Covid, l’impatto della pandemia sul sistema ospedaliero italiano. Il report Istat-Agenas

23/07/2022 10:13:08
Nel 2020 sono stati registrati circa 6,5 milioni di ricoveri, pari al 22% in meno rispetto al periodo pre-pandemico. Il dato emerge dal rapporto congiunto Istat-Agenas, che analizza l'impatto dell'epidemia da Sars-CoV-2 sul sistema ospedaliero italiano. La riduzione dei ricoveri è stata più marcata in corrispondenza della prima ondata pandemica, con tassi di ospedalizzazione in regime ordinario diminuiti del 45% in aprile e del 39% in maggio, rispetto alla media degli stessi mesi nel periodo 2017-2019. Nel corso della seconda ondata pandemica l'impatto sul sistema ospedaliero è stato più contenuto, con riduzioni del 25% in novembre e del 26% in dicembre. “Con 16 milioni di contagi e oltre 160mila decessi associati alla diagnosi di infezione da SARS-Cov-2 registrati tra marzo 2020 e aprile 2022, l’Italia è stata, insieme alla Spagna, fra i paesi europei più colpiti dalla pandemia, soprattutto nella prima fase. I dati che emergono dalla fonte amministrativa sui ricoveri ospedalieri offrono un’ulteriore conferma che l’impatto è stato molto forte - spiega il Presidente dell’Istat, Gian Carlo Blangiardo -. Il differimento delle cure e dei ricoveri non urgenti, particolarmente accentuato al Sud e nel Nord-ovest, ha lasciato un’eredità difficile, che il sistema sanitario deve ora affrontare mentre le varianti del virus continuano a diffondersi”. Nel 2020 il 12,3% dei pazienti ricoverati con Covid-19 (circa 35mila) ha avuto bisogno della terapia intensiva. Il dato è più elevato al Centro (13,3%) ma, soprattutto, nel Mezzogiorno (16,2% al Sud e 16,5% nelle Isole), rileva il rapporto. La quota di ricoveri Covid-19 in terapia intensiva è più alta in corrispondenza della prima ondata (13,3%) rispetto alla seconda (11,9%) di ottobre-dicembre, ma nella seconda si osserva un aumento della variabilità territoriale. Il tasso di ricovero Covid-19 sulla popolazione residente, nel 2020, è stato pari a 48 per 10mila, con valori più elevati per gli uomini (57,4 contro 38,7 nelle donne), per gli ultrasessantacinquenni (133,3) e nel Nord-ovest (82,6). A pagare il prezzo più alto della pandemia di Covid si confermano gli anziani, anche fra i ricoverati. Se i pazienti deceduti nel 2020 sono il 21,6% del totale dei ricoveri per Covid-19, la quasi totalità (90%) è rappresentata da ultrasessantacinquenni. In questa fascia di età la percentuale di decessi in seguito a ricovero ricoveri è pari al 30,2%: tale valore scende al 19,6% tra i pazienti di 65-74 anni e sale al 42,1% tra quelli di 85 anni e più.

Notizie correlate

06/10/2022

Covid. Mattarella: «La pandemia non è definitivamente sconfitta». Fondamentale vaccinarsi

C'è spazio anche per parlare di Covid-19 e per ringraziare gli operatori sanitari alla cerimonia di accensione della Lampada di San Francesco, ad Assisi, che si è svolta martedì 4 ottobre. In occasione del rito...
04/10/2022

Farmaci, consumo ridotto durante Covid, ma aumento di antidepressivi. Petrosillo: «Pandemia e crisi economica hanno influito»

«La spesa pro capite in farmaci dei bergamaschi al di sotto della media regionale non è attribuibile a una difficoltà nell'accesso ai medicinali, visto che nella zona il rapporto tra farmacie e popolazione è tra i più alti delle provincie lombarde». È il commento del presidente del Sunifar e di Federfarma Bergamo, Giovanni Petrosillo, a proposito...
01/10/2022

Covid, Mascherine in ospedali e RSA ancora per un mese. Stop sui mezzi pubblici

L'obbligo di utilizzo delle mascherine negli ospedali e nelle RSA è stato esteso di 30 giorni, mentre decade l'obbligo di indossarle sui mezzi pubblici, a partire da questo mese. Lavoratori, utenti e visitatori delle strutture sanitarie e socio-sanitarie, degli hospice e delle strutture per anziani e riabilitative dovranno, dunque, continuare a...
22/09/2022

Covid-19: “Tutti i nuovi vaccini adattati efficaci contro Omicron 5”

Con la ripresa delle attività lavorative e la riapertura delle scuole, la curva dei contagi sta dando segnali di risalita in diverse parti del territorio nazionale. Gli esperti invitano a non sottovalutare il fenomeno, anche perché...
17/09/2022

Covid, decessi al minimo da marzo 2020 e contagi in discesa. OMS: vicini alla fine della pandemia

Continua la discesa della curva pandemica in tutto il mondo. Ad evidenziarlo sono i dati contenuti nell'ultimo bollettino dell'Organizzazione Mondiale della Sanità relativi alla...


Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
Cliccando su “Accetta tutti i cookie”, viene accettata la memorizzazione, sul dispositivo, dei cookie che servono a migliorare la navigazione del sito e analizzare l'utilizzo del sito.
Maggiori informazioni