Edicola

21/05/2020

Conte: stop alla movida o i contagi risaliranno Mobilitate le questure

La Repubblica, 21/05/2020
Michele Bocci
“Non è finita, chiariamolo, non è il tempo dei party e della movida, altrimenti la curva risale”. Il premier Giuseppe Conte mette in guardia gli italiani, soprattutto chi in questi giorni si è buttato a fare l'aperitivo o comunque è rimasto fuori con gli amici a lungo a festeggiare quel po' di libertà riacquistata. “Abbiamo tolto l'autocertificazione perché la curva era sotto controllo, ma nessuno pensi che sono saltate le regole di precauzione”. A preoccupare sono soprattutto i giovani tra i 15 e 30 anni, che adottano comportamenti poco rigorosi. Il capo della polizia Franco Gabrielli ha inviato una circolare a tutti i questori italiani nella quali li invita anche ad assicurare "il rispetto del divieto di assembramento e di aggregazioni di persone e l'osservanza delle misure di distanzia mento sociale".
21/05/2020

Nello scontrino la detraibilità della spesa per mascherine

Il Sole 24 Ore, 21/05/2020
Marcello Tarabusi Giovanni Trombetta
Mascherine e altri beni necessari per fronteggiare l'emergenza Covid-19 diventano esenti Iva dal 19 maggio al 31 dicembre 2020, e dal 1° gennaio 2021 avranno l'Iva al 5%. Lo prevede l'articolo 124 del decreto rilancio (DI 34/2020). La maggior parte di tali beni sono destinati ad uso ospedaliero o a strutture sanitarie, ma alcuni sono commercializzati anche al pubblico, nelle farmacie o in altri esercizi: si tratta per lo più di mascherine, guanti, termometri, disinfettanti, provette sterili.
20/05/2020

Il fascicolo elettronico è ancora fermo L`ira dei medici: «Vogliono cancellarlo»

Corriere del Mezzogiorno, 20/05/2020
Lucia del Vecchio
Il sistema informativo sanitario della regione Puglia è in tilt per “problemi tecnici. Al momento la percentuale di persone che hanno attivato il fascicolo in Puglia “è circa il 10% della popolazione”- spiega Vito Novielli, presidente di Federfarma Puglia che, insieme al segretario Fimmg, Donato Monopoli, aveva denunciato nei giorni scorsi i disservizi e chiesto l'intervento della Regione. Prima dell'emergenza sanitaria i fascicoli attivati erano in circa 90mila.
20/05/2020

In Campania aumentano gli abusi a causa della convivenza forzata L`allarme di «Farmaciste Insieme»

Corriere del Mezzogiorno, 20/05/2020
Angelo Lomonaco
L’associazione Farmaciste Insieme nasce a Napoli nel 2012, su iniziativa di tre amiche: Angela Margiotta, Valeria Galdiero e Carmen Russomanno. Nel 2013 hanno lanciato il Progetto Mimosa, nato per fronteggiare l'allarme femminicidio a fianco del numero antiviolenza 1522. “Le farmacie - spiega la presidente Angela Margiotta - costituiscono una rete: sulla base di questa intuizione pensammo di poter dare una mano. E avevamo ragione, infatti le brochure, che nelle farmacie sono esposte sempre in un angolo un po' appartato, finiscono subito anche se non si vede mai nessuna che le ritira. Contengono una sorta di vademecum per le donne, e riportano numeri di telefono e recapiti delle associazioni e dei centri di assistenza ai quali possono rivolgersi”.
20/05/2020

Intesa Comuni-Farmacie per la consegna dei medicinali a domicilio

Il Tempo.it, 20/05/2020
Sottoscritto tra Anci, Federazione degli Ordini dei Farmacisti italiani, Federfarma e Assofarm un protocollo d'intesa per la consegna domiciliare dei medicinali. In collaborazione con le amministrazioni comunali e le associazioni di volontariato ai pazienti sarà garantito un più agevole accesso alla terapia farmacologica prescritta dal medico. “In sinergia con ANCI, le farmacie possono rafforzare ulteriormente il servizio di consegna gratuita dei farmaci a domicilio, in favore di cronici e anziani - i pazienti più fragili - e di quanti non possono lasciare il proprio domicilio", afferma il presidente di Federfarma Marco Cossolo. "In questi mesi il ruolo della farmacia si conferma essenziale nell'ambito dell'organizzazione territoriale del SSN. Nella stessa direzione virtuosa che comporta una riduzione degli spostamenti va la distribuzione attraverso le farmacie di medicinali finora disponibili solo in strutture pubbliche", aggiunge Cossolo.
20/05/2020

Vespignani: "Balleremo ancora col virus"

Il Fatto Quotidiano, 20/05/2020
Daniela Ranieri
“Davanti a un virus completamente nuovo, il fatto che non sappiamo come influirà la stagionalità ci pone in svantaggio” afferma Alessandro Vespignani, epidemiologo e membro della task force della Casa Bianca che studia l'evolvere della pandemia negli scenari che si aprono con la Fase 2. “Secondo me abbiamo davanti 5-6 mesi in cui questo virus sarà con noi. Faremo un balletto in punta dei piedi con dei rischi: che alcuni Paesi sbaglino gli interventi, creando problemi per tutti, fino all'arrivo del vaccino”.
19/05/2020

Il commercio riparte con sconti fino al 70%

Il Sole 24 Ore, 19/05/2020
Enrico Netti
Avvio lento per negozi e pubblici esercizi, con vendite sotto la media pre-Covid; poco meglio per i negozi di vicinato; forti sconti per ridare liquidità alle casse esangui. Nel primo giorno della Fase 2 hanno riaperto negozi, bar e ristoranti, parrucchieri e centri commerciali: nelle città hanno rialzato le saracinesche il 70-90% dei negozianti. Ma sono chiusi il 30% di bar e ristoranti: lo smart working riduce la clientela potenziale. E nei negozi di abbigliamento vendite promozionali con sconti tra il 20 e il 70%. Ieri Confcommercio ha reso noto i dati sui consumi di aprile: -47,6%.
19/05/2020

Lagarde - «Il Patto di stabilità va rivisto La Corte tedesca non ci fermerà»

Corriere della Sera, 19/05/2020
Federico Fubini
La crisi economica legata al coronavirus “è notevole, senza uguali in tempo di pace. Dobbiamo farvi fronte con determinazione per aiutare le nostre economie a rialzarsi al più presto, in modo da evitare una crisi sociale” afferma il presidente della Bce Christine Lagarde. “I nostri scenari vanno da una recessione del 5% a una del 12% nell'area euro per quest'anno, con un'ipotesi centrale dell'8%. Rivedremo le proiezioni il 4 giugno, ma ci aspettiamo nello scenario più grave una caduta del prodotto interno lordo del 15% solo per il secondo trimestre. In realtà, è difficile valutare gli effetti della fine del lockdown in ogni Paese, soprattutto se si contempla anche l'ipotesi di una seconda ondata dell'epidemia in autunno. Un fattore ci sembra probabile: se c'è una seconda ondata, le ricadute economicamente dovrebbero essere meno gravi, perché l'esperienza darà i suoi frutti”.
19/05/2020

Patuanelli - "Modello ponte di Genova per ripartire Il Paese non può vivere di soli sussidi"

La Stampa, 19/05/2020
Paolo Baroni
“Per quanto nel decreto Rilancio Italia si siano inserite molte risorse di ristoro - parliamo di 20 miliardi di liquidità diretta tra sospensione Irap, indennizzi a fondo perduto, pagamento degli arretrati della Pa e riduzione oneri delle bollette - tuttavia stiamo parlando di un decimo di quello che il Paese ha perso tra marzo ed aprile. Lo afferma il ministro dello Sviluppo Economico Stefano Patuanelli. “Per cui per rimetterci in moto bene dobbiamo ricominciare con forza, intanto iniziando a sburocratizzare il paese. È il prossimo passaggio fondamentale”. “Bisogna far percepire alle imprese che lo Stato si fida di loro. Questo è il mio primo obiettivo. Dovranno produrre meno carte e perdere meno tempo, che per le imprese è sempre un costo, per ottenere una autorizzazione, per attivarsi e per poter partire con un'opera. Questo non significa assolutamente derogare a principi di legalità, anche perché col decreto ‘spazzacorrotti’ ci siamo dotati di uno strumento che è all'avanguardia rispetto a tanti paesi europei per contrastare i fenomeni corruttivi”.
18/05/2020

Si riparte, Regioni divise Boccia: rispettate la legge

La Stampa, 18/05/2020
Paolo Festuccia
“Questo è l'inizio di una fase nuova. La prima è durata due mesi e mezzo. E in quella fase lo Stato ha acquistato i ventilatori per le terapie intensive, li ha distribuiti sul territorio, ha inviato personale medico, ha distribuito soldi alla Regioni... Ora proprio perché restringere è doloroso, ma più facile, è inevitabile responsabilizzare i territori” afferma il ministro degli Affari Ragionali Francesco Boccia. “Per le ripartenze, ci piaccia o no, il nostro Paese si confronta con 21 sistemi diversi e quindi è inevitabile coinvolgere tutti... Ma lo sforzo fatto oggi sarà utile per i mesi che varranno”. “Penso che andremo verso una prospettiva dove alcuni cammineranno più speditamente e altri molto lentamente”.
18/05/2020

Galli "Ripartire è giusto Attenti anche in famiglia o ci sarà un`altra ondata"

La Repubblica, 18/05/2020
Sandro De Maccardis
“Se l'apertura avviene è perché non ci sono alternative, ma dobbiamo viverla con il massimo senso di responsabilità nei nostri comportamenti” avverte Massimo Galli, direttore del dipartimento di Malattie infettive dell’ospedale Sacco di  Milano. “Siamo di fronte a un esperimento di riapertura che si fonda principalmente su mascherine e distanziamento” continua Galli. “Non c'è la prova provata che sia un sistema sicuro di prevenzione, ma non sono scettico. Quello che è fondamentale è che ogni cittadino si senta responsabile. Nessuno può sapere oggi se funzionerà. Il tentativo va fatto, anche se molte indicazioni potrebbero essere modificate in corso d'opera, in base all'evoluzione del contagio”.
17/05/2020

Sileri - «La Sanità tomi a livello centrale Pochi test? Mancano in tutta Europa»

Il Giornale, 17/05/2020
Antonella Aldrighetti
L'emergenza Covid ha portato alla luce tutte le criticità del sistema sanitario. “Siamo davanti all'evidente necessità di modificare l'architettura del servizio sanitario nazionale con un occhio attento al regionalismo differenziato” osserva il viceministro della Salute, Pierpaolo Sileri. “Sanità pubblica e prevenzione vanno riportate a livello centrale, mentre occorre potenziare il territorio già in capo alle Regioni”.
Visualizzazione risultati 13-24 (di 7173)
 |<  <  1 2 3 4 5 6 7 8 9 10  >  >| 


Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni