Edicola

24/12/2018

Il pusher globale è il web. Così le droghe invisibili conquistano i ragazzini

La Stampa, 24/12/2018
Nadia Ferrigo
Molte nuove droghe sono acquistabili on line:   vanno sul mercato talmente alla svelta che il ministero della salute non riesce a tracciarle per cui migliaia di molecole “non illegali” solo per mancanza di regolamentazione, sono facilmente disponibili con gravissimi rischi per la salute. Gli spacciatori non corrono il rischio di essere arrestati, i consumatori non si rendono conto del pericolo perché acquistano sul web con carta di credito e nessuno segnala rischi per la salute. Si calcola che 670mila teenager abbiano usato almeno  uno stupefacente nell’ultimo anno.
24/12/2018

Ricetta elettronica per i farmaci del cane. Veterinari in rivolta: “non può funzionare”

La Stampa, 24/12/2018
Cristina Insalaco
Dal 1^ gennaio la ricetta elettronica per la prescrizione dei farmaci veterinari avrebbe dovuto sostituire quella cartacea ma manca ancora l’entrata in vigore del decreto ministeriale. Per Sergio Comoglio, del sindacato italiano dei veterinari liberi professionisti, esistono ancora vari problemi tecnici a cominciare dal fatto che non tutti i veterinari hanno ricevuto o richiesto le credenziali per accedere al portale e che alcuni ambulatori non sono registrati nel sistema. La piattaforma è stata inizialmente studiata solo per gli animali da reddito e il rischio è che non sopporti il flusso di tutti i medici veterinari che fanno decine di ricette al giorno. Federfarma ha inviato una lettera al ministro Grillo per chiedere chiarimenti, in particolare sulla data di avvio del nuovo sistema in assenza del previsto Decreto Ministeriale.
24/12/2018

“Mancano gli infermieri così la sanità non ce la fa”

La Repubblica Affari e Finanza, 24/12/2018
Adriano Bonafede
In Italia c’e’ un infermiere ogni 10/11 pazienti e nelle regioni con piani di rientro si arriva a 18/19 mentre - osserva Barbara Mangiacavalli presidente della Fnopi - “ricerche internazionali dicono che ci dovrebbe essere nelle strutture sanitarie pubbliche un infermiere ogni 6 pazienti per ridurre la mortalità del 20%.” Gli infermieri sono oltre 440mila (la categoria piu’ numerosa tra quelle che hanno un albo professionale) e secondo Almalaurea a un anno dalla laurea trova lavora il 74% degli infermieri. Ma dieci anni fa il SSN ne assorbiva di più e a un anno dalla laurea lavorava il 94%.
21/12/2018

Manovra, l’intesa con l’Ue innesca la rabbia popolare. E scoppia la grana Iva

La Stampa, 21/12/2018
Paolo Baroni, Ilario Lombardo
II maxiemendamento del governo con le ultime modifiche alla legge di Bilancio arriva direttamente in aula al Senato saltando la commissione Bilancio perché, come ha spiegato il presidente Daniele Pesco (M5S), “700 emendamenti da vagliare sono troppi e non c'è abbastanza tempo per farlo”. L'annuncio, con l’aggiunta del voto di fiducia previsto per stasera, fa insorgere le opposizioni. “Arriva in Aula un maxi emendamento mai votato da nessuno. È la prima volta nella storia della Repubblica. È un'emergenza democratica” denunciano i senatori Pd.
21/12/2018

Il "treno dei miracoli", 7 vagoni portano le cure in tutta l’India

La Stampa, 21/12/2018
Carlo Pizzati
Lo chiamano il treno dei miracoli: è il Lifeline Express, un treno-ospedale i cui vagoni sono sale chirurgiche e ambulatori con macchinari moderni e squadre di medici e infermieri. L’idea nasce da una semplice filosofia: se la gente non può arrivare all'ospedale, allora l'ospedale dovrà arrivare dalla gente. E infatti il Lifeline arriva nelle zone più sperdute e più lontane dagli ospedali tradizionali. È dotato di un'unità per la mammografia, un laboratorio per gli esami ginecologici, un'unità dentistica, consultori e apparecchi a raggi-X collegati via wifi ai grandi ospedali metropolitani dove i medici possono esaminare le lastre a distanza. In quasi 30 anni le équipe del treno-ospedale hanno percorso 200 mila chilometri, hanno eseguito 1 milione e 370 mila operazioni, curato più di un milione di pazienti in 184 distretti di 20 stati diversi. Il tutto gratuitamente.
21/12/2018

Concessioni, Antitrust chiede meno proroghe e più gare

Il Sole 24 Ore, 21/12/2018
Laura Serafini
L'Antitrust ha un nuovo presidente, scelto per la prima volta con un processo di selezione. È Roberto Rustichelli, attuale presidente del tribunale delle imprese e presidente di sezione della commissione tributaria provinciale di Napoli. Tra gli incarichi che ha ricoperto in passato, quello di vice capo di gabinetto del ministro delle Attività produttive con delega alle direzioni generali dell'ex ministero per il commercio con l'Estero. La scelta di Rustichelli è arrivata dopo la scrematura di 112 candidature. Sono stati privilegiati i requisiti “di terzietà” spiega il presidente del Senato Elisabetta Casellati: “quindi si è ricorsi al parametro dell'indipendenza politica in relazione all'attività professionale che ciascun candidato ha svolto e l'esperienza istituzionale di ciascun candidato”.
20/12/2018

Manovra, sì condizionato all’Italia

Il Sole 24 Ore, 20/12/2018
Barbara Fiammeri, Manuela Perrone
La manovra economica passa ufficialmente l'esame della Ue, con un “sì” condizionato. L’Italia resta un sorvegliato speciale: l'adozione delle misure annunciate “permetterebbe alla Commissione di non raccomandare l'avvio di una procedura per disavanzo eccessivo a questo stadio” si legge nella lettera inviata al premier Conte da Juncker, Dombrovskis e Moscovici. Ci sarà quindi un attento monitoraggio delle misure di correzione al deficit. La manovra-bis  vale 31 miliardi, prevedendo minori spese per 9 miliardi e maggiori entrate per 1,2 miliardi.
20/12/2018

Conte: «Al fronte dei rigoristi ho spiegato che il no metteva tutti a rischio. Io resterò per cinque anni»

Corriere della Sera, 20/12/2018
Massimo Franco
“È stata una trattativa con alti e bassi, che ho cercato di affrontare con perseveranza e tenacia. Sapevo di dover raggiungere un obiettivo utile al mio Paese. E ho cercato di perseguirlo sapendo che c'erano condizioni non solo tecniche ma politiche delle quali tenere conto nell'interesse del Paese” afferma il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, all’indomani del via libera europeo alla manovra economica dell’Italia. “Con l'Europa bisogna dialogare, sempre. E questo mi pare di averlo fatto con ostinazione. Ma bisogna anche farlo senza rinunciare al proprio programma politico e ai propri obiettivi”.
20/12/2018

Ricciardi: «Sanità, lascio il vertice il governo era distante»

Il Mattino, 20/12/2018
Ettore Mautone
“Dopo quattro anni e mezzo di lavoro vado via perché ho raggiunto tutti i risultati che mi ero prefisso. Quando ho accettato questo incarico l'ho fatto con spirito di servizio. Con lo stesso animo cedo il testimone ad altri” dichiara Walter Ricciardi, che ha presentato le proprie dimissioni dalla carica di presidente dell’Istituto superiore di sanità. “Il mio successore troverà di certo un Istituto molto forte dal punto di vista dell'organizzazione e delle competenze scientifiche. L'istituto superiore di sanità è l'organo tecnico e scientifico del Servizio sanitario, ha compiti molto importanti e centrali nella politica sanitaria del Paese”. Il prossimo grande tema da affrontare “è quello della sostenibilità del Servizio sanitario nazionale. In questo ambito l'istituto ha un ruolo di aiuto e sostegno a garanzia di questa centrale funzione”.
19/12/2018

Intesa con l’Europa sulla manovra

Corriere della Sera, 19/12/2018
Lorenzo Salvia
Oggi a Bruxelles nella riunione dei commissari Ue - secondo quanto anticipato ieri dal ministero dell'Economia - dovrebbe essere ufficializzato l'accordo raggiunto con il governo italiano sulla manovra economica per evitare l’avvio della procedura di infrazione. Nella manovra ci saranno due miliardi in più dalle privatizzazioni, sanzioni più pesanti per chi non paga le tasse nei termini (triplicati gli interessi da pagare), sono previsti tempi più lenti per reddito di cittadinanza e pensioni quota 100. La manovra si trova ora in commissione Bilancio al Senato e passerà all'esame dell'Aula per l’approvazione. Il testo ritornerà poi alla Camera in seconda lettura per essere approvato in via definitiva entro il 31 dicembre.
19/12/2018

Sanità, taglio del 30% ai premi dei manager lenti nei pagamenti

Il Sole 24 Ore, 19/12/2018
Gianni Trovati
Per accelerare i tempi dei pagamenti dei fornitori da parte delle pubbliche amministrazioni sanitarie, la manovra chiama in causa i manager. È previsto che almeno il 30% dei "premi" - cioè della “retribuzione di risultato” - riconosciuti a direttori generali e amministrativi di aziende sanitarie e ospedaliere andrà collegato alle performance dell'azienda nei tempi di pagamento: l'intera somma potrà essere azzerata se i ritardi superano i 60 giorni, oppure se non si riesce a smaltire almeno il 10% del debito residuo. Negli altri enti territoriali, dalle Regioni ai Comuni, le sanzioni riguarderanno invece i bilanci, con tagli fino al 5% delle spese destinate all'acquisto di beni e servizi.
18/12/2018

All’Europa i risparmi non bastano. Trattativa a oltranza sulla manovra

La Stampa, 18/12/2018
Marco Bresolin, Fabio Martini
L'atteso via libera informale alla manovra finanziaria da parte della Commissione Ue è slittato nuovamente. Certo, “il traguardo è vicino, ma i conti ancora non tornano: ieri mattina il governo aveva inviato a Bruxelles una e-mail contenente i ‘grandi numeri’ della manovra riveduta e corretta. Come annunciato, il rapporto deficit-Pil era retrocesso dal 2,4% al 2,04%, ma dentro quello schema (che non è ancora un articolato di legge), secondo i tecnici della Commissione ci sono punti non ancora chiari, che richiedono un supplemento di istruttoria. In altre parole, la trattativa continua”.
Visualizzazione risultati 109-120 (di 6254)
 |<  <  6 7 8 9 10 11 12 13 14 15  >  >| 


Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni