Bilancio pandemia, Oms: "Pesante impatto su vaccinazioni e cure cancro"

04/08/2020 11:16:33
"Oltre al bilancio diretto di Covid-19, il Comitato d'emergenza Covid-19 ha preso atto dell'impatto sulla salute che l'interruzione dei servizi sanitari sta avendo su una serie di altre malattie. Ciò aggrava quanto già sappiamo sulla riduzione della copertura immunitaria, sullo screening e sulla cura del cancro e sui servizi di salute mentale". Lo ha sottolineato il direttore generale dell'Organizzazione mondiale della sanità, Tedros Adhanom Ghebreyesus, in conferenza stampa a Ginevra, ricordando che nei giorni scorsi il Comitato di emergenza ha confermato che la pandemia rappresenta un'emergenza di sanità pubblica internazionale. "È stato un momento per riflettere, a distanza di sei mesi, da quando la commissione ha" dichiarato "che l'epidemia costituiva un'emergenza di sanità pubblica di interesse internazionale. All'epoca, il 30 gennaio, c'erano meno di 100 casi e nessun decesso al di fuori della Cina. Quando il Comitato si è riunito tre mesi fa, erano stati segnalati all'Oms tre milioni di casi e oltre 200.000 morti. Da allora, il numero di casi è aumentato di oltre cinque volte a 17,5 milioni e il numero di morti è più che triplicato, passando a 680.000", ha detto il Dg. 

Ghebreyesus ha poi spiegato che "un sondaggio su 103 paesi tra metà maggio e l'inizio di luglio ha rilevato che il 67% dei Paesi riferisce interruzioni nei servizi di pianificazione familiare e contraccezione. Più della metà dei paesi ha segnalato l'interruzione dei servizi di assistenza prenatale e più di un terzo dei paesi ha segnalato l'interruzione dei servizi neonatali dei bambini. Oltre all'impatto sulla salute, abbiamo visto tutti - ha detto - il danno che Covid-19 ha causato socialmente, economicamente e politicamente". Il Comitato d'Emergenza "ha avanzato una serie di raccomandazioni affinché i paesi continuino ad attuare per tenere sotto controllo il virus. Queste - ha ricordato - vanno dalla condivisione delle migliori pratiche, al miglioramento dell'impegno politico e della leadership per strategie nazionali e attività di risposta guidate da scienza, dati ed esperienza".

Ultime notizie

21/09/2020

Influenza, Speranza: “Al lavoro per aumentare dosi vaccino in farmacia”

Con le farmacie stiamo lavorando in queste ore nella direzione giusta per aumentare il numero dei vaccini disponibili nei loro esercizi". Così il ministro della Salute Roberto Speranza in un’intervista a Qn conferma l’impegno di queste ore per giungere al più presto a una conclusione positiva della vicenda sulla disponibilità dei vaccini antinfluenzali nelle farmacie di comunità...
21/09/2020

Motore sanità, Tobia: “Farmacie in prima linea in tutte le fasi dell’emergenza sanitaria”

“Tengo a sottolineare l’impegno garantito dalle farmacie nelle varie fasi dell’emergenza sanitaria. Le farmacie sono state tra i pochi esercizi rimasti sempre aperti fin dalle prime fasi dell’emergenza sanitaria, ampliando anche gli orari di apertura e impegnandosi a supportare cittadini disorientati e spaventati dalle notizie allarmanti via via diffuse...
21/09/2020

Influenza, Aifa: “Alta copertura con 17 mln di dosi di vaccino”

"Con oltre 17 milioni di dosi disponibili, la copertura vaccinale contro l'influenza risponde ampiamente al fabbisogno della popolazione italiana, rispettando le nuove raccomandazioni del ministero della Salute. Un dato rassicurante, considerato che nel 2019, sono state distribuite 12,5 milioni di dosi coprendo il 53-54% della popolazione...
21/09/2020

Distribuzione intermedia, Alessandro Morra confermato presidente Adf

Nominati i nuovi vertici dell'Associazione dei distributori intermedi del farmaco (Adf) per il triennio 2020-2023. L'assemblea dell'associazione ha confermato, all'unanimità, Alessandro Morra alla presidenza. Confermati anche i tre vicepresidenti: Alessandro Albertini, Ornella Barra, Luca Sabelli. Morra, ingegnere, Cavaliere del Lavoro, fondatore e presidente della So.Farma.Morra Spa, è presidente Adf da maggio 2019...
21/09/2020

Vaccino Covid, è incognita sui tempi. 'No alle scommesse'

"Come Unione Europea stiamo chiudendo un pacchetto 6+1, quello di AstraZeneca, che coinvolge nella produzione anche l'Italia, è uno dei sei ed è in fase più avanzata. Il contratto prevede, se la sperimentazione andrà bene, che le prime dosi possano arrivare...


Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni