Edicola

17/04/2019

Umbria, Marini lascia dopo l’alt di Zingaretti "Serve responsabilità"

La Repubblica, 17/04/2019
Giovanna Vitale
La presidente della Regione Umbria Catiuscia Marini (Pd), coinvolta nell’inchiesta sui concorsi truccati in sanità, si dimette. Accoglie così l’invito del segretario Pd Nicola Zingaretti, che le aveva chiesto un passo indietro anche per non compromettere la corsa del Pd alle europee.
16/04/2019

Ricette «troppo facili» per bambini e anziani

Libero, 16/04/2019
Costanza Cavalli
Nel 2017, gli italiani hanno assunto 25,5 dosi giornaliere di antibiotici ogni mille abitanti - rispetto a una media europea di 21,7 dosi al giorno - con una netta differenza tra le regioni del Nord e il Sud del Paese, soprattutto per quanto riguarda l'uso inappropriato di tali farmaci (dati Osmed). Già nel 2015, lo studio dell'European Centre for Disease prevention and control documentava 33.110 decessi su 671.689 casi di infezioni antibiotico-resistenti. Per un terzo, i morti erano italiani. Inoltre, il consumo di antibiotici si concentra soprattutto fra bambini e anziani, nei primi quattro anni di età e tra gli ultrasettantenni. Secondo alcune stime nel 2050 la multiresistenza potrebbe diventare la principale causa di morte in Italia.
16/04/2019

Le imprese farmaceutiche tagliano il prezzo dell’insulina

Italia Oggi, 16/04/2019
Ettore Bianchi
Negli Stati Uniti Sanofi ha deciso di ridurre il prezzo dell'insulina per diminuire i costi delle cure sostenuti dai diabetici, che sono 29 milioni, pari al 9,3% della popolazione. In particolare, la società farmaceutica francese ha deciso di fissare un prezzo unico di 99 dollari al mese (87,5 euro) per i propri medicinali. Il forfait, riservato ai pazienti senza assicurazione, comprenderà fino a 10 flaconi o 10 scatole di iniettori a penna. Prima, il prezzo era fissato a 99 dollari a flacone e 149 dollari (131,8 euro) per una scatola di iniettori a penna. La decisione di ridurre il prezzo è stata adottata in seguito alle pressioni dell'opinione pubblica e politica.
15/04/2019

La revisione delle aliquote e quel buco da 30 miliardi negli incassi dello Stato

Corriere della Sera, 15/04/2019
Federico Fubini
Quanto vale la cosiddetta flat tax? Non esistono cifre ufficiali, ma si possono tentare delle stime sulla base dei dati disponibili del Def e del Dipartimento delle Finanze. “L'anno scorso l'Irpef ha garantito allo Stato 194,3 miliardi su un totale di 480,5 miliardi di entrate tributarie. Quella tassa è il cuore delle entrate dello Stato, la locomotiva che permette alla scuola o alla sanità pubbliche di andare avanti. E quei 20,6 milioni di italiani fra i 15 mila e i 50 mila euro di reddito, il ceto medio italiano, sono i contribuenti essenziali all'intero sistema. Una «flat tax» al 15% rappresenta un taglio effettivo dell'imposta di circa il 40% se si ipotizza che per quei venti milioni di italiani l'aliquota media effettiva sia di circa il 25%. Con la «tassa piatta» il gettito crollerebbe di una quarantina di miliardi con risparmi su deduzioni e detrazioni di una decina di miliardi. In altri termini, a prima vista, con la tassa piatta il gettito medio crollerebbe di circa 44 miliardi”.
14/04/2019

«Ticket sui farmaci e liste di attesa, bisogna cambiare»

Il Secolo XIX, 14/04/2019
Guido Filippi
Eliminare i ticket sulle medicine per le fasce fragili, intervenire sulle liste d'attesa e reintrodurre il medico scolastico fino alle superiori sono tra i principali punti del piano del ministro della Salute Giulia Grillo. “Sto lavorando per abolire il ticket a chi non ha le esenzioni ed è costretto a spendere anche 300 euro di medicine”. Sui tempi di attesa, afferma: “Se un ospedale non è in grado di assicurare una visita nei tempi previsti, deve garantirla in libera professione intramoenia, facendo pagare solo il ticket al paziente”. Per quanto riguarda il medico scolastico, l’idea del ministro “è che si possano alternare diversi profili di specialisti, fino alle superiori, grazie ad intese con le Asl. Non servono risorse aggiuntive, ma una buona organizzazione”.
14/04/2019

Le bufale sulla carne smontate una per una

Libero, 14/04/2019
Attilio Barbieri
“La maggior parte delle argomentazioni su cui poggia la campagna contro la carne sono bufale clamorose” afferma l’articolo, che sulla base di uno studio condotto nell'ambito del progetto Carni Sostenibili smonta le principali fake news, diffuse soprattutto sul web. Ad esempio: non è vero che in Italia si consumano 79,1 chilogrammi di carne all'anno. Questa stima prende in considerazione anche le parti non edibili dei capi macellati. Se si escludono gli scarti le cifre cambiano e si scopre che in media il consumo reale è di circa 37,9 Kg di carne all'anno. è fuorviante affermare che la carne fa venire il cancro: nel 2015, l'Oms ha analizzato il rischio di sviluppare il tumore al colon in presenza però di un consumo giornaliero pari a 50 grammi di carne trasformata (ad esempio sotto forma di salumi) e 100 grammi di carne rossa. Non servono 15.000 litri d'acqua per produrre un Kg di carne bovina: questo è vero se si considera l’acqua utilizzata in tutto il processo produttivo, compresa quella usata nella coltivazione dei foraggi. Per quanto riguarda poi la convinzione che la carne contiene ormoni e antibiotici, bisogna sapere che. Il trattamento di animali con gli ormoni è vietato in Europa da quasi quarant'anni e da oltre un decennio è proibita anche la somministrazione di antibiotici a scopo preventivo.
13/04/2019

Sanità, l’Asl non paga i farmaci. Ricorsi milionari delle aziende

Il Sole 24 Ore, 13/04/2019
Sara Monaci
Sotto la lente del Tar della Lombardia, e probabilmente anche della procura della Corte dei Conti, ci sono molte aziende ospedaliere, soprattutto del Sud (in particolare di Catanzaro, Cosenza) e della Capitale. Il caso è stato sollevato dal Tribunale amministrativo lombardo, che si è ritrovato a gestire 630 ricorsi di aziende di factoring che, tra il 2011 e il 2014, lamentavano i mancati pagamenti da parte delle Asl, per una cifra complessiva che potrebbe sfiorare i 50 milioni (tra capitale e interessi). Le aziende ospedaliere hanno comprato farmaci e strumenti da note case farmaceutiche del Nord Italia, indebitandosi negli anni con interessi che in molti casi sono arrivati al 50% del capitale da restituire. Le case farmaceutiche, per recuperare almeno parte della cifra e superare il braccio di ferro con la Pa, hanno ceduto il debito alle aziende di factoring. Queste ultime, per risolvere i contenziosi con gli ospedali, si sono rivolte al Tar del loro territorio di riferimento.
13/04/2019

Umbria, l`inchiesta sulla Sanità che fa tremare il Pd

La Stampa, 13/04/2019
Edoardo Izzo
È una vera tempesta quella che ha colpito la sanità umbra e i vertici locali del Pd: al centro dell'inchiesta ci sono alcuni concorsi truccati a favore di candidati raccomandati. II segretario del Pd dell'Umbria, Gianpiero Bocci, e l'assessore regionale alla Salute, Luca Barberini, sono stati arrestati. Catiuscia Marini, governatore regionale, è invece indagata. Il fascicolo dell’inchiesta, rimasto top secret per mesi, conta ben 35 indagati tra cui diversi dirigenti ospedalieri locali. Le accuse, a seconda delle posizioni, sono di reati quali abuso d'ufficio, rivelazione del segreto d'ufficio, favoreggiamento e falso.
12/04/2019

Tria: «Con lo sblocca-cantieri 87 miliardi da investire»

Il Messaggero, 12/04/2019
Osvaldo De Paolini
“Ribadisco che non sarà necessaria alcuna manovra correttiva nel senso tradizionale del termine” dichiara il ministro dell’Economia Giovanni Tria. “Semmai ci saranno aggiustamenti quantitativi, ma senza modificare la struttura della legge di Bilancio. Con il Def che il governo ha approvato, siamo infatti in grado di soddisfare in pieno gli impegni con Bruxelles. Anzi, non escludo un miglioramento del deficit strutturale, se anche fosse dello 0,1%”. L'Italia per prima, prosegue Tria, “ha compreso che la congiuntura stava mutando e che le politiche di austerità andavano rapidamente sostituite con misure espansive. Bruxelles e gran parte degli organismi multilaterali hanno chiaramente sottovalutato il rallentamento in atto. Temevano una nuova crisi finanziaria e non si rendevano conto che già incombeva la crisi economica. Ciò spiega tante correzioni sulle proiezioni di crescita”.
12/04/2019

Piano anti obesità, incentivi per la palestra

Quotidiano Nazionale, 12/04/2019
Giulia Prosperetti
Con oltre 23 milioni di adulti e 1,7 milioni di minorenni in sovrappeso o obesi, l'eccesso di peso in Italia costa al Sistema sanitario nazionale tra i 5 e i 10 miliardi di euro. Cifre che salgono, fino quasi a raddoppiare, se si considerano tutte le patologie connesse. Alla base di un eccessivo aumento di peso, come dimostra il recente rapporto pubblicato dall'Italian Obesity Barometer Report in collaborazione con l'Istat, vi è una vita sedentaria: oltre un giovane su 3, al Sud, non pratica attività fisica, con le percentuali più elevate in Sicilia (42%), Campania (41%) e Calabria (40%). Per contrastare il fenomeno, il ministero della Salute sta pensando a soluzioni concrete. Oltre “al protocollo firmato con il Miur per iniziare a sensibilizzare gli studenti sul tema” ha annunciato il ministro della Salute Giulia Grillo, un’altra misura allo studio è quella di “favorire l'attività fisica attraverso attività di promozione e incentivazione per le fasce più fragili della popolazione”. Si tratta di “incentivi per la frequenza di impianti sportivi rivolti a chi intraprende un percorso di perdita di peso, naturalmente seguito dal Servizio sanitario regionale. Un progetto che parte dalla considerazione che purtroppo oggi l'accesso all'attività sportiva non è alla portata di tutti.
11/04/2019

Conte e i vicepremier: «Niente patrimoniali, no all’aumento Iva»

Il Sole 24 Ore, 11/04/2019
Barbara Fiammeri, Manuela Perrone
All'indomani dell'approvazione del Def che certifica la crescita del Pil allo 0,2%, il premier Giuseppe Conte e suoi due vice, Matteo Salvini e Luigi Di Maio, si concentrano sulla cosiddetta “fase due” del Governo gialloverde, che si apre con il varo dei decreti crescita e sblocca cantieri. Sono provvedimenti con cui il Governo vuole mettere a tacere quanti intravedono nelle difficoltà dei conti pubblici la possibilità di un intervento per recuperare risorse sotto forma di patrimoniale o di aumento dell'Iva. Conte confida che la crescita vada oltre lo 0,2% certificato dal Def. Una stima a suo avviso prudenziale, che “tiene conto della congiuntura e di tanti fattori, compresa l'interlocuzione con Bruxelles”, ma che il premier confida possa essere superata grazie ai prossimi interventi decisi dal Governo, soprattutto sul fronte “investimenti e semplificazioni”.
11/04/2019

Farmacie, appuntamento con l’aggiornamento e il confronto

La Repubblica, 11/04/2019
Dal 12 al 14 aprile 2019 si tiene la 23^a edizione di Cosmofarma Exibition, l'evento dedicato al mondo della farmacia. Oltre 400 le aziende presenti in un'area espositiva aumentata del 10% e più di 80 convegni organizzati, tra i quali quello istituzionale di Federfarma che, come da tradizione, si terrà il sabato mattina ndr). "Cosmofarma è sempre una preziosa occasione di confronto sui grandi temi del settore, di scambio di informazioni su prodotti e servizi per aumentarne l'efficienza e la professionalità, integrando sempre più la farmacia nell'ambito del Servizio Sanitario Nazionale, nella territorializzazione delle prestazioni sanitarie e nei progetti per la cronicità” ha dichiarato Marco Cossolo, Presidente di Federfarma. “La farmacia sta vivendo un periodo di profonda trasformazione e di grandi sfide e continua ad evolversi per soddisfare le sempre più complesse esigenze di salute della popolazione e mantenere al con tempo il necessario equilibrio economico. Federfarma è impegnata ad accompagnare la farmacia in questo cambiamento, senza perdere di vista il suo valore intrinseco di presidio sociale e sanitario sul territorio".
Visualizzazione risultati 13-24 (di 6369)
 |<  <  1 2 3 4 5 6 7 8 9 10  >  >| 


Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni