Edicola

27/05/2019

Metti il genoma nello smartphone

L’Economia, 27/05/2019
Daniele Manca, Roberto Viola
Mettere le nuove tecnologie digitali al servizio della trasformazione dei sistemi sanitari e assistenziali dei vari Paesi. Ottimizzare grazie all'hi-tech i flussi di lavoro, il processo decisionale, rivoluzionando la scienza e la pratica di prevenzione, diagnosi, cura di sé, e cura della malattia. Il tutto garantendo un’adeguata sicurezza e protezione dei dati personali. Questa la sfida portata avanti dall’Europa con l’adozione del nuovo regolamento sulla privacy (GDPR) e la raccomandazione sul formato elettronico di scambio di dati sanitari.
26/05/2019

Allarme infezioni ospedaliere: Italia fanalino di coda europeo

Libero, 26/05/2019
Marco Biondi
Nasce dalla collaborazione tra politica, sanità e aziende il documento programmatico che si propone di prevenire il 30% delle infezioni correlate all'assistenza. L’iniziativa è promossa da Motore Sanità con il patrocinio del Senato della Repubblica, della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome, della FIMMG, dell'Istituto Superiore di Sanità e della SIFO. Le infezioni ospedaliere hanno causato lo scorso anno in Italia 7.800 decessi, con una probabilità di contrarre infezioni durante un ricovero ospedaliero del 6%. I dati parlano di 530 mila casi ogni anno, ponendo il nostro Paese all'ultimo posto in Europa.
25/05/2019

App e visite a distanza, ecco la sanità digitale

La Stampa, 25/05/2019
Paolo Russo
Gli investimenti del settore sanitario nella digitalizzazione sono aumentati nel 2018 del +7% rispetto al 2017, arrivando a quota 1,39 miliardi (fonte: rapporto dell'Osservatorio sull'innovazione digitale in sanità del Politecnico di Milano). Medici e pazienti sembrano correre più veloci, visto che 6 camici bianchi su 10 utilizzano WhatsApp, mentre il 41% dei pazienti usa app o dispositivi indossabili per controllare il proprio stato di salute. Ma il balzo in avanti nella sanità pubblica c'è stato, visto che nel 2017 l'incremento degli investimenti era del 2%. La maggior parte delle risorse è stata investita nella messa in rete di pc e piattaforme on line; seguono gli investimenti per la cartella clinica elettronica.
24/05/2019

Aumento Iva, 9 mila negozi rischiano la chiusura

Corriere della Sera, 24/05/2019
Secondo le stime di Confesercenti, l’aumento dell'Iva porterebbe a una riduzione di 8,1 miliardi della spesa delle famiglie, pari a 311 euro di minori consumi a testa. “L'impatto avrebbe un effetto devastante anche sul tessuto delle imprese del commercio, già in sofferenza”, fa presente l'organizzazione: la frenata dei consumi che seguirebbe l'incremento delle aliquote Iva porterebbe alla scomparsa di altri 9 mila negozi da qui al 2020.
24/05/2019

Giornata nazionale del sollievo. Grillo: “Legge 38 grande conquista ma resta molto da fare”

Quotidiano Sanità, 24/05/2019
Domenica 26 maggio, con incontri pubblici di sensibilizzazione e informazione rivolte alla promozione della cultura del dolore inutile, si celebra la XVIII Giornata Nazionale del Sollievo. Come di consueto, Federfarma collabora all’iniziativa inviando alle 18.000 farmacie capillarmente dislocate sul territorio nazionale la locandina da esporre per promuovere la Giornata.
23/05/2019

L’Istat rivede il Pil 2019 a +0,3% Tria: «Cresceremo di più»

Il Sole 24 Ore, 23/05/2019
Davide Colombo
Secondo le ultime stime Istat l’economia nazionale potrebbe crescere quest'anno dello 0,3%, in forte rallentamento rispetto al +0,9% del 2018, e sostanzialmente solo grazie al traino della domanda interna netta, mentre i contributi della domanda estera e della variazione delle scorte sarebbero pari a zero. “La crescita è meno forte di quanto auspicato ma più forte di quanto atteso. Siamo sulla buona strada” ha affermato il ministro dell'Economia Giovanni Tria. Il premier Giuseppe Conte ha parlato di stime prudenziali: “Siamo fiduciosi che i provvedimenti adottati e in cantiere e i nuovi strumenti consentiranno all'economia di poter crescere, siamo fermamente convinti che l'Italia possa farcela”.
23/05/2019

Siliquini: "Figli esposti a rischi altissimi da adulti rimasti nel Medioevo"

La Stampa, 23/05/2019
“L'obbligo vaccinale è l'unica strada nel momento in cui la soglia di popolazione vaccinata va al di sotto del livello di guardia. Proprio come è accaduto in Italia negli ultimi anni. Se le soglie tornassero a un livello di normalità certamente la scelta consapevole sarebbe la strada migliore. L'obbligo, di fatto, è una sconfitta per la sanità pubblica”. Lo afferma la professoressa Roberta Siliquini, docente di Igiene all'Università di Torino, commentando il fenomeno delle scuole no-vax.
23/05/2019

Tra vaccini e medicine un mercato da 380 milioni

Il Sole 24 Ore Inserti, 23/05/2019
Francesca Cerati
A livello mondiale il mercato che comprende vaccini, medicine e dispositivi medici per animali da compagnia supera gli 8 miliardi di dollari all'anno (14 miliardi quello per il bestiame). Per l'Italia significa un fatturato, per quanto riguarda i farmaci per gli animali da compagnia, che ammonta a circa 380 milioni di euro. A differenza di quello dei medicinali per animali da allevamento (che in Italia fattura 320 milioni di euro), il mercato della salute dei pet mostra un trend positivo e si amplia alla prevenzione e alla riabilitazione. Spesso i proprietari di cani e gatti lamentano che alcuni medicinali veterinari hanno gli stessi principi attivi dei farmaci umani, ma costano fino a 80 volte di più. Le aziende produttrici ribattono che portare un nuovo farmaco veterinario sul mercato richiede tempo, soldi e rigore scientifico.
22/05/2019

L’Ocse prevede aumenti Iva e debito al 135%

Il Sole 24 Ore, 22/05/2019
G.tr.
Secondo l'Economic Outlook dell’Ocse, presentato ieri a Parigi, la crescita del nostro Paese ristagnerà nel 2019 e risulterà modesta (+0,6%) nel 2020. Il rapporto deficit/Pil dell'Italia dovrebbe crescere ulteriormente, dal 2,4% del 2019 al 2,9% nel 2020, portando il debito pubblico al 135% del Pil nello stesso anno. Il Paese quindi, secondo l’Ocse, è “vulnerabile rispetto alle variazioni dei tassi, limitando le scelte politiche per stimolare la crescita e perseguire obiettivi sociali”.
22/05/2019

Non solo moda. Italiani primi anche nei farmaci

Italia Oggi, 22/05/2019
Carlo Valentini
L'Italia è prima in Europa nella produzione di farmaci (31,2 miliardi di euro di valore, al secondo posto la Germania con 30), prima nell'export (25 miliardi) e seconda al mondo, dopo la Cina, nella produzione delle materie prime usate dalle industrie farmaceutiche. Giorgio Albonetti è il co-fondatore e presidente di Lswr Group, società fondata nel 2012, con sede a Milano, che si occupa (soprattutto col marchio Edra) di tutto ciò che concerne il mondo del farmaco, della sanità, dell'odontoiatria e della veterinaria. “In 6 anni siamo arrivati a 40 milioni di fatturato e il bilancio 2019 si chiuderà a 44 milioni. La nostra missione è immaginare soluzioni innovative per il futuro del sistema-salute, contribuendo a risolvere le inefficienze e migliorare la cura”.
21/05/2019

Walmart veloce come Amazon

Italia Oggi, 21/05/2019
Giovanni Galli
Dopo anni di tregua nella distribuzione negli Stati Uniti (e-commerce per Amazon, distribuzione fisica per Walmart) la competizione si è riaccesa da quando Amazon ha acquistato Whole Foods, il Monoprix americano, nell'estate del 2017.Walmart ha accolto la sfida lanciando a sua volta la consegna in un giorno. Meno di due settimane dopo che Amazon ha ridotto i tempi di consegna a un giorno, Walmart ha avviato ufficialmente il suo servizio di consegna NextDay, cioè la consegna il giorno successivo all'ordinazione, attenendosi al nuovo standard del commercio elettronico. La consegna a domicilio di Walmart è accessibile a tutti, gratuitamente, per acquisti del valore minimo di 35 dollari.
21/05/2019

Farmacia dei servizi punto d’incontro tra categoria e istituzioni per convenzione e remunerazione

Farmacista33, 21/05/2019
La Farmacia dei servizi è il punto d'incontro tra categoria e istituzioni nel confronto su convenzione e remunerazione. La Convenzione dovrà disegnare il ruolo operativo della farmacia per i prossimi anni, mentre il tavolo della Remunerazione dovrà quantificare il valore delle nuove funzioni della farmacia: nell’ambito di queste due cornici si potranno inserire le attività di front office, i servizi cognitivi e la loro remunerazione. Quest’ultima dovrà essere omogenea e non potrà prescindere dai risultati, come, per esempio la compliance del paziente. Sono alcuni dei temi emersi nel corso del convegno nazionale "Un nuovo modello di convenzione e remunerazione per la farmacia", organizzato da FOFI e Federfarma, che si è svolto a Torino domenica 19 maggio.
Visualizzazione risultati 61-72 (di 6482)
 |<  <  2 3 4 5 6 7 8 9 10 11  >  >| 


Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni