Edicola

23/03/2019

Draghi ai 27: non c`è recessione ma l`economia resta debole

Il Sole 24 Ore, 23/03/2019
Beda Romano
Il vertice europeo di primavera si è occupato ieri di politica industriale e di rapporti con la Cina. Il tentativo è di rilanciare l'attività economica, cogliendo tutte le opportunità sui grandi mercati internazionali, ma anche difendendo i propri interessi e imponendo reciprocità ai partner nei quali prevalgono forme di protezionismo. Il presidente della Bce Mario Draghi ha spiegato che per ora i rischi di recessione restano bassi, anche se ha parlato di una debolezza economica che si protrae e di una incertezza pervasiva.
22/03/2019

Medici e infermieri, assunzioni sbloccate

Il Sole 24 Ore, 22/03/2019
Barbara Gobbi
Mef, ministero della Salute e Regioni hanno trovato, ieri in Conferenza Stato-Regioni, un’intesa volta a sbloccare le assunzioni in sanità. Viene superato il vincolo fissato in epoca di spending review, che teneva il budget per le assunzioni fermo ai livelli 2004, con un tetto che negli anni ha messo a repentaglio i Livelli essenziali di assistenza. Il nuovo accordo porta la soglia di spesa al 2018, agganciando gli incrementi all'aumento del Fondo sanitario nazionale e prevede meccanismi premiali. La norma troverà spazio in forma di emendamento nel primo provvedimento parlamentare utile.
22/03/2019

Intervista a Elena Cattaneo: Il mio vaccino contro l’oscurantismo

Left, 22/03/2019
“Il lavoro del ricercatore è un po' quello di Sherlock Holmes, che, a partire dai dati a disposizione, indaga per strappare nuovi pezzetti di conoscenza all'ignoto” afferma Elena Cattaneo. “Penso che tutti gli attori della ‘filiera della conoscenza’ dovrebbero dedicarsi ad avvicinare i ragazzi alla scienza: dalla famiglia agli insegnanti delle scuole, fino ai ricercatori, alla comunità scientifica e all'università tutta, dando valore alla cosiddetta ‘terza missione’, cioè la diffusione tra i cittadini, in maniera scientificamente rigorosa, ma semplice e comprensibile, dell'importanza della ricerca in tutti gli ambiti. L'investimento nella conoscenza deve essere continuo e inflessibile e influenzare ogni ambito della vita dei ragazzi. Solo così cresceranno consapevoli e competenti, in grado di contrastare efficacemente il diffondersi delle fake news”.
22/03/2019

L’Italia è vecchia, presto sarà il welfare a trainare l’economia del Paese

MF, 22/03/2019
Andrea Rapaccini
La spesa «out of pocket» sostenuta dalle famiglie italiane, secondo i dati dell’ultimo Rapporto Mbs Consulting, è stata nel 2018 di 143,4 miliardi, in crescita del 6,9% rispetto al 2017. Al suo interno ci sono settori che si sviluppano a due cifre, come salute e assistenza ad anziani e autosufficienza. Gli italiani destinano al welfare più di quanto facciano per nutrirsi, vestirsi o arredare casa. In media ogni famiglia italiana spende in welfare 5.611 euro; l'incidenza percentuale di questa spesa sul reddito è massima nel segmento dei meno abbienti (22,8%), e molto più bassa negli altri segmenti (16%). Questo spiega anche la crescente rinuncia alle cure, che riguarda il 40,8% delle famiglie, con punte del 61,5% nel segmento dei nuclei più fragili. La domanda di welfare sta cambiando, come si può ben osservare nell'ambito sanitario, dove emerge la richiesta di un'assistenza continua, capace di seguire individualmente le persone e di guidarle nella scelta e gestione delle prestazioni. Il nostro sistema sanitario, strutturato in servizi specialistici, è invece ancora un modello di prestazione on demand, che lascia l'iniziativa al paziente.
21/03/2019

Allarme per la fuga dei medici: in 6 anni via 16.700 specialisti

Il Sole 24 Ore, 21/03/2019
Barbara Gobbi
L’ultima analisi sulle carenze di medici specialisti nei prossimi otto anni, messa a punto da Anaao Assomed, il principale sindacato di categoria, documenta gli effetti di una programmazione inadeguata. Si calcola, ad esempio, che in Piemonte e in Lombardia mancheranno, rispettivamente, 2.004 e 1.921 medici specialisti. Saldi negativi di cospicua entità anche in Toscana  (-1.793 medici), Puglia (1.686), Calabria (1.410) e Sicilia (2.251). Le figure più carenti sono medici di Pronto soccorso, anestesisti rianimatori, chirurghi generali, cardiologi, pediatri. Sembra che nessuna Regione sarà in grado di soddisfare il deficit determinato dall'entrata in vigore di Quota 100.
21/03/2019

Il Molise richiama i medici in pensione

Il Sole 24 Ore, 21/03/2019
Barbara Gobbi
L'Italia non è un Paese per giovani: lo conferma la scelta del Molise, che per riempire i buchi in organico degli ospedali sceglie di attingere non alle fila dei giovani medici specializzandi, ma tra quanti hanno già lasciato il lavoro. “A fronte di denunce quotidiane sul gap di medici, sull'emergenza pensionistica e sui 10mila giovani dottori incappati nell'imbuto formativo, fermi in attesa di specializzazione – commenta l’articolo - la scelta del Molise suona di resa”.
21/03/2019

Sicurezza, nasce un network di quattromila telecamere

Avvenire, 21/03/2019
Tino Redaelli
A Milano La Procura della Repubblica e la Prefettura hanno presentato la nuova "anagrafe delle telecamere". Si tratta di una piattaforma non pubblica, in uso solo alle forze dell'ordine e alla Procura, che attualmente può contare su di un database di 2.000 telecamere di proprietà del Comune, alle quali si stanno aggiungendo, grazie a dei protocolli appositamente firmati, anche quelle delle società partecipate dal Comune, dell'arcidiocesi di Milano, della Regione Lombardia, delle farmacie iscritte alla Federfarma locale, degli sportelli postali e di gran parte delle banche distribuite sul territorio.
20/03/2019

"Troppi antibiotici" L’Aifa bacchetta medici e pediatri

La Stampa, 20/03/2019
Paolo Russo
I super-batteri in Italia uccidono 10 mila persone l'anno. Il trend è in crescita: si stima che nel 2050 le antibiotico-resistenze diventeranno la prima causa di morte nel nostro Paese. Secondo il rapporto sull'uso degli antibiotici redatto dall'Alfa la colpa è delle prescrizioni facili. Nel 2017 sono state consumate 23,4 dosi giornaliere di antibiotici ogni mille abitanti. Il 90% di antibiotici è stato acquistato in regime di assistenza convenzionata, su prescrizione del medico di famiglia o del pediatra. I dati sui consumi stagionali indicano che ad agosto se ne assumono 13,2 dosi giornaliere ogni mille abitanti, mentre a gennaio si arriva a 27,29. Un utilizzo, secondo l'Aifa, correlato ai picchi influenzali nonostante sia noto che gli antibiotici nulla possono contro i virus. Il picco di consumi si registra tra bambini e anziani, proprio le fasce di età nelle quali l'uso indiscriminato di antibatterici può fare più danni.
20/03/2019

Obesità, malattia dei teenager aumento del 120% in 25 anni

Il Messaggero, 20/03/2019
Un rapporto elaborato dalla rivista The Lancet, fotografa come è cambiato, tra il 1990 e il 2016, lo stato di salute degli adolescenti nel mondo. Il loro numero è aumentato, soprattutto in India e in Cina, a causa dell'incremento delle nascite nei paesi a medio e basso reddito. A livello globale lo stato di salute dei giovani è peggiorato, a causa dell'aumento delle disuguaglianze sociali: 250 milioni di adolescenti in più rispetto al 1990 vivono, infatti, in paesi più poveri e sono più esposti a rischi che vanno dalle malattie infettive alla malnutrizione fino alle malattie mentali. In aumento anche il problema del sovrappeso, che nel 2016 riguardava un ragazzo su cinque nel mondo: i giovani con problemi di peso sono passati da 147 milioni nel 1990 a 324 milioni nel 2016, con un aumento del 120%. Il fenomeno è particolarmente diffuso negli Usa, dove quasi 4 giovanissimi su 10 sono in sovrappeso o obesi.
19/03/2019

Con la lotta all’evasione recuperati 16,2 miliardi

Il Sole 24 Ore, 19/03/2019
Marco Mobili, Giovanni Parente
La lotta all'evasione fiscale nel 2018 ha permesso di recuperare 16,2 miliardi di euro grazie ai controlli, all'attività di riscossione e all'invio di lettere e avvisi ai contribuenti. Il dato è in aumento dell'11% rispetto all'anno precedente. Crolla, invece, a 3 miliardi (-46%) il recupero di gettito legato ai condoni: sanatorie, voluntary, rottamazioni. L'aumento percentuale più consistente (+38%) è arrivato dalla cosiddetta “compliance”, segno che la strategia delle lettere e degli alert avviata qualche anno fa sta dando buoni risultati.
19/03/2019

Matteo torna a scuola festa con i compagni tutti vaccinati per lui

Il Messaggero, 19/03/2019
Camilla Mozzetti
Un bambino di 7 anni che è in via di guarigione dalla leucemia può finalmente tornare a scuola, dopo che tutti i compagni si sono messi in regola con i vaccini. Il piccolo è immunodepresso, e una malattia come il morbillo per lui potrebbe essere fatale. “Ai genitori "no-vax" – afferma la madre del bambino - dico: non abbiamo combattuto questa battaglia per giudicarli o per creare loro dei problemi; se lo abbiamo fatto è stato per tutelare tutti i bambini immunodepressi che sono tanti e spero che d'ora in poi le mamme dei piccoli malati come Matteo si facciano sentire perché anche i nostri figli hanno il diritto di andare a scuola come tutti gli altri. Nelle nostre famiglie viviamo già nel dolore e non è giusto provocarne dell'altro”.
18/03/2019

Polizze, è l’ora della sanità: un business da 65 miliardi

La Repubblica Affari & Finanza, 18/03/2019
Adriano Bonafede
La ritirata del welfare pubblico apre spazi enormi alle assicurazioni. Lo rivela una ricerca Kpmg, che prevede nel giro di 4 anni un aumento del 50% della spesa privata in salute. Il mercato delle polizze sanitarie è in forte crescita e nel 2017 ha raggiunto i 6 miliardi, il 15% della spesa privata totale. Nei prossimi anni questa spesa salirà vertiginosamente rispetto a una sostanziale stasi di quella pubblica. Secondo i dati dell'Ania, l'associazione delle assicurazioni, rielaborati da Kpmg, nel 2017 la spesa pubblica in sanità è stata di 114 miliardi, a fronte dei 40 di quella privata. Nel 2023, cioè fra quattro anni, mentre la spesa pubblica rimarrà sostanzialmente stabile (117 miliardi) a causa della crisi dello Stato sociale, la parte privata arriverà a 65 miliardi con una crescita di oltre il 50%.
Visualizzazione risultati 61-72 (di 6369)
 |<  <  2 3 4 5 6 7 8 9 10 11  >  >| 


Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni