Giornata Europea Antibiotici. Tobia: dati allarmanti su resistenza. Farmacie hanno un ruolo cruciale

18/11/2022 08:38:12
Il 18 novembre si celebra la Giornata Europea degli antibiotici, un'iniziativa di sanità pubblica, coordinata dagli ECDC, che cade nella settimana mondiale sull'uso consapevole degli antibiotici organizzata, in un'ottica One Health, da OMS, FAO, United Nations Environment Programme (UNEP) e Organizzazione Mondiale della sanità animale (OIE).
L'iniziativa si rivolge alla popolazione generale, ai professionisti sanitari, ai decisori politici e a coloro che lavorano nel settore agricolo e veterinario, per aumentare la conoscenza sul fenomeno dell'antibiotico-resistenza. Filodiretto ha intervistato Roberto Tobia, segretario di Federfarma, nonché presidente PGEU, per approfondire l'importanza di questa campagna e il ruolo che può avere il farmacista.
 
Dottor Tobia, perché è importante sensibilizzare sull'antibiotico-resistenza e qual è il ruolo del farmacista?
“I dati che ci vengono forniti dall’OMS sono dati che destano preoccupazione e allarme sia a livello nazionale che internazionale. I farmacisti e le farmacie italiani possono fare quello che già fanno tutti i giorni, cioè guidare i cittadini e i pazienti nella giusta applicazione, nel giusto consiglio relativo al corretto uso degli antibiotici in questo caso, ma dei farmaci in generale, soprattutto anche sulla prevenzione delle infezioni”
 
Un ruolo che rientra pienamente nella 'Farmacia dei servizi'?
“Si tratta di un compito, quello chiesto al farmacista, che viene peraltro dal nuovo PNCAR (Piano Nazionale di Contrasto all’Antibiotico-Resistenza) relativo al triennio 2022-25 che adesso passa al vaglio delle Regioni dopo essere stato redatto dal Ministero della Salute. Quindi un compito istituzionale al quale le farmacie hanno risposto e continueranno a rispondere anche nel prossimo futuro.”
 
In Italia la situazione dell'antibiotico-resistenza è particolarmente allarmante?
“E’ vero, l’Italia insieme alla Grecia detiene il triste primato sull’antimicrobico-resistenza, proprio relativamente a un utilizzo indiscriminato o quantomeno sicuramente elevato di antibiotici rispetto alla media europea. Nel 2020 si è registrato un 18% in meno di utilizzo, un primo segnale di ripresa del nostro Paese rispetto alla media europea, ma dobbiamo lavorare sicuramente in team con l’ospedale, con i medici di medicina generale, attraverso le nostre farmacie, per far sì che ci sia una crescita culturale da parte dei nostri pazienti, affinché la consapevolezza dell’importanza dell’utilizzo di un antibiotico possa essere rafforzata attraverso il ruolo di questo team multidisciplinare.”

Notizie correlate

25/01/2023

Antibiotico resistenza, farmacisti marchigiani impegnati a sensibilizzare su corretto uso

Con la pandemia che ha accentuato il fenomeno della resistenza agli antibiotici, “i farmacisti marchigiani sono sempre più impegnati, a fianco del Servizio sanitario della Regione, a sensibilizzare i cittadini a un corretto uso di questi farmaci”. A confermare...
21/01/2023

Antibiotico resistenza, da AIFA un manuale e una app per combatterla

Per agevolare l'uso appropriato degli antibiotici e ridurne l'abuso, l'Agenzia italiana del farmaco (Aifa) ha curato l’edizione italiana del 'Manuale antibiotico Aware'. Il testo è la traduzione del volume curato dall’Organizzazione...
11/01/2023

Uso frequente antibiotici può compromettere salute intestino. Più rischio colite ulcerosa e malattia di Crohn

Limitare l’uso degli antibiotici non sarebbe utile solo per ridurre le resistenze a questi farmaci, ma diminuirebbe anche il rischio di andare incontro a malattie infiammatorie intestinali. A osservarlo è un team di ricercatori del Langone Health Center di New York, che sulla rivista...
22/11/2022

Infezioni resistenti, AIFA pubblica raccomandazioni su terapie mirate

L'Agenzia italiana del farmaco ha pubblicato le nuove raccomandazioni sulla terapia mirata delle infezioni anti microbico resistenti, destinate alla medicina territoriale e ospedaliera. Si tratta di raccomandazioni specifiche per le infezioni più complesse da trattare, causate dai batteri considerati ''critici'' dall'Organizzazione mondiale della sanità. Le raccomandazioni sono state elaborate dal...
17/11/2022

Antibiotico resistenza, Cossolo: “Farmacista può fare molto nell’attività di counseling”

«Il farmacista può sviluppare la sua attitudine al counseling, alla capacità di far capire al cittadino come prendersi cura della propria salute. Questo può valere sia per il corretto uso degli antibiotici, sia per l’aderenza alla terapia». Queste le parole...


Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
Cliccando su “Accetta tutti i cookie”, viene accettata la memorizzazione, sul dispositivo, dei cookie che servono a migliorare la navigazione del sito e analizzare l'utilizzo del sito.
Maggiori informazioni