere il servizio a battenti chiusi. Una richiesta di tutela dei farmacisti è arrivata, nei giorni scorsi, anche dai membri del Pgeu. «In questa emergenza, la fitta rete di farmacie svolge un ruolo vitale nel sostenere le comunità locali – ha dichiarato Duarte Santos, il presidente del Pgeu - I farmacisti sono uno dei primi punti di contatto tra i pazienti e il sistema sanitario e svolgono un ruolo chiave nell'identificazione e nella gestione di potenziali casi di Covid-19. Come tutti gli altri operatori sanitari in prima linea, devono essere protetti contro l'alto rischio di essere esposti al virus».
 
Data la scarsa presenza sull’intero territorio nazionale dei dpi, si sono verificati numerosi episodi di speculazione sui prezzi delle mascherine. Motivo per cui Federfarma ha chiesto alle Unioni Regionali e alle Associazioni Provinciali di segnalare eventuali abusi, per consentire alla Federazione di potersi costituire parte civile nei processi. Vittorio Contarina, presidente di Federfarma Roma e Lazio e vicepresidente Federfarma nazionale, fa sapere che su 19mila farmacie, sono stati riscontrati 4-5 casi in Italia di farmacisti disonesti: i quali «saranno cacciati da Federfarma e Federfarma si costituirà parte civile in un eventuale processo a loro carico». Contarina, però, ha precisato che «non sono i farmacisti a vendere le mascherine a un valore maggiorato, ma i dispositivi arrivano alle farmacie già a prezzi molto più alti del normale».

Notizie correlate

09/07/2020

Indagine sieroprevalenza, farmacie impegnate come principale presidio sanitario

Continua l’indagine di sieroprevalenza dell’infezione da virus SARS-CoV-2 avviata dal ministero della Salute e Istat, con la collaborazione della Croce Rossa Italiana, per mappare la situazione...
08/07/2020

Piano Autunnale Anti – Covid, Federfarma Bergamo e Ordine dei farmacisti

La provincia di Bergamo è stata una delle zone che ha pagato il prezzo più alto a causa del coronavirus. Il Sistema Sanitario regionale in tutte le sue articolazioni...
08/07/2020

Coronavirus: Ecdc non raccomanda guanti per proteggersi

L'uso dei guanti sterili per proteggersi dal virus SarsCov2 non è raccomandato, anche perché possono indurre a pensare di poter abbandonare l'igiene delle mani. È quanto fa sapere il Centro europeo per il controllo delle malattie (Ecdc) che invece li raccomanda agli operatori sanitari, come spiega in documento pubblicato sul suo sito. Sono ancora insufficienti i dati per raccomandare...
07/07/2020

Coronavirus: in 3 mesi autorizzati 350 nuovi disinfettanti. Ministero Salute, si torna al normale iter

Dall'inizio della pandemia Covid-19 ad oggi è stata autorizzata l'immissione in commercio di oltre 100 nuovi prodotti disinfettanti. E nei prossimi mesi si prevede il rilascio di ulteriori...
07/07/2020

Covid-19, Ue autorizza Remdesivir per trattamento in tempo record

La Commissione europea autorizza il medicinale Remdesivir per il trattamento contro la Covid-19. Un’autorizzazione che arriva in tempo record perché i dati sul Remdesivir...


Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni