Farmacie, IQVIA: salgono del 14% le vendite online nel 2021

16/03/2022 09:12:32
Secondo i dati di Iqvia, in Italia continua il trend di crescita delle vendite di farmaci online passando da 383,1 milioni di euro nel 2020 a 437,3 milioni nel 2021. Aumento ancora più accentuato se confrontato con il 2019, anno pre-pandemico, durante il quale sono stati acquistati prodotti per un totale di 229,6 milioni di euro. Considerando che in Italia è possibile vendere online soltanto i farmaci da automedicazione e non quelli etici - ricorda Iqvia - il fatturato dell'e-commerce ha pesato per circa il 4% del mercato nel 2021. Le macrocategorie di prodotti hanno registrato tutte un forte aumento, in particolare: gli integratori notificati (vitamine, minerali, probiotici, prodotti per capelli e unghie, etc.) hanno complessivamente fatturato 215,2 milioni, in aumento del 17% rispetto al 2020; il comparto cura della persona (cosmetici, creme, shampoo etc.) ha registrato vendite online per 141,3 milioni (+12,3%), mentre i farmaci di automedicazione hanno aumentato il loro fatturato del 7,7% a 45 milioni. La categoria dei dispositivi medici in cui rientrano le mascherine, i saturimetri, i termometri, etc. ha fatturato 141,3 milioni di euro con un aumento rispetto al 2020 del 12,3%. Da ultimo, i prodotti nutrizionali (latte in polvere, alimenti per celiaci, etc.) sono aumentati del 17,7% a 12 milioni.
 
La prima sottocategoria a valori è stata quella dei prodotti per la bellezza femminile, che ha registrato un fatturato di 59,6 milioni di euro (+13,8% rispetto al 2020). A seguire gli integratori vitaminici e minerali che hanno registrato vendite per 52,7 milioni, con una crescita del fatturato online del 15,3%. Gli analgesici da banco hanno realizzato un fatturato di 21,5 milioni (+17,4%). Soltanto la categoria dei prodotti per tosse e raffreddore ha visto un leggero calo a valori del 1,4% a 20,5 milioni, mentre nel 2020 aveva visto un aumento del 127% rispetto al 2019. Le dieci sottocategorie più vendute online (prodotti beauty-care, integratori, prodotti per l'apparato digestivo, per l'apparato circolatorio, gli analgesici) hanno totalizzato il 72% del mercato online.

Notizie correlate

18/06/2022

Dpc +9,8% rispetto a 2021: i dati IQVIA

Nel primo trimestre 2022, secondo i dati IQVIA, il consumo di farmaci distribuiti in Dpc ha subito un aumento pari al 9,8% rispetto allo stesso periodo del...
21/01/2022

Vendite online illegali di farmaci veterinari, dall’Europa misure più incisive per il contrasto

E’ stata approvata la Legge europea 2019/2020 che dispone misure più incisive per il contrasto alle vendite online illegali di farmaci veterinari, di prodotti cosmetici e...
15/09/2021

Mercato farmacia, nella prima settimana di settembre si torna ai valori del pre-pandemia. Il report Iqvia

fonte PharmacyScanner del 13 settembre 2021

Il mercato della farmacia recupera il trend favorevole tornando ai valori di pre-pandemia. Lo evidenziano i dati Iqvia, che ha aggiornato numeri e tendenze del canale ai...
21/04/2021

Prodotti omeopatici, cresce l’acquisto online. Rischi per provenienza e mancata consulenza del farmacista

Il consumo di prodotti omeopatici e il relativo acquisto on line, cresce con il perdurare della pandemia. Parallelamente cresce anche il rischio di perderne tracciabilità della provenienza e...
26/01/2021

Vendita illegale farmaci on line: Federfarma scrive ad Aifa per segnalare iniziativa "Farmacia Valore Salute"

Nella consueta opera di segnalazione di siti Internet attivi nella vendita illegale di farmaci, Federfarma ha scritto ad Aifa affinché richieda l’oscuramento del sito relativo all’iniziativa commerciale di SPEM S.p.A...


Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
Cliccando su “Accetta tutti i cookie”, viene accettata la memorizzazione, sul dispositivo, dei cookie che servono a migliorare la navigazione del sito e analizzare l'utilizzo del sito.
Maggiori informazioni