Farmacia dei servizi, intervento di farmacisti di comunità migliora aderenza a terapia. Lo studio

26/10/2020 09:10:45
Quando il farmacista territoriale entra a far parte del team multidisciplinare e diventa coordinatore del percorso di cura del paziente diabetico, l’aderenza alla terapia raggiunge livelli nettamente superiori. È quanto emerso dallo studio sul ruolo del farmacista territoriale e farmacia dei servizi nel case management del paziente diabetico, condotto da Raffaele la Regina, Dario Pandolfi, Nicola Stabile, Lucio Beloni, Fulvio Glisenti, Paola Griggio, Micaela La Regina e Giuseppe La Regina.
«Lo studio, condotto in un setting di cure rurale, ha visto il coinvolgimento di una farmacia rurale campana, 40 pazienti affetti da diabete mellito di tipo 2, 8 medici di medicina generale e due medici specialisti in diabetologia». A raccontarlo a Filodiretto è Raffaele La Regina, farmacista che ha guidato lo studio, sottolineando che la ricerca è stata effettuata con il supporto «di partner tecnologici: Htn, NexSite e Bsi». In questo modo, è stato possibile «costruire e sperimentare un modello in cui il farmacista territoriale, entrando a far parte realmente del team multidisciplinare, diventa il coordinatore del percorso di cura del paziente diabetico. In questo modo, il paziente non solo ha una figura di riferimento costantemente raggiungibile, ma ha anche la possibilità di eseguire la maggior parte delle prestazioni necessarie in farmacia in qualsiasi momento della giornata», dichiara La Regina.
L'obiettivo principale di questo studio pilota è esplorare il potenziale inespresso dei servizi della farmacia e, soprattutto, dei farmacisti di comunità nella gestione delle malattie croniche, insieme a medici di base e specialisti, al fine di migliorare in modo sostenibile la qualità della cura del diabete. I pazienti con diabete mellito di tipo 2 rappresentano un particolare tipo di soggetto cronico, che ha poca consapevolezza della potenziale evoluzione della malattia in quanto presenta una scarsa sintomatologia; incidono negativamente anche la scarsa informazione e la mancanza di una figura professionale di riferimento facilmente accessibile. E, infatti, «i risultati hanno dato ragione al modello» sperimentato. La Regina spiega che «L’aderenza al percorso di cura - che sappiamo essere bassissima nei pazienti diabetici, come evidenziato da una recente indagine della Regione Emilia-Romagna - ha raggiunto un valore medio del 98%. Inoltre indicatori clinici di malattia, come emoglobina glicata ed altri parametri, sono migliorati a vista d'occhio ed è stata effettuata una diagnosi precoce di numerose complicanze».
Risultati positivi che, pertanto, mettono in luce due aspetti: «da una parte, che un modello di cura snello ed agile è la soluzione giusta per un sistema sanitario nazionale sostenibile. Dall’altra parte, che le farmacie territoriali, se correttamente inserite nei Team multidisciplinari, sono il partner giusto per effettuare una vera e concreta territorializzazione delle cure», conclude il farmacista.
Lo studio integrale è disponibile al link che segue https://www.mdpi.com/2226-4787/8/4/193

Anna Capasso

Notizie correlate

26/11/2020

Ruolo sociale della farmacia, al via audit civico di Cittadinanzattiva

Un audit civico per rilevare su scala nazionale la qualità dei servizi offerti dalle farmacie, capire quanto le farmacie siano un presidio del sistema sanitario nazionale e valorizzare il ruolo sanitario e sociale della farmacia stessa. L’iniziativa è stata presentata da Cittadinanzattiva durante l'incontro virtuale "Percorsi di Audit Civico per farmacie a misura dei cittadini" a FarmacistaPiù....
25/11/2020

Covid-19, Federfarma Calabria: Servizi efficaci ed efficienti dalle farmacie

Anche in Calabria, dove la sanità  è oggetto in questo periodo di pesanti critiche le farmacie hanno dimostrato di essere in grado di offrire ai cittadini un servizio efficace ed efficiente, all’avanguardia a livello nazionale. A sottolinearlo una nota di...
11/11/2020

Prenotazione prestazioni specialistiche in farmacia, accordo tra Federfarma Avellino e Asl locale

Ad Avellino si potranno prenotare prestazioni specialistiche ambulatoriali e pagare il ticket presso le farmacie territoriali convenzionate. E’ quanto prevede la convenzione siglata tra l’Azienda Ospedaliera San Giuseppe Moscati di Avellino e la Federfarma locale. L’intesa raggiunta mira a ottimizzare i tempi di attesa...
05/11/2020

Farmacia dei servizi, nel Lazio riparte la sperimentazione. Al via i corsi di formazione

La Regione Lazio ha disposto il riavvio della sperimentazione dei servizi in farmacia e ha definito un cronoprogramma che prevede l’arruolamento dei pazienti a decorrere dal...
21/10/2020

Farmacia dei servizi: programma di Formazione Fofi/Fondazione Cannavò. Indicazioni per l’accesso ai corsi FAD

Federfarma invita le farmacie associate a partecipare al programma di formazione predisposto da FOFI e Fondazione Cannavò in vista della ripresa della sperimentazione della Farmacia dei servizi. Tale programma è finalizzato a mettere le farmacie in grado di svolgere le attività sperimentali previste dalle Linee guida ministeriali...


Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni