Assistenza a domicilio per malati cronici, proposta Cittadinanzattiva per emendare Dl Cura Italia. Pieno sostegno da Federfarma

27/03/2020 09:04:47
Cittadinanzattiva lancia una proposta per emendare il disegno legge di conversione del c.d. “Cura Italia” per rafforzare l'assistenza socio-sanitaria e domiciliare per i malati cronici e rari, gli immunodepressi, gli acuti non ospedalizzati e le persone disabili non autosufficienti attraverso il finanziamento di piani straordinari triennali da parte delle Regioni.
 
Nello specifico, si prevede uno stanziamento pari ad un incremento di spesa, sul finanziamento sanitario corrente, di 300 milioni di euro per l'anno 2020, di 400 milioni di euro per l’anno 2021 e di 500 milioni di euro per l’anno 2022.
 
Le risorse necessarie per questo intervento sarebbero ricavate attraverso la revisione del regime fiscale vigente per i prodotti di tabacco riscaldato, rendendolo più omogeneo rispetto a quello previsto per le sigarette tradizionali: Cittadinanzattiva propone di portare lo sconto fiscale dei primi dal 75% attualmente previsto al 20%. Ciò permetterebbe di recuperare circa 400 milioni di euro per il 2020. Una parte degli introiti non inferiore al 5% del totale sarebbe inoltre destinata dalle Regioni al potenziamento dell'offerta di servizi per la cura del tabagismo e di problematiche fumo-correlate presso le Aziende Sanitarie Locali. 
 
“La proposta nasce dall’esigenza di incrementare, per l'attuale fase di emergenza e per il successivo periodo di normalizzazione, specifiche ed ulteriori misure di sostegno alle fasce di popolazione più fragili, sia in considerazione della momentanea sospensione - disposta dall’articolo 47 del Decreto Legge - delle attività di alcuni centri di assistenza (semiresidenziali, a carattere socio-assistenziale, socio-educativo, polifunzionale, socio-occupazionale, sanitario e socio-sanitario), sia per evitare ulteriori ospedalizzazioni che amplificherebbero il rischio di contagio ed andrebbero a gravare ulteriormente sulle attività delle strutture ospedaliere”, dichiara Antonio Gaudioso, segretario generale di Cittadinanzattiva.
 
La proposta è stata sottoscritta da 64 tra Associazioni e Federazioni tra queste Federfarma.
 
“Ringraziamo le numerosissime organizzazioni civiche, associazioni di pazienti, federazioni e ordini professionali, società scientifiche e rappresentanti del mondo delle imprese che l’hanno già sottoscritta e ci appelliamo a tutte le forze politiche affinché accolgano il nostro appello”.
 
Pieno l’appoggio che arriva dal presidente di Federfarma, Marco Cossolo. “Concordo pienamente con l’appello lanciato da Cittadinanzattiva al Governo. In questo momento di emergenza ma, più in generale, con una popolazione che invecchia e ha sempre maggiori necessità di cure e di assistenza, è sicuramente necessario  avere risorse per poter assistere a domicilio i malati cronici, anche per alleggerire i costi economici e sociali  legati ai ricoveri ospedalieri”, conclude Cossolo.
Rossella Gemma

Notizie correlate

06/06/2019

Assistenza sanitaria integrativa, l’Enpaf annuncia convenzione con Emapi

Federfarma informa di aver ricevuto dall’Enpaf lo scorso 4 giugno, la nota con la quale è stato reso noto che dallo scorso 1° maggio ha avuto avvio l’annualità 2019/2020...
13/12/2018

Assistenza territoriale, dal Pit Salute cifre desolanti. Gaudioso: “Farmacie anello chiave per implementazione”

“La competenza del farmacista e la piena attuazione della ‘Farmacia dei servizi’ possono diventare l’anello fondamentale per implementare l’assistenza territoriale”...
18/07/2018

Assistenza sanitaria integrativa, le precisazioni dell’Enpaf

L’Enpaf ha fatto sapere, in una lettera inviata a Federfarma, che in tema di Long Term Care (Tutela della Non Autosufficienza/Ltc), per attivare la relativa copertura assistenziale in presenza della Sindrome di Parkinson o di Alzheimer, è necessario che...
15/06/2017

Enpaf, approvate dai Ministeri sanità integrativa e Long term care

Si aggiungerà a breve anche l’Enpaf all’elenco delle casse di previdenza private che offrono ai propri iscritti sanità integrativa e programmi di assistenza per invalidità e non autosufficienza. Nei giorni scorsi, infatti, i ministeri del Lavoro e delle Politiche Sociali...
25/07/2016

Sanità: Mes, Toscana a top centra 'bersagli' performances

Una buona gestione dell'assistenza ospedaliera e un primato per quella domiciliare mentre restano da migliorare la spesa farmaceutica e le liste d'attesa per gli interventi chirurgici di carattere oncologico. E' la fotografia delle performance della sanità Toscana che emerge dal confronto...


Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni