Distribuzione farmaci, Egualia: Troppe differenze sul territorio a danno dei cittadini

17/03/2022 08:58:52
In violazione del principio di universalità del nostro Servizio Sanitario Nazionale, «le scelte regionali in materia di distribuzione dei medicinali per controllare la spesa hanno prodotto spesso una vera sperequazione territoriale a danno dei cittadini, riconoscendo diversi livelli di accesso alle cure». A segnalare le criticità della distribuzione diretta e per conto dei farmaci è EGUALIA, che rappresenta l’industria dei farmaci generici equivalenti, biosimilari e value added medicines in Italia, ascoltata nell’ambito dell’indagine conoscitiva in materia in corso presso la Commissione Affari Sociali alla Camera. Tra i principali effetti negativi derivanti dall’uso inappropriato delle forme di distribuzione alternativa a quella convenzionata, figurano tra l’altro, secondo EGUALIA, l’annullamento del rapporto frequente e di fiducia del paziente con il medico e il farmacista, determinato dall’approvvigionamento dei farmaci in un'unica soluzione a inizio ciclo di terapia; i costi aggiuntivi per il sistema e il rischio di mancata aderenza alla terapia; il sovraccarico delle farmacie ospedaliere; la disomogeneità nella dispensazione dei farmaci nelle diverse Regioni. 
 
«Per legge - spiega l’associazione - il meccanismo del Prontuario ospedale-territorio (PHT) - ovvero l’acquisto diretto da parte del SSN di farmaci da distribuire tramite le strutture pubbliche o tramite accordi con le farmacie - dovrebbe riguardare solo specifiche categorie di prodotti: quelli che richiedono un controllo ricorrente del paziente, quelli destinati a pazienti in ADI o in RSA, quelli per il primo ciclo di terapia dopo ricovero o visita specialistica ambulatoriale. Viceversa, oggi sono soggetti a questa forma di distribuzione intere categorie di farmaci di uso pluridecennale nella pratica clinica, prescrivibili, o potenzialmente prescrivibili dal medico di famiglia». 
 
Risulta necessario, quindi, secondo EGUALIA, «un riordino delle norme in materia che determini un quadro omogeneo tra Regioni. In particolare, i farmaci che possono essere prescritti dal medico di Medicina Generale, specialistici e non, dopo valutazione della Commissione Tecnico Scientifica di AIFA, dovrebbero rientrare subito nel regime della spesa convenzionata. E il PHT dovrebbe diventare un contenitore temporaneo di farmaci che hanno bisogno di una fase di monitoraggio e controllo, distinguendo al suo interno i farmaci che possono essere distribuiti tramite le farmacie territoriali con la distribuzione per conto e farmaci che, per esigenze di controllo, hanno bisogno di essere distribuiti unicamente in ambiente ospedaliero». 

Notizie correlate

24/03/2022

Distribuzione farmaci, Moratti (Regioni): “Promuovere territorialità e nuova remunerazione per farmacie”

“Dobbiamo chiederci se il modello attuale distributivo dei farmaci, così complesso, ha ancora senso. E se l'intervento sulla stabilizzazione della spesa non si può fare in altro modo, con una nuova remunerazione per le farmacie”. A segnalare le criticità della distribuzione diretta e per conto dei farmaci è Letizia Moratti, vicecoordinatrice della commissione Salute della Conferenza delle Regioni...
16/03/2022

Distribuzione per Conto: Relazione Sunifar in Commissione Affari Sociali della Camera

Nella sua relazione innanzi alla Commissione Affari Sociali della Camera dei deputati nell’ambito dell’Indagine conoscitiva in materia di "distribuzione diretta" dei farmaci per il tramite delle strutture sanitarie pubbliche e di "distribuzione per conto" per il tramite delle farmacie, il presidente...
03/03/2022

Distribuzione farmaci, cresce quella “per conto” e cala la “diretta”. Il report dell’AIFA

Negli ultimi anni si è registrato un incremento della distribuzione dei farmaci attraverso il canale per conto e una corrispondente riduzione della distribuzione diretta. I...
26/02/2022

Egualia rinnova cariche direttive. Enrique Häusermann confermato alla presidenza

Confermati dall’Assemblea di EGUALIA, l’associazione dei produttori di farmaci equivalenti, tutti i vertici associativi: a guidare l’associazione sarà ancora una volta Enrique Häusermann (Injectalia S.r.l), confermato alla presidenza. Lo affiancheranno in consiglio di presidenza, nel ruolo di...
21/01/2022

Distributori Farmaceutici, Walter Farris nuovo Presidente ADF

Walter Farris è il nuovo Presidente ADF, l’Associazione di categoria delle aziende italiane del settore della Distribuzione Intermedia Farmaceutica. Ringraziando il Consiglio...


Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
Cliccando su “Accetta tutti i cookie”, viene accettata la memorizzazione, sul dispositivo, dei cookie che servono a migliorare la navigazione del sito e analizzare l'utilizzo del sito.
Maggiori informazioni