Vaccini, industria farmaci: “Riservare quota per Paesi poveri”

21/07/2022 09:02:14
L’IFPMA, l'associazione internazionale dell'industria biofarmaceutica, ha proposto di riservare una quota di produzione di vaccini, trattamenti e diagnostica alle popolazioni dei Paesi a basso reddito in caso di pandemia. Durante il Covid "gli sforzi per ottenere un accesso equo non sono stati pienamente realizzati", spiega una nota dell'organizzazione. "Un prerequisito per il successo - prosegue - è garantire che i sistemi sanitari nei Paesi a basso reddito siano meglio preparati ad assorbire e fornire vaccini e trattamenti e che i Paesi ad alto reddito forniscano il necessario sostegno politico e finanziario". La proposta lanciata da IFPMA è indirizzata al G7 e al G20. Plaude all'iniziativa Jose' Manuel Barroso ex presidente della Commissione europea e oggi alla guida dell'Alleanza mondiale per i vaccini GAVI. "Spero che i leader politici facciano la loro parte", ha dichiarato IFPMA porterà la proposta al G7 e al G20. La proposta è "solo un primo passo", ha dichiarato il Dg di IFPMA Thomas Cueni, per "plasmare un futuro in cui tutti sono meglio protetti dalla minaccia delle pandemie".

Notizie correlate

23/07/2022

Crisi energetica, l’industria dei generici: “Non lasciate la farmaceutica senza gas”

In caso di carenza di energia e restrizioni energetiche in Europa, “chiediamo una priorità speciale ed esortiamo i Governi a mantenere l'approvvigionamento energetico ai siti di produzione di medicinali”. È l’appello lanciato da Medicines for Europe, l'associazione che rappresenta le aziende europee produttrici di farmaci equivalenti, biosimilari e Value added medicines, in occasione della pubblicazione del piano della Commissione europea per far fronte alle riduzioni di forniture di gas dalla Russia. "Abbiamo oltre 400 siti di produzione situati in tutti i Paesi europei e forniamo il 70% dei farmaci dispensati in Europa”. Da qui...
02/06/2022

Vaccinazione pneumococcica, Cittadinanzattiva: solo un vaccinato su due lo scorso inverno. Fondamentale il supporto della farmacia dei servizi

Secondo un’indagine di Cittadinanzattiva presentata a Roma dal titolo “Vaccinazione Pneumococcica nell'adulto: proposte per un accesso equo e consapevole", rivolta a...
04/02/2022

Farmaceutica, saldo import-export Italia positivo: 4,3 miliardi nel 2020

Ammonta a 4,3 miliardi  il saldo 2020 dell’import-export farmaceutico in Italia. Le prime quattro società farmaceutiche non quotate, sono infatti nella top ten...
01/09/2021

Vaccini in farmacia, al via in Sicilia. Tobia: “Significativo contributo per implementare campagna vaccinale”

Si parte dalla provincia di Palermo con le vaccinazioni in farmacia nella Regione Sicilia. «Le nostre farmacie potranno dare un significativo contributo all’implementazione della campagna vaccinale», dichiara il segretario nazionale di Federfarma e presidente di Federfarma Palermo Roberto...
07/04/2021

Farmaceutica, Scaccabarozzi: “Con Recovery possibili 4,5 mld di investimenti l'anno”

“In un quadro favorevole e di regole certe, secondo un’indagine che abbiamo fatto tra i nostri associati, c'è la disponibilità di investire ogni anno 4,5 miliardi oltre ai 3,5 miliardi che già...


Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
Cliccando su “Accetta tutti i cookie”, viene accettata la memorizzazione, sul dispositivo, dei cookie che servono a migliorare la navigazione del sito e analizzare l'utilizzo del sito.
Maggiori informazioni