Assemblea Sunifar, Petrosillo: “Telemedicina e una proposta di legge con misure per le rurali al centro del dibattito”

09/02/2021 08:50:11
Iniziative in tema di comunicazione, telemedicina e una proposta di legge da presentare alle Camere. Si è mossa lungo questa direttrice l’assemblea Sunifar dello scorso 3 febbraio. “Un atto formale, ma soprattutto l’occasione per condividere con i farmacisti rurali tutte le iniziative che stiamo portando avanti sia dal punto di vista legislativo, sia da quello operativo sui territori” spiega a Federfarma Channel Gianni Petrosillo, presidente del Sunifar.

Sul fronte della telemedicina, Petrosillo ha spiegato come la normativa approvata con il ‘Decreto Ristori’ dello scorso dicembre “abbia aperto una enorme opportunità per le rurali perché si concede la possibilità di erogare a costo zero, o quasi, servizi di telemedicina anche in regime di SSN”. “Abbiamo chiesto una particolare attenzione per le aree interne e montane, ma anche più in generale per i centri abitati che hanno una popolazione sotto i 3mila abitanti”.
Con la legge n. 176 di dicembre, che converte il Decreto Ristori, le farmacie rurali possono accedere ad un credito di imposta nella misura del 50 per cento, fino ad un massimo di 3mila euro, per il noleggio o l’acquisto di dispositivi di telemedicina. Il fondo stanziato è di 10,7 milioni di euro. “Stiamo attendendo - precisa Petrosillo - un decreto, che arriverà tendenzialmente per fine febbraio, in cui si daranno le specifiche attuative di questa norma che comunque è già legge”.

Non solo. “Abbiamo chiesto a Promofarma – ha aggiunto Petrosillo - di promuovere un’offerta commerciale e a Credifarma di formulare una proposta finanziaria dedicata, per sostenere ancora di più le farmacie rurali che vogliono acquistare o noleggiare strumenti di telemedicina”.

Altro tema importante dell’Assemblea, la formulazione di una proposta di legge da presentare alle Camere che contenga altre misure necessarie per le rurali. “Si pensi, per esempio, all’obbiettivo di riportare fuori dal computo del fatturato Ssn gli importi percepiti per la  dpc e per l’assistenza integrativa, il cui peso è determinante per collocare la farmacia sopra o sotto le soglie che danno diritto agli sconti SSN agevolati, ma non impatta allo stesso modo nelle diverse regioni. La proposta prevede, - conclude Petrosillo – oltre alla possibilità di congelare le aperture di nuove farmacie nei comuni con meno di mille abitanti, l’istituzione di un fondo per i servizi di prossimità che garantisca la copertura economica delle diverse misure, quali: le analisi di  prima istanza, la garanzia di presenza di ambulatori di assistenza primaria,  i farmaci della diretta in DPC e altro ancora”.  
Rossella Gemma

Notizie correlate

01/05/2021

Recovery Plan, Petrosillo: “Rurali come perno della strategia di rilancio aree interne. Grande passo avanti”

Le farmacie rurali come perno della strategia di rilancio per le aree interne, con la previsione di risorse pubbliche per favorire gli investimenti necessari ad erogare nuovi Servizi. E’questo uno dei progetti del Recovery plan il Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr) che...
29/03/2021

Proposta Carfagna, Petrosillo: “Grande soddisfazione per iniziativa a favore di farmacie in piccoli comuni”

«Dispensazione del farmaco, presa in carico del paziente cronico e telemedicina». Sono questi i tre pilastri su cui si basa l’impegno delle farmacie. In questo quadro nasce  l’iniziativa della ministra per il Sud e la Coesione territoriale, Mara Carfagna, come ricorda il presidente Sunifar Gianni Petrosillo nel corso di un’intervista a Federfarma channel. Durante l’audizione presso le Commissioni Bilancio e Politiche UE di Camera e Senato, la ministra ha proposto di destinare importanti quote di finanziamento pubblico a favore delle farmacie...
18/02/2021

Digitalizzazione e telemedicina, Petrosillo: “Le farmacie hanno raggiunto livelli senza precedenti”. Ora accelerare su banda larga

In pochi anni, la farmacia italiana ha vissuto una evoluzione impensabile solo fino a pochi anni fa anche grazie alla digitalizzazione dei processi. Ma per completare gli sviluppi della telemedicina e della digitalizzazione, soprattutto nelle zone più interne e disagiate del Paese, è necessaria un’accelerazione sui...
12/02/2021

FIP su telemedicina e digitalizzazione in sanità, “farmacisti ruolo fondamentale già dall’università”

Prevedere nelle facoltà di Farmacia corsi volti a sviluppare competenze digitali nel settore farmaceutico. Questa l’indicazione fornita dalla Federazione internazionale farmaceutica (Fip), nel documento “Fip digital...
10/02/2021

Telemedicina, ministero della Salute e Regioni al lavoro per indicazioni uniformi su territorio nazionale

Con riferimento al documento approvato lo scorso dicembre in Conferenza Stato-Regioni sull’erogazione di prestazioni di telemedicina, Ministero della Salute e Regioni condividono la necessità di fornire indicazioni uniformi sul territorio nazionale. Un tema che tocca da vicino anche la farmacia, dopo che sono state individuate cinque attività di tipo ambulatoriale erogabili a...


Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni