Ripiano 2013, il Tar Lazio accoglie ricorso contro pay-back

10/04/2015 00:13:04
Non rispetta le indicazioni di legge la metodologia adottata dall’Aifa per quantificare il pay-back a carico delle aziende farmaceutiche sullo sfondamento della spesa ospedaliera 2013. E’ quanto recita la sentenza con cui, il 25 marzo scorso, il Tar Lazio ha accolto il ricorso presentato da un produttore per impugnare i provvedimenti dell’Agenzia relativi al ripiano di due anni fa. In apparenza il caso non riveste alcuna importanza per le farmacie (gli sfondamenti dell’ospedaliera, di norma, vengono coperti “fifty-fifty” da Regioni e aziende produttrici), invece è vero il contrario perché nelle 20 pagine del dispositivo i giudici bocciano le procedure con cui l’Aifa stima la spesa della diretta/dpc (che serve a quantificare per sottrazione l'ammontare dell'ospedaliera e l'eventuale sfondamento). Nel ricorso, infatti, l’azienda lamenta che i prospetti finali dell’Agenzia si limitano a riportare i totali del doppio canale per ogni singola regione, ma non forniscono dati tali da consentire di verificare quali farmaci sono stati dispensati in ospedale e quali con la diretta o in dpc.

Per il Tar Laziale le contestazioni sono fondate: la metodologia seguita dall’Aifa, si legge nella sentenza, «è in palese contrasto con il principio di trasparenza dell’azione amministrativa e con il principio in base al quale spetta all’amministrazione provare la fondatezza e la veridicità dei fatti dai quali discende un determinato provvedimento». In particolare, il diritto delle aziende di verificare l’esattezza delle stime «può ritenersi adeguatamente salvaguardato» soltanto «consentendo a queste ultime di prendere visione dei dati della singola struttura sanitaria».

Come si diceva, le considerazioni del Tar sul ricorso potrebbero rivelarsi interessanti per le farmacie. Quest’autunno, infatti, anche Federfarma aveva impugnato davanti al Tar le procedure di ripiano dell’Aifa, in questo caso inerenti la spesa farmaceutica territoriale. I titolari, in particolare, dovrebbero ripianare l’eventuale sfondamento in quota parte, al netto della diretta. Nel suo ricorso, tuttavia, Federfarma accusa di scarsa chiarezza le modalità con cui l’Agenzia del farmaco aveva stimato la spesa del doppio canale. Sul procedimento si è ancora in attesa della prima udienza davanti ai giudici. (AS)

Notizie correlate

23/10/2020

Farmaci, Speranza: "Pronti per mettere mano a modello tetti-payback"

“Ci sono una serie di cose su cui dobbiamo intervenire già nelle prossime settimane negli appuntamenti parlamentari che si andranno a determinare anche attorno...
11/02/2020

Procedura di pay-back 5%, pubblicata in Gu la determina Aifa con criteri di applicazione per il 2019

E’ stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale la Determina AIFA in tema di “Procedura di pay-back 5% – Anno 2019” con la quale vengono definiti i criteri di applicazione del pay-back per l’anno 2019, ossia la possibilità per le aziende produttrici di versare direttamente alle Regioni un contributo economico in sostituzione della riduzione dei prezzi del 5%...
11/10/2019

Payback farmaceutico, via libera al decreto dalle Regioni. Bonaccini: ripartiti più di 1650 milioni

“Finalmente arriva il via libera al decreto con il quale vengono ripartite tra le Regioni le risorse versate dalle aziende farmaceutiche per il ripiano dello sfondamento della spesa...
10/07/2019

Farmaci: sale la spesa 2019. Payback di 1,2 mld per l'industria

La spesa farmaceutica per acquisti diretti nel 2019 oltrepasserà nuovamente il tetto programmato per legge con un disavanzo di circa 2,4 miliardi rispetto ai 2,1 miliardi di euro dell'anno scorso. E’ quanto emerge da un’analisi di Iqvia, provider globale di informazioni e dati in ambito sanitario che ricorda come "le aziende farmaceutiche siano nuovamente chiamate a ripianare il...
21/06/2019

Stop a carenza farmaci e scadenza payback farmaceutico. Le novità nel Dl Calabria appena approvato

Il Senato ha approvato in via definitiva, con 137 voti favorevoli e 103 contrari, il decreto Calabria, già licenziato dalla Camera lo scorso 31 maggio. Il testo contiene misure...


Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni