Oppioidi, arriva il no dall’Aifa per l’utilizzo in caso di dolore lieve

06/07/2020 09:00:16
No all'utilizzo di farmaci oppioidi per dolore lieve e no all’uso di oltre 30 giorni per quelli a base di tramadolo. A precisarlo è l'Agenzia Italiana del Farmaco (Aifa) che richiama l'attenzione degli operatori sanitari sulle indicazioni terapeutiche autorizzate dei medicinali oppioidi, con particolare riferimento a quelli contenenti fentanile e tramadolo, sottolineando che “non comprendono il dolore di lieve entità". Un messaggio che ha come obiettivo, si legge nella nota di dettare le “indicazioni appropriate senza rischiare di penalizzare l'utilizzo degli oppioidi nella terapia del dolore". Coinvolti da uno scandalo di sovraprescrizione negli Stati Uniti, gli oppioidi sono potenti antidolorifici ma possono dare dipendenza e effetti collaterali come sonnolenza e confusione mentale.

A seguito di una recente disposizione, inoltre, ricorda Aifa, "è stata introdotta la limitazione della durata massima di terapia a 30 giorni per medicinali contenenti il principio attivo tramadolo da solo e/o in associazione". Pochi giorni fa l'Aifa aveva inviato anche una comunicazione alle aziende titolari di Autorizzazione all'immissione in commercio (Aic) di oppioidi, indicando che quelli vendibili al pubblico devono contenere in etichetta informazioni precise "in considerazione del fatto che alcuni pazienti potrebbero non essere consapevoli del contenuto del medicinale, soprattutto se esso ha un nome di fantasia". Pertanto, le confezioni dovranno prevedere, in modo ben visibile, un rettangolo contenente l'avvertenza "contiene oppioide, può dare dipendenza".

Notizie correlate

31/07/2020

Spesa farmaceutica. Aifa: nei primi 3 mesi del 2020 convenzionata sotto il tetto. La diretta sfora

A livello nazionale la spesa farmaceutica complessiva nei primi 3 mesi del 2020 si è attestata a 5.380,3 mln di euro, evidenziando uno scostamento assoluto rispetto alle risorse complessive del 14,85% pari a 960 mln di euro, corrispondente ad un’incidenza percentuale sul FSN del 18,08%. Il 2020, dunque, segue la linea degli ultimi anni con la spesa farmaceutica ospedaliera che va oltre il tetto di spesa e la...
10/07/2020

Farmaci a base di Montelukast, Aifa: rischio insorgenza effetti indesiderati di tipo neuropsichiatrico

L’assunzione di medicinali a base di montelukast può manifestare effetti indesiderati di tipo neuropsichiatrico. A segnalarlo è l’Agenzia Italiana del Farmaco. Federfarma, in una circolare, richiama l’attenzione dei medici e dei farmacisti su tali effetti indesiderati segnalando che sono noti e menzionati nel Riassunto delle Caratteristiche del Prodotto (Rcp) delle specialità a base di montelukast...
23/06/2020

Nuovi anticoagulanti orali, Aifa: prescrizione ai medici di famiglia. Ricadute per le farmacie

Lo scorso 17 giugno l’Aifa ha pubblicato in Gazzetta Ufficiale la Determinazione dal titolo “Adozione della Nota 97 relativa alla prescrivibilità dei nuovi anticoagulanti orali ai pazienti...
19/06/2020

Farmaci oppiodi, nuove avvertenze Aifa: su etichette va indicato il rischio dipendenza

"Contiene oppioide. Può dare dipendenza". È la frase che dovrà essere riportata "in modo ben visibile" sulle etichette di questa categoria di medicinali secondo l’Agenzia italiana del farmaco (Aifa). Lo si legge in una comunicazione inviata dall’ente regolatorio alle aziende titolari di Autorizzazione all’immissione in commercio (Aic)...
29/05/2020

Idrossiclorochina, Aifa blocca medicinale per trattamento Covid-19. Le indicazioni di Federfarma per la distribuzione

L’Aifa in attesa di ottenere prove più solide dagli studi clinici in corso in Italia e in altri paesi (con particolare riferimento a quelli randomizzati), sospende l’autorizzazione all’utilizzo...


Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni