Edicola

27/11/2018

Screening diabete, oltre 130 mila test gratis in farmacia

Ansa, 27/11/2018
Sono stati circa 130 mila i test effettuati gratuitamente durante il DiaDay, la seconda edizione della campagna nazionale di prevenzione del diabete, alla quale hanno partecipato 5 mila farmacie. I dati sono all'esame del board scientifico che li elaborerà, tenendo conto anche di variabili demografiche come età e sesso. I risultati - raccolti ed elaborati da Promofarma - saranno resi disponibili alle istituzioni sanitarie e potranno contribuire all'individuazione di azioni di contrasto alla diffusione della patologia e delle sue complicanze. “Abbiamo raccolto una quantità di dati che danno una fotografia del diabete in Italia” commenta il presidente di Federfarma nazionale Marco Cossolo. “L'iniziativa dimostra che la farmacia ha un ruolo decisivo nelle campagne di screening, e può dare un importante contributo nel realizzare indagini profonde e dettagliate sul territorio per valutare lo stato di salute della popolazione".
26/11/2018

Sulla manovra Salvini e Di Maio aprono alla Ue

Corriere della Sera, 26/11/2018
Emanuele Buzzi e Marco Cremonesi
Nel confronto del governo con l’Ue sulla manovra sembra prevalere la linea del dialogo. La trattativa con la Commissione europea dovrebbe andare a toccare risorse destinate inizialmente a quota 100 (dovrebbe aderire solo l'80% dei circa 500mila pensionabili previsti) e reddito di cittadinanza. I 5 Stelle vorrebbero potenziare la riforma dei centri dell'impiego: l'idea è di utilizzare il «tesoretto» per gli investimenti in modo da far aumentare la crescita e ridurre il deficit. Si prospetta quindi una modifica della manovra in Parlamento attraverso una serie di emendamenti. Matteo Salvini afferma che “si tratterà di puntare in maniera più decisa sugli investimenti e sulla messa in sicurezza del territorio”. Secondo Luigi Di Maio “la trattativa di Conte salverà la manovra e anche la nostra idea di Europa, che non deve saltare ma si deve trasformare”.
25/11/2018

L’intelligenza artificiale sfida i medici di famiglia

Corriere della Sera, 25/11/2018
Ruggiero Corcella
Le cure primarie sono in crisi. Lo sostiene l'Organizzazione Mondiale della Sanità, che indica nelle nuove tecnologie digitali uno dei volani fondamentali per rilanciarle. I 194 Paesi membri dell'Oms l'ottobre scorso hanno sottoscritto all'unanimità la Dichiarazione di Astana, il cui obiettivo è consentire a individui e comunità - attraverso il digitale e altre tecnologie - di identificare i loro bisogni di salute, partecipare alla pianificazione e alla fornitura di servizi e svolgere un ruolo attivo nel mantenere la propria salute e il proprio benessere”. Il Regno Unito, patria del sistema sanitario universalistico, sta sperimentando un servizio di assistenza sul territorio via app. In Italia, i medici di famiglia hanno investito quasi 80 milioni di euro nel 2017 in innovazione tecnologica. Ma, sottolinea Nicola Calabrese, presidente di Netmedica Italia (la società della Fimmg che si occupa di servizi di sanità digitale per i suoi iscritti), la percezione è che i processi di digitalizzazione vengano presentati come la panacea per risolvere i problemi della sanità e dell'assistenza mettendo da parte tutte le questioni che riguardano l'essenza del processo di cura che è appunto la relazione medico-paziente”.
24/11/2018

Grillo - «Il sistema sarà più equo, niente sconti sul pregresso»

Il Sole 24 Ore, 24/11/2018
Rosanna Magnano, Giorgio Santilli
“L'eredità che abbiamo raccolto sul payback della farmaceutica è davvero pesantissima. Dal 2013 le regioni non ricevono quanto loro dovuto per gli sforamenti dei tetti di spesa fissati per legge. Ora stiamo provando a mettere ordine nel sistema e la norma che abbiamo presentato sono convinta che risponda a questa esigenza. Ovviamente ciò vale per il 2019 e per gli anni a venire” afferma il ministro della Salute Giulia Grillo. “Il provvedimento si ispira a principi di semplificazione, equità, fattibilità e trasparenza, tutti elementi che i vari attori che abbiamo incontrato in queste settimane ci hanno ribadito come fondamentali. Nel merito, il nuovo sistema per garantire il ripiano dello sfondamento della spesa farmaceutica per acquisti diretti adotta il calcolo del payback su quote di mercato superando, pertanto, il sistema attuale che prevede il calcolo a partire dalla definizione di un company budget. Insomma, sono fiduciosa”.
23/11/2018

E la Ue ci avvisa sui vaccini: «Non affidarsi alle fake news, salvare le vite dei bambini»

Il Messaggero, 23/11/2018
In occasione della presentazione del rapporto Ue-Ocse sui sistemi sanitari, il commissario europeo alla salute Vytenis Andriukaitis rilancia il tema dell’obbligatorietà delle vaccinazioni invitando l’Italia a non creare un divario con i paesi Ue. “Dobbiamo andare nella direzione di una posizione razionale per raggiungere l'obiettivo comune di un’Europa senza morbillo entro il 2020, fissato dall'Oms” ha spiegato Andriukaitis. E’ quindi giunto il momento di passare da “dibatti inutili” ad “azioni” concrete, perché è in gioco la salute pubblica, non solo in Italia ma in tutta Europa: infatti, come sottolinea lo stesso rapporto Ue-Ocse, virus e malattie «non si fermano al confine».
23/11/2018

Di Maio - "Basta guerra alla Ue, ma le misure non cambiano; anche i mercati capiranno"

La Repubblica, 23/11/2018
Annalisa Cuzzocrea
“La condivisione e il dialogo sono valori alla base di tutta la nostra permanenza nell'Unione europea e siccome noi vogliamo restare è giusto che si dialoghi” afferma il vicepremier Luigi Di Maio. “Vedo che ci sono grandi perplessità nei confronti della manovra e da parte nostra ci sarà il massimo dialogo, ma non possono chiederci di tradire gli italiani”. Non si tratta, precisa Di Maio, “di fare la guerra all'Europa, ma di rispettare le promesse. E non è che facciamo tutto subito perché abbiamo esigenze politiche: il nostro obiettivo è mettere in sicurezza parti di società che non possono aspettare”.
22/11/2018

Numeri blindati, ma il governo tratta con la Ue su tempi e modi

Il Sole 24 Ore, 22/11/2018
Gianni Trovati
La Ue boccia ufficialmente la legge di Bilancio del governo italiano: la Commissione ha affermato ieri che la manovra 2019 rappresenta «un non rispetto particolarmente grave» delle regole di bilancio, aprendo la strada alla procedura d'infrazione per violazione del limite sul debito pubblico. La reazione dei mercati finanziari è stata tiepida: lo spread BTp-Bund sui decennali chiude addirittura in ribasso di 14 punti, a 311. Bene anche Piazza Affari, che guadagna l'1,41%. Gli investitori sembrano scommettere su una fase di trattative tra Roma e Bruxelles che potrebbe portare a rivedere, almeno in parte, la legge di Bilancio. Il premier Giuseppe Conte conferma: «Siamo pronti a un confronto costruttivo con la Ue», pur ribadendo «la bontà dell'impianto della manovra».
22/11/2018

Corte Ue, legittimo che Ssn rimborsi uso off label

Pharmakronos, 22/11/2018
Barbara Di Chiara
È legittimo che il Servizio sanitario nazionale prenda in carico i costi di un medicinale per un uso Off label nonostante vi sia, per la stessa indicazione terapeutica, un medicinale 'ad hoc'. È quanto ha affermato la Corte di giustizia dell'Unione europea in una sentenza sul caso dei due medicinali Avastin e Lucentis in relazione al loro utilizzo nel trattamento di una patologia oculare (Avastin nasce come farmaco per il trattamento di alcuni tumori ed è utilizzato off label per curare la degenerazione maculare dell’occhio legata all’età. Lucentis ha come indicazione specifica nell’Aic il trattamento della degenerazione maculare legata all’età. Entrambi sono rimborsati dal Ssn).
21/11/2018

Il giorno del giudizio per l’Italia. Manovra verso la bocciatura Ue

Il Sole 24 Ore, 21/11/2018
Beda Romano
Alla vigilia della giornata di oggi, durante la quale la Commissione europea pubblicherà le attese opinioni di bilancio, l'establishment comunitario ha espresso «grande preoccupazione» per l'elevato debito pubblico italiano. La presa di posizione di ieri conferma nei fatti l'avvicinarsi di una procedura per debito eccessivo contro l'Italia, che sarà oggetto con ogni probabilità di un nuovo acceso negoziato tra Roma e Bruxelles. Parlando innanzi al Parlamento europeo, il presidente dell'Eurogruppo Mario Centeno ha ribadito: «L'elevato debito pubblico italiano è per noi fonte di grande preoccupazione», tanto più che «è molto elevato alla luce di qualsiasi standard mondiale».
21/11/2018

Industrie della Sanità in trincea: «Così è difficile fare investimenti»

Il Sole 24 Ore, 21/11/2018
Barbara Gobbi, Rosanna Magnano
Ieri a Roma, in occasione dell'Healthcare Summit de II Sole 24 Ore, è stato fatto il punto sulle (poche) misure a carattere sanitario  messe in campo dalla legge di bilancio. “Rimangono fuori dalla Manovra – ha osservato Nino Cartabellotta, presidente della Fondazione Gimbe - indifferibili priorità: rinnovi contrattuali, sblocco del turnover del personale, eliminazione del superticket”. Inoltre, non si affrontano argomenti quali la nuova governance della spesa, il nodo del payback pregresso, la questione degli investimenti. “Temi enormi. Per affrontarli servirebbe un'altra manovra”, ha ammesso Pierpaolo Sileri, presidente della Commissione Igiene e Sanità del Senato. “Sediamoci a un tavolo, chiudiamo le vecchie pendenze del payback e mettiamo in piedi un nuovo sistema per la sostenibilità del Ssn e del fare impresa” ha invece proposto Massimo Scaccabarozzi, presidente di Farmindustria.
21/11/2018

Farmacia, Cittadinanzattiva-Federfarma: presidio di salute, "dimenticate" nel servizi territoriali

Help Consumatori, 21/11/2018
Le farmacie sono un presidio fondamentale sul territorio ma vengono “dimenticate” quando si parla di servizi territoriali. Sono presenti ovunque, quasi sempre aperte, giocano un ruolo di primo piano per il dialogo e l’ascolto soprattutto di anziani, di persone che soffrono di patologie croniche, donne con minori o in gravidanza. Allo stesso tempo, quando si tratta di strutturare servizi in rete sul territorio vengono spesso “dimenticate”. Lo sottolinea il primo Rapporto annuale sulla farmacia, realizzato da Cittadinanzattiva e Federfarma, elaborato su un campione di 1.275 farmacie, di cui un quarto nelle aree interne.
20/11/2018

Scontro Tria Eurogruppo “Non torniamo indietro.” E lo spread vola oltre 320

Il Messaggero, 20/11/2018
Antonio Pollio Salimbeni
“Il programma di governo non cambia, spero in un dialogo con la Commissione, passo dopo passo”. Il ministro dell’economia Tria non risponde direttamente alla domanda se domani si attende l’avvio della procedura contro l’Italia per violazione delle regole UE sui bilanci pubblici ma evoca le fasi nelle quali si svilupperà il dialogo con Bruxelles. Non ci sono segnali di avvicinamento tra le posizioni della Commissione, appoggiata da 18 Paesi, e quelle del Governo italiano.
Visualizzazione risultati 25-36 (di 6112)
 |<  <  1 2 3 4 5 6 7 8 9 10  >  >| 


Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni