Edicola

26/04/2018

Contro Amazon si può fare rete

La Repubblica, 26/04/2018
Alessandro De Nicola
Il commercio al dettaglio sta attraversando un momento di trasformazione. Mentre crescono a ritmo sostenuto le vendite via Internet, calano quelle di piccoli negozi e supermercati e stagnano per i megastore. Naturalmente la situazione non è catastrofica, in quanto il declino è molto graduale. Più evidente negli Stati Uniti, il fenomeno interessa anche Paesi come il Regno Unito e l'Italia, dove pure il commercio online rappresenta poco più del 5% del totale delle vendite. “Un grande problema del commercio al dettaglio è sempre stato l'individualismo dei singoli negozianti che non ha mai permesso il sorgere di consorzi di acquisto per migliorare significativamente i prezzi pagati ai grossisti o ai produttori delle merci. Oggi, grazie alle reti informatiche, centinaia di esercizi possono collegarsi e condividere piattaforme di acquisto o coordinare le consegne in modo efficiente (come già fanno i ristoranti delle grandi città servendosi di Foodora). Le politiche pubbliche dovrebbero incoraggiare la formazione per rendere più efficiente il piccolo dettaglio o, come in Gran Bretagna, ridurre la tassazione sugli immobili commerciali situati nei centri cittadini”.
25/04/2018

La battaglia dell’Europa alle fake news sui vaccini ecco il piano per fermarle

La Repubblica, 25/04/2018
Alberto D’Argenio
“La diminuzione di alcune malattie e la propaganda degli attivisti anti vaccini hanno spostato l'attenzione dai pericoli e dai rischi mortali delle malattie ai timori legati a rischi collaterali assolutamente non provati”. Lo scrive la Commissione europea nella strategia per rilanciare i vaccini in tutto il Continente, che punta a promuovere l'accesso ad informazioni di qualità e trasparenti sui vaccini coinvolgendo la scuola. Viene proposta anche la fondazione di una Coalizione per le vaccinazioni che coinvolga tutta la società, compresi i professionisti della sanità. La Commissione, infine, sottolinea che dovranno essere rimosse le barriere legali, finanziarie o strutturali che impediscono l'accesso ai vaccini, allargando ad asili, farmacie e altri luoghi la possibilità di vaccinare la popolazione in modo da avere una copertura più capillare
25/04/2018

L’Ue verso il no alla manovra correttiva. E domani il governo potrebbe approvare il Def

La Stampa, 25/04/2018
Alessandro Barbera, Marco Bresolin
Probabilmente l’Ue non chiederà all’Italia una manovra correttiva. A novembre il quadro emerso dalla valutazione di Bruxelles lasciava aperti due rischi: una possibile procedura di infrazione per la violazione della regola del debito sui conti del 2017 e la richiesta di una manovra correttiva (da 3,5 miliardi) sui conti nel 2018. La prima pare scongiurata grazie a un miglioramento della situazione economica. Sulla seconda una decisione definitiva verrà presa nelle prossime settimane, ma la Commissione sarebbe orientata a non mettere nero su bianco una cifra, evitando così la richiesta di correzione immediata al nuovo governo.
24/04/2018

Padoan a Palazzo Chigi. Il sì al Def in settimana

Il Sole 24 Ore, 24/04/2018
G.Tr.
L'Eurostat ha certificato i dati macro del 2017 confermando il deficit al 2,3% e il debito al 131,8%. Questi numeri, effetto anche dei criteri di contabilizzazione degli interventi salva-banche, sono la base di partenza per il Def tendenziale, che il governo deve presentare entro il 30 aprile nonostante la fase di stallo politico. Per quanto riguarda il quadro macro-economico la crescita indicata dal governo uscente dovrebbe essere dell'1, 6% per quest'anno, un decimo sopra le previsioni dello scorso autunno, e intorno all'1,4% per il prossimo, per l'effetto recessivo delle clausole Iva.
24/04/2018

Quasi quasi li compro online

La Repubblica, 24/04/2018
Simone Valesini
Secondo una recente indagine Iqvia negli ultimi cinque anni il mercato farmaceutico online italiano ha praticamente raddoppiato il suo fatturato, raggiungendo i 96 milioni di euro nel 2017. Il digitale sembra quindi avanzare spedito anche nel campo della salute, e l'importante è informarsi su cosa e dove si può acquistare online, perché si corre il rischio comprare farmaci contraffatti, contenenti sostanze nocive o senza principio attivo. In Italia possono vendere i farmaci senza ricetta solo i siti autorizzati, riconoscibili dal bollino ministeriale e riconducibili a farmacie (o parafarmacie) realmente esistenti.
23/04/2018

Mandelli: "Farmacisti, l’ingresso del capitale non è affatto una liberalizzazione"

La Repubblica Affari & Finanza, 23/04/2018
Adriano Bonafede
Con lo sviluppo dei nuovi servizi “le farmacie potrebbero diventare punti di riferimento per i pazienti per verificare l'aderenza alle terapie stabilite dai medici” afferma Andrea Mandelli, vicepresidente della Commissione speciale della Camera e presidente della Fofi. Non solo si aprirà un nuovo mercato, ma “si farà un servizio anche allo Stato aiutandolo ad affrontare una serie di difficoltà come la gestione delle malattie croniche, legate all'invecchiamento”. In questa fase di sperimentazione, spiega Mandelli, è importante “operare perché venga messo a punto uno schema di servizi omogeneo per tutte le Regioni partecipanti così da rendere più probante la valutazione in termini di salute ed economici della farmacia dei servizi”.
22/04/2018

I pannoloni? Un vero rompicapo

Corriere della Sera, 22/04/2018
Maria Giovanna Faiella
Chi è affetto da grave incontinenza cronica ha diritto ad avere pannoloni in quantità e qualità adeguate, come previsto dai Lea. Ma non è sempre così, a causa delle differenze regionali e dell'adozione di criteri di fornitura che non sempre rispondono alle esigenze reali dei malati. Secondo uno studio realizzato nel 2017 dal Cergas Bocconi e da Senior Italia FederAnziani, l'assistenza sanitaria fornisce solo il 66% degli ausili davvero necessari, mentre il restante 34% è a carico dei pazienti, che acquistano di tasca propria i pannoloni o perché non bastano quelli della Asl o perché la loro qualità viene ritenuta insufficiente. Inoltre, le forniture di pannoloni variano da Regione a Regione e persino da un'Asl all'altra, così come le modalità di distribuzione (ritiro in farmacia o consegna a casa, di solito ogni tre mesi) e i tempi di consegna.
21/04/2018

Farmacie: indagine, tra e-commerce e social digitalizzazione ancora a metà

Affaritaliani.it, 21/04/2018
Una ricerca condotta dall’Università degli Studi di Milano per conto dell'azienda biofarmaceutica Dompé, presentata a Cosmofarma, fotografa luci e ombre del rapporto tra farmacia e digitalizzazione. Su un campione di oltre 200 farmacisti solo la metà ha investito su una qualche forma di digitalizzazione di processo, nell’ambito della propria attività. “E-commerce e digitalizzazione devono servire per espandersi, non come panacea di tutti i mali” spiega Marco Cossolo, presidente di Federfarma nazionale. “Stiamo ancora parlando di mercati piccoli (96 milioni su un fatturato da 26 miliardi ) anche se crescono a due cifre quindi non sono sorpreso dai dati della ricerca, in particolare sugli over50. Scegliere, dove andare e cosa voler o non voler fare è la scelta decisiva, integrare il punto vendita con il digital è secondo me il futuro. Non darei solo importanza all'e-commerce, che oggi ha una incidenza minima sul fatturato" ammonisce. "Federfarma si impegnerà per mettere a disposizione strumenti in grado di aiutare il farmacista nelle scelte in questo ambito, confermando il ruolo di primo presidio sociosanitario integrato nel Ssn".
21/04/2018

Acquisizione di Credifarma attesa entro l’estate. A Cosmofarma si celebra l’accordo

Farmacista33, 21/04/2018
Banca Ifis e Federfarma si sono incontrate a Cosmofarma per celebrare con un brindisi gli accordi relativi all’acquisizione di Credifarma. Tali accordi, commenta il presidente di Federfarma Marco Cossolo, “permetteranno alla società finanziaria di assicurare alle farmacie nuovi prodotti finanziari, mirati alle specifiche esigenze di ciascun titolare e capaci di dare un grande contributo alla sostenibilità e al rilancio delle farmacie”. L'operazione dovrebbe essere completata nell'estate 2018, con l'autorizzazione della Banca d'Italia.
21/04/2018

Farmaci in aiuto ai più piccoli

Il Resto del Carlino Bologna, 21/04/2018
Nel corso di Cosmofarma, presso lo stand di Federfarma è stato illustrato 'ResoFacile', il servizio specifico per lo smaltimento dei farmaci scaduti e degli altri rifiuti della farmacia, che permette, tra l’altro, di contribuire in maniera significativa ai progetti della Fondazione Rava. Uno di questi, 'In farmacia per i bambini' coinvolge ogni anno le farmacie: si tratta di un’iniziativa nazionale per la raccolta di farmaci da banco, alimenti per l'infanzia e prodotti pediatrici, da donare ai bambini in condizione di povertà sanitaria in Italia e in Haiti.
20/04/2018

Rivoluzione in farmacia: è un laboratorio hi-tech

Il Messaggero, 20/04/2018
Valentina Arcovio
“Federfarma - dichiara il presidente Marco Cossolo - crede fermamente nell'unità di tutte le forze che possono concorrere allo sviluppo della farmacia e partecipa a Cosmofarma con l'obiettivo di arricchire una manifestazione che da sempre è per i colleghi fucina di stimoli”. La manifestazione, che si tiene a Bologna dal 20 al 22 aprile, offre occasioni di aggiornamento e confronto a 360 gradi sui temi di maggiore attualità e  interesse per lo sviluppo della farmacia in ambito manageriale, tecnico-scientifico e istituzionale.
20/04/2018

Allarme anziani non autosufficienti Tra 10 anni saranno oltre sei milioni

La Stampa, 20/04/2018
Flavia Amabile
In Italia l'aspettativa di vita è di nuovo in aumento, dopo il calo di due anni fa, ma aumentano anche i problemi di chi ha più di 65 anni. Lo evidenzia il rapporto Osservasalute 2017, presentato a Roma. Un ultrasessantacinquenne su 10 ha molta difficoltà o non è in grado di svolgere le attività quotidiane di cura della persona senza un aiuto: non riesce a mangiare da solo, a sdraiarsi e alzarsi dal letto o a sedersi e alzarsi da una sedia. In Danimarca non riesce a compiere questi gesti il 3,1% degli ultrasessantacinquenni - valore più basso in Europa - in Svezia il 4,1%. Gli anziani italiani hanno una quantità di problemi superiore alla media europea. Ancora più difficile la situazione di chi è anziano e vive nel Meridione. Il divario della sanità tra nord e Sud è “divenuto ormai insopportabile e contrario alla nostra stessa Costituzione, a tutela della salute di tutti i cittadini”, ha affermato il direttore dell'Osservatorio e presidente dell'Istituto superiore di Sanità, Walter Ricciardi, che ha lanciato un appello al futuro governo perché si pensi ad una serie di interventi che riducano le differenze. L'aspettativa di vita nel Paese, ha sottolineato Ricciardi, “è diseguale e nel Mezzogiorno si vive in media fino a 4 anni in meno”.
Visualizzazione risultati 1-12 (di 5701)
 |<  < 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10  >  >| 


Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni