Ecco chip anticontraffazione, sicuri come impronte digitali

05/05/2015 16:19:08
Chip di silicio anticontraffazione sicuri come impronte digitali: è questa l'idea alla base della tecnologia low cost messa a punto da un'azienda "costola" del Massacchussets Institute of technology (Mit), fondata da Srini Devadas, per combattere il fenomeno del falso, che si stima riguardi dal 2% al 5% dei beni in commercio su scala mondiale, come dispositivi elettronici, cibi e farmaci. I chip possono essere letti e verificati con dispositivi mobili, come i telefonini. Hanno delle caratteristiche in comune con le impronte digitali umane, che non sono mai uguali. Durante il processo di fabbricazione dei chip si producono delle microscopiche variazioni imprevedibili, permanenti e impossibili da clonare (dette puf). I ricercatori in questo caso hanno sviluppato una tecnica che traccia queste variazioni casuali nei chip di silicio, assegnandogli una sorta di "impronta digitale" unica. Integrati nelle etichette con identificazione a radio frequenza, i chip possono essere così analizzati con cellulare o lettore per determinare se l'etichetta è autentica. «Si tratta di un sistema di autenticazione low-cost - spiega Srini Devadas, coordinatore scientifico - che usa la biometria del silicio». (ANSA)

Notizie correlate

01/04/2020

Racca (Federfarma Lombardia): "Attenzione ai farmaci contraffatti: l'acquisto online solo sui siti autorizzati"

"In un momento di massima allerta e grande incertezza come quello che stiamo attraversando, è fondamentale che i cittadini non ricorrano a cure fai-da-te e prestino...
22/01/2020

Lotta alla contraffazione dei farmaci, dagli Usa un tag di sicurezza su capsule e compresse

Un tag di sicurezza su capsule e compresse per lottare contro i farmaci contraffatti. E' la soluzione trovata dalla Purdue University, che ha ideato tag unici per ogni medicinale che...
29/11/2019

Ricette contraffatte per ansiolitici da rivendere come droga. Donna arrestata nel torinese grazie a segnalazione di farmacie

Utilizzava ricette mediche contraffatte per acquistare in farmacia il Rivotril, uno psicofarmaco, utilizzato per curare gli stati d’ansia ma anche noto nelle strade come eroina low cost, che poi rivendeva al posto dell’eroina ai tossicodipendenti. E’ per questo motivo che una donna di 45 anni di Torino è stata arrestata dai carabinieri di Moncalieri...
11/07/2019

Farmaci contraffatti, le precisazioni di Aifa e Federfarma sui lotti da controllare

A seguito della segnalazione dell’Agenzia del farmaco inglese (MHRA) di rinvenimento nel Regno Unito di confezioni italiane di farmaci non provviste di bollino e quindi di sospetta provenienza illecita, l’AIFA ha diramato un Rapid Alert internazionale con una lista riportante numeri di lotto e date di scadenza dei prodotti interessati...
17/06/2019

Contraffazione Ue, medicinali i più gettonati nel rapporto Europol

Medicinali, prodotti di lusso, alimenti, elettronica: la contraffazione nell'Unione Europea registra una crescita grazie ai social network e alle nuove vie commerciali con l'Asia, favorendo soprattutto la criminalità organizzata. A rivelarlo è la prima edizione della “Valutazione delle minacce dei reati contro la proprietà intellettuale”, realizzata da Europol in collaborazione con l'Ufficio dell'Unione Europea per la proprietà intellettuale (Euipo)...


Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni