Edicola

06/02/2019

Sabato la Giornata di raccolta farmaci

Il Messaggero, 06/02/2019
Sabato 9 febbraio torna in tutta Italia la Giornata di raccolta del farmaco. Nelle oltre 4500 farmacie aderenti all'iniziativa e che ne espongono la locandina sarà possibile acquistare uno o più medicinali da banco da donare alle persone indigenti. “In farmacia viviamo in quotidiano contatto con situazioni di grave disagio” afferma il presidente di Federfarma nazionale Marco Cossolo. “Sono sempre di più le persone che non possono permettersi un farmaco”.
06/02/2019

Grillo: «Autorevoli e conosciuti all’estero» Ecco i 30 nuovi esperti della Sanità

Corriere della Sera, 06/02/2019
Margherita De Bac
Il ministro della Salute Giulia grillo ha nominato i 30 nuovi esperti del Consiglio superiore di sanità. Sono tutti italiani, autorevoli a livello internazionale, impegnati anche nello studio di malattie rare e delle cellule staminali. “Nessuno spazio alla spartizione politica, basta guardare il ranking dal quale sono stati estratti i nomi degli esperti in base alle pubblicazioni sulle maggiori riviste scientifiche. Un lavoro schematico, trasparente, io neppure li conoscevo se non di fama. Così ho parato colpi e critiche” afferma Grillo, che annuncia: “Per prima cosa chiederò un documento sul Car T, la strategia terapeutica per la cura di alcuni tumori del sangue, rivoluzionaria e molto costosa. Tra gli esperti si discute se considerarlo un farmaco o una tecnologia e la distinzione non è una sottigliezza”.
06/02/2019

Garattini: Buttiamo via metà di questi farmaci

Panorama, 06/02/2019
Daniela Mattalia
Metà dei farmaci in commercio, sostiene il farmacologo Silvio Garattini, sono “perfettamente inutili”. Inutili perché di scarsa efficacia; oppure perché presi quando non serve farlo; o ancora perché superflui. “Oggi i medicinali vengono approvati a livello europeo, dall'Ema. La legislazione europea dice che devono garantire tre cose: sicurezza, efficacia e qualità” spiega Garattini. “Ma non dice la cosa più importante: qual è il valore in più di un farmaco rispetto a quello che già esiste in commercio. Noi scienziati da tempo insistiamo affinché sia valutato, oltre a «qualità, efficacia e sicurezza», anche il valore terapeutico aggiunto. Cosa che al momento non è richiesta”.
05/02/2019

La Ue taglia il Pil. Rinviato a giugno il verdetto sulla manovra-bis

Il Sole 24 Ore, 05/02/2019
Beda Romano
La stima di crescita economica italiana per il 2019 rischia di essere rivista drasticamente al ribasso dalla Commissione europea giovedì 7 febbraio, quando saranno pubblicate le nuove previsioni su Pil e inflazione. I dati rilanceranno con ogni probabilità i dubbi sulle scelte di politica economica del governo. Il ministero dell'Economia prevede per il 2019 una crescita dell'1%, mentre la Banca d’Italia ha di recente ribassato la sua stima allo 0,6%, come il Fmi, ma in entrambi i casi si trattava di valutazioni precedenti ai dati dell'ultimo trimestre. A novembre la Commissione prevedeva una crescita dell'1,2%. In ogni caso, eventuali raccomandazioni su manovre correttive sono posticipate a giugno, cioè dopo le elezioni europee.
05/02/2019

Due italiani su tre mentono ai medici

Libero, 05/02/2019
Melania Rizzoli
Due italiani su tre quando si trovano davanti al medico “diventano bugiardi come Pinocchio”. Lo rileva un sondaggio della piattaforma Mio-Dottore, specializzata in prenotazioni specialistiche online. I più bugiardi sono i diabetici, che mentono sulla dieta ipoglicidica che devono seguire per tutta la vita, seguiti dagli obesi. Le motivazioni, secondo la ricerca, sono da imputare alla riservatezza e al fatto che esistono aspetti della sfera privata su cui si preferisce non soffermarsi (42%), a un generico imbarazzo (20%) nel rivelare di non aver seguito alla lettera le indicazioni terapeutiche. Circa il 16% dei pazienti, invece, eluderebbe spiegazioni per senso di colpa, o per il terrore di vedersi diagnosticare qualcosa di grave (10%).
04/02/2019

Sulla app per la salute l’incognita della privacy

La Repubblica, Affari & Finanza, 04/02/2019
Anna Lombardi
La compagnia di assicurazione sanitaria Aetna sta per lanciare in collaborazione con Apple una nuova app per i suoi assistiti. Si chiama Attain e permetterà di guadagnare punti per ogni compito salutare portato a buon fine: camminare e dormire a sufficienza, mangiare sano, ma anche prendere le pillole all'ora giusta, fare i vaccini necessari e non saltare le visite mediche. La app, che verrà lanciata in primavera, permetterà alla compagnia assicurativa non solo di monitorare costantemente le abitudini dei suoi assistiti, ma anche di risparmiare nel "rimborso" di spese mediche spingendo i clienti ad intraprendere uno stile di vita migliore.
03/02/2019

Chiusure domenicali, 40 mila posti in meno

Corriere della Sera, 03/02/2019
Rita Querzé
Secondo il presidente di Federdistribuzione (Associazione che rappresenta la grande distribuzione), Claudio Gradara, “la retromarcia sulla liberalizzazione delle aperture del commercio può provocare danni particolarmente gravi soprattutto in questo inizio di recessione. Stimiamo che con un testo di legge come quello in discussione alla Camera i posti di lavoro a rischio solo tra i nostri associati siano 40 mila. Inoltre le grandi insegne taglieranno i 3 miliardi di investimenti che in media mobilitavano ogni anno. Siamo preoccupati: è evidente – conclude Gradara - una ostilità preconcetta nei confronti della grande distribuzione”.
02/02/2019

Conte e la crescita: il 2019 sarà bellissimo Lo spread risale sui timori di recessione

Corriere della Sera, 02/02/2019
Enrico Marro
“Ci sono tutte le premesse per un bellissimo 2019 e per gli anni a venire. L’Italia ha un programma di ripresa incredibile. C'è tanto entusiasmo e tanta fiducia da parte dei cittadini e c'è tanta determinazione da parte del governo” afferma con ottimismo il presidente del Consiglio Giuseppe Conte. Ciò a dispetto degli ultimi dati Istat, che certificano il ritorno dell'Italia alla recessione economica – con un Pil negativo negli ultimi due trimestri - dopo 3 anni e mezzo di crescita.
01/02/2019

Se il numero chiuso a medicina divide politici e camici bianchi

Il Sole 24 Ore, 01/02/2019
Barbara Gobbi
Abolire il numero chiuso a Medicina: il ministro della Salute Giulia Grillo, a margine dell'inaugurazione dell'anno accademico all'Università Cattolica di Roma, si è detta “assolutamente favorevole” ritenendo che “in questa prima fase ci debba essere una progressività, parliamo prima di una rimodulazione. Quindi non nell'immediato, perché bisogna fare una programmazione seria”. Anche per il Miur la cancellazione del numero chiuso è un obiettivo a cui tendere con “un percorso in progress”, da un lato allargando le maglie dell'accesso, dall'altro potenziando l'orientamento ex ante, fin dalla scuola. Perplessi o del tutto contrari sono invece i rettori e gli esponenti della categoria dei medici.
01/02/2019

Tria: rilanciare subito gli investimenti

Corriere della Sera, 01/02/2019
Giuseppe Sarcina
Secondo gli ultimi dati Istat, nel quarto trimestre del 2018 il prodotto interno lordo è diminuito dello 0,2%: “È un dato che era atteso ed è determinato dal ciclo economico europeo” spiega il ministro dell’Economia Giovanni Tria. “La fase di recessione tecnica riflette l'impatto del forte rallentamento del commercio internazionale e della produzione industriale tedesca. La risposta non può che essere quella di accelerare il programma di investimenti pubblici previsti dal governo e le altre misure contenute nella legge di bilancio”.
01/02/2019

Addio al chimico che sconfisse il dolore

Quotidiano Nazionale, 01/02/2019
Luca Bolognini
È morto all’età di 95 anni Stewart Adams, inventore degli analgesici a base di ibuprofene. La rapidità di azione del principio attivo e il fatto che in molte sue versioni sia disponibile senza prescrizione medica ne hanno decretato il successo globale: basti pensare che oggi vengono prodotte circa 20mila tonnellate di ibuprofene ogni anno.
31/01/2019

Conte anticipa l’Istat: “L’Italia in recessione. Ma da giugno ripartiremo con entusiasmo”

La Stampa, 31/01/2019
Francesco Spini
Giuseppe Conte, davanti a una non entusiasta platea di industriali milanesi, anticipa quello che oggi l’Istat certificherà, cioè che l’Italia sta entrando tecnicamente in recessione, con una contrazione del Pil nel quarto trimestre.  Conte si dichiara fiducioso che nel secondo semestre 2019 “raggiungeremo gli obiettivi che ci siamo prefissati”, ammette che la manovra ci ha portato “vicino a una zona pericolosa ma siamo riusciti a evitare una procedura di infrazione” e che “abbiamo una economia che crescerà e dobbiamo lavorare insieme, progettare gli strumenti per far crescere l’economia in modo robusto e duraturo”.
Visualizzazione risultati 37-48 (di 6254)
 |<  <  1 2 3 4 5 6 7 8 9 10  >  >| 


Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni