Rischio sprechi e ritardi, 50 mila studi per Covid. L’Ema lancia l’allarme

12/05/2020 08:46:36
La straordinaria corsa globale per trovare il più velocemente possibile farmaci e vaccini comporta il rischio collaterale di perdere lungo la strada importanti risorse economiche e intellettuali. L'alert arriva dal direttore esecutivo dell'Ema (Agenzia europea per i medicinali) Guido Rasi che riverisce una cifra inedita. "Complessivamente in tutto il mondo sono stati lanciati circa 50.000 studi clinici per studiare una risposta terapeutica alla pandemia da COVID-19.
L'Agenzia Europea per i Medicinali aveva lanciato un appello alla centralizzazione delle risorse per evitare l'eccessiva dispersione di energie ma è chiaro che solo qualcuno ci ha ascoltato", ha detto intervenendo a Caffe' Europa su Rai Radio1, per fare il punto sull'emergenza sanitaria in corso.

"A livello europeo le cose sono migliorate ma scontiamo la mancanza di una struttura centralizzata che autorizzi gli studi clinici e la dispersione è inevitabile" ha aggiunto Rasi che ha auspicato la "nascita di una agenzia centralizzata per la ricerca europea che sarebbe una risorsa formidabile per tutto il Continente, sulla falsariga delle strutture già esistenti in Usa e Giappone", capace di coordinare risorse e menti. "A gennaio - ha ricordato Massimo Scaccabarozzi, presidente di Farmindustria nel corso dell'iniziata "Fattore J" di lezioni online di salute e scienza per i ragazzi delle superiori - quando è stata messa a disposizione la sequenza genetica del virus iniziò subito la ricerca sul vaccino. Fino a qualche settimana fa avevamo 25 candidati, poi 40, 80. Oggi siamo a più di 100 vaccini, di cui alcuni già in fase sperimentale sull'uomo. Siamo certi che molti non arriveranno alla fine del loro percorso della fase 2".
 

Notizie correlate

27/10/2020

Coronavirus, nuovo Dpcm. Conte: "Dobbiamo fare il possibile per proteggere insieme salute ed economia"

Chiusura di ristoranti, bar, gelaterie e pasticcerie alle 18 nei giorni feriali e la domenica. Stop a cinema, teatri, casinò, sale scommesse. Stop a palestre, piscine, centri...
27/10/2020

Test sierologici in farmacia, in Emilia Romagna oltre 18mila in tre giorni. Via libera anche a Verona

Oltre 18mila i test sierologici rapidi e gratuiti che, in soli 15 minuti, consentono di capire se una persona ha sviluppato gli anticorpi prodotti dal sistema immunitario in risposta...
26/10/2020

Coronavirus, Magrini (Aifa): "Anticorpi monoclonali a inizio 2021"

In attesa di un vaccino, la grande speranza contro i casi più gravi di Covid-19 è riposta “negli anticorpi monoclonali, che potrebbero essere disponibili già nei primi mesi del 2021. Ma, per ora, cortisone ed eparina sono i due farmaci che hanno mostrato migliori benefici...
23/10/2020

Tamponi rapidi in farmacia: Federfarma pronta a collaborare per definire rapidamente le procedure

La possibilità di effettuare i tamponi rapidi in farmacia, preannunciata dal ministro della Salute Roberto Speranza, costituisce un’importante opportunità per i cittadini e per...
20/10/2020

Malattie reumatiche, -40% di nuove diagnosi durante pandemia. Cossolo: “Farmacista punto di riferimento”

Uno degli aspetti più critici che la pandemia da Covid-19 ha portato con sé è stata la netta riduzione degli esami diagnostici a causa delle restrizioni imposte dalle autorità per contrastare il virus. Ne è una conferma il calo del 40% (39,8%), rispetto al 2019, delle diagnosi delle patologie reumatologiche, a livello nazionale...


Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni