Edicola

21/10/2010

Ecco la farmacia dei servizi. Al parere delle Regioni i tre schemi di decreto attuativo

Il Sole Sanità, 21/10/2010
"La farmacia potrà diventare un presidio in cui il cittadino, oltre ai farmaci, troverà una serie di servizi aggiuntivi di alta valenza sociosanitaria" afferma Annarosa Racca, presidente di Federfarma "ancora di piu' la farmacia diventerà un punto di riferimento per la salute degli italiani e soprattutto delle categorie piu' deboli, anziani e malati cronici". I decreti attuativi della riforma che punta alla creazione della farmacia dei servizi sono stati trasmessi al parere della conferenza Stato Regioni, resta ancora da risolvere l'argomento remunerazione, voce rinviata al tavolo per il rinnovo della Convenzione farmaceutica.
21/10/2010

Un'occasione da riempire di contenuti

Il Sole Sanità, 21/10/2010
Federalismo sanitario. Nel giro di parere raccolti tra gli operatori del settore su federalismo e costi standard, Annarosa Racca, presidente Federfarma, si dichiara convinta del percorso imboccato dal Governo: "puo' essere una novità positiva per il nostro Paese e uno strumento di crescita economica e culturale, soprattutto per i cittadini ma anche per gli operatori. Cio' potrà avvenire se, come da tutti auspicato, il federalismo diventerà un sistema per responsabilizzare gli amministratori locali e fare in modo che le scelte in materia di Sanità siano finalizzate a ottimizzare l'uso delle risorse, migliorando la qualità dell'assistenza ai cittadini e valorizzando il ruolo dei presidi nel territorio." Per il presidente di Farmindustria, Sergio Dompè, il federalismo sanitario è un'ottima occasione per ottenere due risultati importanti per i cittadini e per le imprese: trasparenza sui costi e correlazione tra costi e responsabilità.
20/10/2010

Federalismo avanti a strappi

Il Sole 24 Ore, 20/10/2010
Il parere delle Regioni sui decreti attuativi del federalismo fiscale è stato rinviato di una settimana: i Governatori regionali hanno chiesto un incontro al Governo per cercare di conciliare i tagli imposti dalla manovra finanziaria estiva con l'avvio del federalismo fiscale, evitando di tagliare i servizi ai cittadini.
17/10/2010

Ancora molte leggerezze con i farmaci in corsia

Corriere della Sera, 17/10/2010
In corsia esiste un'alta probabilità di scambi e di dosaggi sbagliati. Le sviste e le disattenzioni sono state evidenziate da una recente indagine realizzata dal Ministero della Salute e dalla SIFO, Società Italiana di Farmacia Ospedaliera in 94 ospedali di 17 regioni. Il 77% delle farmacie ospedaliere è privo dell'elenco dei farmaci che possono essere scambiati con altri per somiglianza di nome o di confezione; il 56% degli ospedali è senza lista di simboli e abbreviazioni standardizzati dei medicinali (per es. U per unità); nel 40% dei reparti si lasciano i farmaci sul comodino, senza controllare la effettiva assunzione.
16/10/2010

Farmatruffa, tre secoli di carcere

Corriere del Mezzogiorno, 16/10/2010
Si è concluso a Bari il primo grado di giudizio del processo Farmatruffa che vedeva coinvolti medici di base, informatori scientifici e farmacisti in una truffa al SSN da oltre 20 milioni di euro. Secondo l'accusa i medici avrebbero prescritto a ignari pazienti e i farmacisti complici avrebbero gettato nella spazzatura le confezioni defustellate. Alcuni di loro furono registrati in diretta dai carabinieri del Nas. Alcuni dei reati, quelli commessi fino al 2002, sono caduti in prescrizione. Le nove case farmaceutiche coinvolte hanno patteggiate per sette milioni di euro.
15/10/2010

Ancora Farmaci sul banco degli imputati

L'Espresso, 15/10/2010
Una inchiesta partita dagli USA potrebbe coinvolgere la filiera farmaceutica italiana. La questione è stata portata in Parlamento da Elio Lannutti, senatore dell'IDV, che ha reso pubblici i primi rapporti. Sono state controllate anche in Italia le attività delle principali case farmaceutiche statunitensi, a cui sono state contestate varie violazioni: mazzette ai medici, agli informatori, agli ospedali per comprare farmaci, ai politici e alle commissioni sanitarie per approvare l'uso degli stessi farmaci. Lannutti ha chiesto al ministero della salute di avviare una indagine.

15/10/2010

Vuole fare l'holter ? Porti le pile, l'ospedale non ha piu' soldi

La Repubblica, 15/10/2010
Napoli, lettera della ASL: contanti finiti, niente piu' acquisti. Mancano le batterie per i cardiotest e i pazienti dovranno portare le pile da casa perché le scorte sono finite e non ci sono i soldi per gli approvvigionamenti.
15/10/2010

Per i costi standard pressing sul Governo

Il Sole 24 ore, 15/10/2010
Ieri il vertice straordinario dei Governatori non è giunto ad alcun documento conclusivo: conta di arrivarci nelle riunioni convocate in vista della Conferenza unificata del 28 ottobre. Ma i governatori non viaggiano all'unisono, non solo per questioni di appartenenza politica, con il sud - alleato con il Lazio - che gioca una partita a parte.
14/10/2010

Sconfiggiamo l'oppiofobia

Il Sole 24 Ore Sanità, 14/10/2010
Solo il 20% dei pazienti ha riconosciuto un cambiamento dell'approccio del proprio medico dopo l'approvazione della legge sulle cure palliative e le terapie del dolore. Il dato è emerso al convegno "Terapia del dolore e cure palliative" organizzato la settimana scorsa al Senato, a sei mesi dal varo della legge che ha semplificato la prescrizione di questi farmaci.
14/10/2010

I dubbi dei governatori sui costi standard

Il Sole 24 ore, 14/10/2010
Le Regioni si incontrano oggi con l'obiettivo di predisporre un parere unanime da trasmettere al Governo sullo schema di decreto legislativo del federalismo fiscale per le regioni. Solo la compattezza delle osservazioni consentirà di incassare risultati concreti in vista dei prossimi passaggi istituzionali: la conferenza unificata con il Governo (21 o 28 ottobre) e l'iter parlamentare. Le 5 Regioni e Province a statuto autonomo rivendicano la propria autonomia per star fuori dai costi standard sanitari.
13/10/2010

Accordo Ministero Interno - Federfarma per farmacie piu' sicure

Focussalute.it, 13/10/2010
L'accordo stabilisce i criteri di collaborazione in tema di videoallarme antirapina e individua una procedura standardizzata per realizzare in modo omogeneo a livello nazionale i collegamenti tra le farmacie e le sale operative della Questura. Questo garantisce maggiore sicurezza ai colleghi, ai collaboratori e cittadini, spiega il presidente di Federfarma Annarosa Racca, e l'identificazione immediata del rapinatore costituisce un deterrente.
13/10/2010

Farmacie comunali in profondo rosso, perdite per 3 milioni

Il Giorno Milano, 13/10/2010
Nel bilancio prima della liberalizzazione, la società generava utili modesti ma i conti erano in attivo. E sulle farmacie comunali, in rosso di tre milioni di euro, si riaccendono le polemiche. Poiché la società di gestione è partecipata dal Comune al 20%, i cittadini dovranno ripianare 600.000 euro di quel passivo. Il documento economico finanziario delle farmacie cittadine per il momento è un mistero: qualche cifra è stata mostrata ma nel progetto distribuito ai consiglieri sarebbero scomparsi i numeri. Il presidente dell'Azienda Farmacie Milanesi Spa include, tra i motivi del deficit, la contestazione per 500.000 euro di ricette relative alla gestione comunale, il taglio del prezzo del generico e il costo del personale. Nelle 84 farmacie comunali lavorano 313 dipendenti, una media di 3,7 per punto vendita.
Visualizzazione risultati 6361-6372 (di 6419)
 |<  <  526 527 528 529 530 531 532 533 534 535  >  >| 


Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni