Edicola

20/06/2018

Linea prudente di Tria: il contratto è vago ma fate attenzione a non alzare il debito

La Stampa, 20/06/2018
Roberto Giovannini
II debito deve continuare a scendere, la finanza pubblica va gestita in modo prudente, il consolidamento di bilancio e il dialogo con la Commissione europea sono condizioni necessarie per tenere sotto controllo i mercati e ottenere più margini di flessibilità. Le misure indicate nel contratto di governo si attueranno con gradualità: «Gli interventi relativi alle riforme strutturali sulle quali il governo è impegnato, sia dal lato fiscale sia dal lato della spesa pubblica, andranno adeguatamente coperti». Il ministro dell'Economia Giovanni Tria, ieri nell'Aula di Montecitorio, è stato chiarissimo nel voler mantenere un approccio «ortodosso» nella gestione delle finanze pubbliche.
20/06/2018

Cassese: “Basta nuove leggi sui soldi ai partiti c’è già la Commissione trasparenza”

Il Messaggero, 20/06/2018
Diodato Pirone
I recenti arresti a Roma, legati alla realizzazione del nuovo stadio, hanno fatto riemergere il tema della trasparenza dei finanziamenti alla politica. Il costruttore Parnasi ha finanziato alcune Fondazioni, sia della Lega che del Pd; da tempo l'Autorità Anticorruzione si batte per rendere più trasparenti queste relazioni. Secondo l’ex giudice della Consulta Sabino Cassese, lo strumento per controllare c'è, “e non è l'Anac, ma la Commissione per la trasparenza e il controllo dei rendiconti dei partiti e dei movimenti politici, creata nel 2012 e poi rafforzata. È composta di cinque componenti, designati uno dal presidente della Cassazione, uno dal presidente del Consiglio di Stato, tre dal presidente della Corte dei conti”. La Commissione svolge “compiti di controllo di trasparenza e democraticità dei partiti, deve assicurarci che vi sia democrazia interna, che non si diano donazioni superiori ai 100 mila euro”.
20/06/2018

Ticket cari e liste d’attesa eterne. Il ministro: così cambio la sanità

Quotidiano Nazionale, 20/06/2018
Veronica Passeri
Il ministro della Salute, Giulia Grillo, intende anzitutto “rimuovere gli ostacoli di accesso” alla sanità. “Le liste di attesa sono uno di questi, così come i ticket troppo costosi” osserva. “Sono una sorta di partecipazione del cittadino al finanziamento del Servizio sanitario, ma nel tempo sono diventati talmente alti da far virare verso la sanità privata”. Il ministro Grillo ha ribadito invece, fin dalle sue prime dichiarazioni, di voler difendere la sanità pubblica.
19/06/2018

Di Maio: Stretta sui contratti a tempo, incentivi più efficaci per quelli stabili

Il Sole 24 Ore, 19/06/2018
Giorgio Pogliotti, Claudio Tucci
Per il lavoro delle agenzie di somministrazione la parola d’ordine è “evitare gli abusi”. I Centri per l'impiego “saranno il cardine su cui dovrà girare il reddito di cittadinanza”. Saranno rivisti gli incentivi alle imprese “legandoli alle assunzioni a tempo indeterminato”. Saranno adottate misure volte ad evitare un “ricorso indiscriminato ai rinnovi dei contratti a termine”. Gli interventi saranno adottati in modo adeguato per “non stravolgere le attività aziendali e i contratti in essere”. Il vicepremier  e ministro del Lavoro e dello Sviluppo economico Luigi Di Maio anticipa in un’intervista i contenuti del “decreto dignità”, atteso a fine mese al Consiglio dei Ministri.
19/06/2018

La Grillo e i vaccini: «Fondamentali per la prevenzione»

Il Mattino, 19/06/2018
“Non sono una no vax, i vaccini sono fondamentali per la prevenzione”. Il ministro della Salute Giulia Grillo chiarisce la sua posizione nel corso di una trasmissione di Radio1. E in tema di liste d'attesa, afferma: “c’è tutto un insieme di leggi che negli anni sono state fatte e non sono mai state messe a sistema, quindi questo sarebbe un obiettivo che mi vorrei porre: ordinare la materia per farla funzionare bene”.
19/06/2018

La dipendenza da videogame? È patologia mentale

Corriere della Sera, 19/06/2018
Federico Cella
L'Organizzazione Mondiale della Sanità ha inserito il «gaming disorder» nella bozza della Classificazione interazionale delle malattie, che sarà adottata nel 2022. Tra le patologie mentali, la dipendenza da giochi elettronici è definita come “una serie di comportamenti persistenti o ricorrenti che prendono il sopravvento sugli altri interessi della vita”. In Italia il settore vale 1,5 miliardi di euro e interessa 18 milioni di italiani, due terzi dei quali tra i 25 e i 54 anni.
19/06/2018

Saitta: “C’è carenza di specialisti dovunque. Formati 2459 professionisti in meno”

Il Mattino, 19/06/2018
E.M.
“Il fabbisogno di camici bianchi specialisti calcolato dalle Regioni per garantire il funzionamento dei sistemi sanitari è di 8.569 unità per l'anno accademico i corso” afferma Antonio Saitta, assessore alla Sanità della Regione Piemonte e coordinatore della Commissione Salute della Conferenza delle Regioni. “L'offerta formativa finanziata dal ministero dell'Istruzione ammonta invece a 6.200 distribuita tra le varie regioni in base alle esigenze. Quindi mancano all'appello per un solo anno 2.459 medici specialisti di varie discipline”. Mancano soprattutto “anestesisti, pediatri, ginecologi, chirurghi, medici di pronto soccorso, radiologi”.
19/06/2018

Trovare una farmacia? C’è la app Farmamia

L’Arena, 19/06/2018
Si chiama Farmamia la nuova app mobile realizzata da Federfarma Verona e disponibile da questa estate sull'intero territorio provinciale. Il sistema tiene conto delle aperture in deroga - che aumentano durante l'estate soprattutto nelle zone ad alta vocazione turistica -, degli ampliamenti di orario, ma anche delle festività e delle chiusure per ferie. Quella che appare sullo schermo è la mappa geolocalizzata, completa di indicazioni stradali e numero di telefono delle farmacie aperte.
18/06/2018

Senza voucher perse 500 mila occasioni di lavoro

La Stampa, 18/06/2018
Paolo Baroni
Secondo uno studio realizzato da Confesercenti, la cancellazione dei voucher - solo nel campo delle piccole medie imprese che operano soprattutto nel commercio, nel turismo, nei servizi e nell'artigianato - ha fatto perdere all'incirca 400 mila occasioni di lavoro. I rapporti di lavoro che si erano registrati sino al 2016, ultimo anno di utilizzo pieno dei buoni, si sono dimezzati. In agricoltura, invece, stando alle stime di Coldiretti, dopo i 25 mila posti bruciati in occasione dell'ultima vendemmia quest'estate ne scompariranno altri 50 mila.
18/06/2018

L’inganno dei numeri delle assicurazioni

Il Fatto Quotidiano, 18/06/2018
Chiara Daina
La spesa sanitaria privata nel 2017 è arrivata a circa 40 miliardi di euro ed è in continuo aumento. Questo non significa però che sostituisca quella pubblica. “È una crescita fisiologica che si incrocia con l’aumento della spesa pubblica e del Pil” spiega Mario Delvecchio, direttore dell’Osservatorio sui consumi privati in sanità della Bocconi. La metà della spesa out of pocket (ticket inclusi) se ne va per le cure dentistiche (escluse dai lea)  per i farmaci di fascia C (a carico del cittadino)  e per i ticket di fascia A”.
17/06/2018

Difendersi (davvero) dai raggi ultravioletti

Corriere della Sera, 17/06/2018
Laura Cuppini
Un’adeguata schermatura dal sole è necessaria per proteggere la pelle da eritemi, ustioni, macchie e tumori. «L'esposizione intensa alle radiazioni ultraviolette rappresenta il fattore di rischio principale per l'insorgenza di melanoma, basalioma e spinalioma - spiega Paolo Ascierto, direttore dell'Unità di Oncologia Melanoma, Immunoterapia Oncologica e Terapie Innovative dell'Istituto Nazionale Tumori Pascale di Napoli - con alcune differenze: il melanoma è tipico delle persone che stanno chiuse in ufficio e d'estate, per 2-3 settimane, si mettono sconsideratamente al sole. Basalioma e spinalioma colpiscono invece di più chi subisce l'esposizione cronica, come marinai e agricoltori”.
17/06/2018

Capua - «Sono donna e scienziata, ecco perché ho tanti nemici Che dolore lasciare l’Italia»

Corriere della Sera, 17/06/2018
Martina Pennisi
“L'Italia ha sempre avuto uno zoccolo di anti-scientificità. C'è uno scetticismo di base, che forse arriva dalla forte cultura cattolica o da come impostiamo il percorso universitario, non so. Come i musulmani d'altronde, abbiamo una componente culturale da cui è difficile prendere le distanze. Arriviamo a dare addosso a persone come Veronesi, con tutto quello che ha fatto per la ricerca sui tumori. Dobbiamo però distinguere le discussioni oneste da quelle strumentali, e scorrette, di chi cerca di fare presa sulle persone sfortunate che, ad esempio, si trovano ad avere un bambino autistico. Le vaccinazioni non c'entrano nulla ed è stato ampiamente dimostrato, eppure c'è chi ha continuato a insistere su un presunto legame tra le due cose”. Lo osserva la scienziata Ilaria Capua, che nel 2006 ha isolato il virus africano H5N1 dell'influenza aviaria mettendo a disposizione di chiunque la scoperta in un database aperto. Nel 2013 è stata eletta alla Camera con Scelta Civica e nel 2014 è stata indagata nell'ambito di un'inchiesta su un presunto traffico di virus. Dopo l'archiviazione del caso (prosciolta perché il fatto non sussiste), si è dimessa dalla Camera per trasferirsi negli Usa, dove dirige un centro di ricerca all'Università della Florida.
Visualizzazione risultati 1-12 (di 5817)
 |<  < 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10  >  >| 


Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni