Edicola

11/08/2017

Giovani, il gap cresce fino al 2030

Il Sole 24 ore, 11/08/2017
Giorgio Pogliotti
La crisi ha accentuato il divario generazionale con un peggioramento delle condizioni economiche dei giovani. In assenza di correttivi pesanti il gap è destinato ad accentuarsi fino al 2030. Per la  Fondazione Bruno Visentini  - che ha costituito l’Indice di divario generazionale prendendo in considerazione, nell’arco temporale tra il 2004 e il 2030  vari  indicatori tra cui disoccupazione, abitazioni, pensioni – il  gap rispetto all’anno base 2004 sarà doppio nel 2020 e triplo nel 2030.
11/08/2017

Lavoro e giovani, i tre shock che servono

Il Sole 24 ore, 11/08/2017
Alberto Orioli
L’Italia ha il primato della popolazione inattiva (35%) tra  quanti abbiano tra i 15 e i 64 anni; la piu’ alta quota di coloro che non studiano e non cercano lavoro (26,9% con il record al Sud del 38,4%); ricopre la terza posizione in Europa quanto a disoccupazione giovanile (35,4% che al Sud diventa 56%). Ogni anno lo Stato ripiana per circa 100 miliardi gli sbilanci del sistema previdenziale, mentre ai giovani avrà trasferito in un quinquennio una ventina di miliardi come sgravi per le assunzioni. La decontribuzione è uno strumento potente in un Paese che ha il cuneo fiscale tra i piu’ elevati dei Paesi Ocse. Per destinare gli incentivi ai giovani, vincolandoli maggiormente all’età, il Governo sta studiando misure tarate per chi abbia tra i 29 e i 35 anni.
10/08/2017

Dall’INPS le visite fiscali per la Pa

Il Sole 24 ore, 10/08/2017
Fabio Venanzi
Dal primo settembre parte il “Polo unico delle visite fiscali” gestito dall’Inps: anche i dipendenti della PA quindi, saranno oggetto ai controlli dell’ente come già quelli del settore privato. Restano diverse le fasce di reperibilità tra pubblico (9-13 e 15-18) e privato (10-12 e 17-19). L’Inps metterà a disposizione gli esiti delle visite di controllo tramite la propria piattaforma. Per far fronte alla carenza di medici da impiegare per tale nuovo compito le sedi dell’istituto potranno ricorrere a incarichi temporanei.
10/08/2017

Cannabis: soldi alle farmacie per l’acquisto

Trentino, 10/08/2017
f.q.
Cannabis ad uso terapeutico: la Provincia Autonoma di Trento aumenta il contributo per le farmacie e aggiunge 3 euro al tetto di 9 euro per grammo di sostanza di rimborso per l’allestimento della preparazione, dato dal Ministero.  Le farmacie hanno tuttora difficoltà a reperire la sostanza e il Ministero della Salute ha assicurato che, entro l’anno, la produzione di cannabis dovrebbe essere implementata grazie alla produzione da parte dell’Istituto chimico farmaceutico militare di Firenze. In provincia di Trento sono 50 le persone che hanno diritto gratuitamente a questa terapia, una decina i pazienti che devono pagarsela. Entrambe le categorie la ottengono su precise indicazioni mediche e con ricetta.
10/08/2017

Vi spiego perché i vaccini sono sicuri e efficaci

Grazia, 10/08/2017
Roberto Burioni
L’esperto, ordinario di virologia e microbiologia all’Università San Raffaele di Milano,  spiega perché non c’e’ collegamento tra autismo e vaccini: l’incidenza dell’autismo tra vaccinati e non vaccinati, infatti, è identica (anche in coloro che hanno un rischio particolarmente alto di sviluppare questo disturbo, come i fratelli degli autistici); le lesioni al cervello responsabili dell’autismo sono presenti nel cervello prima della nascita;  i risultati di nuove ricerche permettono ora di diagnosticare l’autismo molto precocemente, ben prima della vaccinazione che dovrebbe causarlo.  Secondo un altro pregiudizio le vaccinazioni sovraccaricherebbero il sistema immunitario. Ma con la somministrazione di tutti i vaccini in calendario il bimbo entra in contatto con circa 200 antigeni,  con un graffietto o una puntura di zanzara con molti milioni. Le vaccinazioni non indeboliscono il sistema immunitario, bensi’ lo fortificano.
09/08/2017

Farmacie anche senza soci professionisti

Il Sole 24 ore, 09/08/2017
Marcello Tarabusi, Giovanni Trombetta
I due esperti del settore illustrano la riforma delle farmacie contenuta nella legge sulla concorrenza  a partire dalla misura più importante cioè “il libero accesso alla proprietà delle farmacie: accanto alle società di persone e alle società cooperative debuttano le società di capitali (Spa Sapa, Srl, Srls) ma l’innovazione maggiore è l’apertura al capitale, anche totalitario, a soci non farmacisti.” La direzione resta affidata al farmacista, anche non socio.
09/08/2017

Il retail italiano teme Amazon

Il Sole 24 ore, 09/08/2017
Laura Cavestri
Il commercio on line europeo è stimato in 509 miliardi, quello italiano raggiungerà i 23 miliardi nel 2017. Incrociando  le stime degli operatori del settore è ragionevole pensare che il volume di vendita in Italia di Amazon si attesti su circa 1,5 miliardi di euro, grazie ad investimenti di 450 milioni di euro (dal 2010) e 2mila addetti a tempo indeterminato.
Negli USA Amazon sta modificando il panorama della distribuzione:   la crisi degli immensi mall del Midwest ha cancellato  da ottobre a oggi 100mila posti di lavoro mentre l’agenzia di rating americana Fitch ha aumentato il tasso di default del settore. 
“In Italia si va verso una riduzione degli spazi con minori metrature per la GDO”  spiega Giuliano Noci, ordinario di marketing al Policlinico di Milano “Amazon ha cambiato il baricentro. Invece di scaffali con gli stessi prodotti per tutti, a vincere è la conoscenza del cliente. Lo conosce, lo profila, lo seduce.”  Le preoccupazioni sono reali, sottolinea Giovanni Cobolli Gigli,  presidente di Federdistribuzione,  e le nostre aziende stanno già facendo un grande sforzo per integrare il negozio fisico con quello virtuale.
08/08/2017

Entrate, in sei mesi crescita di 1,7 miliardi

Il Messaggero, 08/08/2017
L.Ci.
Il primo semestre del 2017 si chiude con un andamento discretamente positivo del gettito tributario. Il segnale è importante in un 2017 che comunque dovrà assicurare un ulteriore calo del rapporto tra deficit e Pil, anche se la legge di bilancio prevedeva alcune riduzioni di imposta per contribuente.
08/08/2017

Bancomat e carte, in arrivo le sanzioni per chi rifiuta

Il Messaggero, 08/08/2017
Sanzioni per chi rifiuta pagamenti con bancomat o carta di credito. Ma anche premi per chi sceglie di saldare il conto, piccolo o grande che sia, con sistemi digitali.  E’ articolato il pacchetto che il governo sta studiando per completare l’apertura senza limiti alle transazioni senza uso di contanti prevista dalla legge di stabilità 2016 e a cui mancano alcuni tasselli. Innanzitutto il decreto attuativo che indichi le sanzioni per chi non accetta il pagamento via Pos, ma anche il lavoro di mediazione per abbassare le commissioni almeno sui micropagamenti. L’esecutivo starebbe valutando  quali categorie esentare dall’obbligo.
08/08/2017

La visita del medico si fa a cronometro

Il Tempo, 08/08/2017
Antonio Sbraga
Nel Lazio è in arrivo un decreto regionale che fissa un tempo massimo per ogni prestazione specialistica ed esame diagnostico. Per ridurre le liste di attesa la Regione ha preparato una tabella con i tempi massimi previsti per ogni visita e  i sindacati medici sono in rivolta.
07/08/2017

Dagli avvocati alle farmacie una spinta alle aggregazioni

Il Sole 24 ore, 07/08/2017
Barberi, Mazzei, Melis, Uva
Le nuove misure contenute nella legge sulla concorrenza, appena approvata, coinvolgono oltre mezzo milione di professionisti tra architetti, ingegneri, avvocati, odontoiatri e farmacisti. Le norme, che puntano a stimolare la nascita di società, anche di capitali, hanno suscitato un intenso dibattito e accompagnato il lungo iter parlamentare della legge.  Anche le farmacie potranno essere di proprietà di società di capitali ma, a differenza di quello che è previsto per le società di avvocati,  non ci sono limiti alle quote che il socio di capitale puo’ detenere. “Consideriamo questa disposizione un vulnus all’indipendenza professionale del farmacista” commenta Marco Cossolo, presidente di Federfarma.  Le società di capitale potrebbero esternalizzare una serie di attività e fare economie di scala. Dovremo fare rete per far fronte a queste novità.
07/08/2017

Italiani sempre piu’ anziani: colf e badanti, +42%

Il Messaggero, 07/08/2017
Claudio Marincola
Dal 2007 al 2015 il numero complessivo dei lavoratori domestici (900mila lavoratori domestici, soprattutto donne)  è cresciuto del 42%. I dati, incrociati con quelli delle banche dati INPS, rilevano che nel 2015 le famiglie italiane hanno speso  per i loro collaboratori (57,6% colf, 42,4% badanti) circa 7 miliardi di euro con un miliardo di contributi  versati allo Stato. Il lavoro domestico è una prerogativa molto italiana, rappresenta il 3,5%  di tutti gli occupati contro una media europea che si ferma all’1%.  L’esercito delle badanti è destinato a crescere nei prossimi anni.
Visualizzazione risultati 1-12 (di 5255)
 |<  < 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10  >  >| 


Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni