Edicola

Giustini (Simg): alleanza mg-farmacie per l’innovazione

01/03/2013 10:13:11
Tra i farmaci che oggi sono distribuiti dall’ospedale, ce n’è un 15-20% che potrebbe essere tranquillamente spostato sul territorio. Ma perché questo accada non basta semplicemente rivendicarlo, occorre costruire un’alleanza tra medici di famiglia e farmacie imperniata sul “dato”. Questo il pensiero di Saffi Giustini, responsabile dell’area Farmaco della Simg (Società italiana medicina generale), uno dei sei esperti che siederanno nel Comitato cure primarie appena costituito dall’Aifa. Assieme ad altri cinque gruppi di lavoro (su cardiologia, neuroscienze, endocrinologia, pediatria e oncologia), il board fornirà supporto consultivo alla Commissione tecnico-scientifica (Cts) e al Comitato prezzi e rimborsi (Cpr) dell’Agenzia per tutto quanto concerne l’area di propria competenza. Che nel caso del Comitato cure primarie è l’impiego del farmaco sul territorio, dove medici di famiglia e farmacie patiscono la stessa “emarginazione” dall’innovatività.
Giustini, quanto è decisiva “politicamente” l’istituzione di questo comitato?
Molto. Già da anni l’Aifa ha aperto un canale di ascolto con la medicina di famiglia, ma questa è la prima volta che si formalizza questo rapporto con la costituzione di un organismo consultivo che fornirà a Cts e Cpr il punto di vista di chi prescrive sul territorio.
Allora parliamo di innovazione: le farmacie lamentano da tempo l’isolamento delle cure primarie…
E’ la nostra stessa preoccupazione. Ci sono alcune categorie di farmaci ad alto impatto sociale che per il loro profilo d’impiego non possono essere tenute fuori dal territorio, come per esempio i nuovi anticoagulanti orali. La nostra tesi è che queste categorie debbano entrare nella penna del medico di famiglia e la speranza è che il Comitato dia maggiore voce a tale aspirazione.
A suo giudizio quanti farmaci oggi si potrebbero tranquillamente spostare dall’ospedale al territorio?
A occhio e croce un 15-20% ma va detto che in ballo non ci sono soltanto questioni tecniche. Per molti di questi farmaci le Cure primarie possono rivendicare legittimamente il passaggio sul territorio soltanto se sanno dimostrare di potersene far carico responsabilmente.
In che senso?
Si tratta di farmaci che impongono da parte dei prescrittori un monitoraggio attivo, ossia un controllo continuo dell’uso e dell’appropriatezza. La maggior parte dei pazienti non entra quasi mai in ospedale, noi medici di famiglia e i farmacisti invece la vediamo quasi ogni giorno, soprattutto anziani e cronici. Nessuno sa assicurare un governo del farmaco come quello che potenzialmente possono offrire i professionisti delle cure primarie.
Lei pensa a un sistema come quello inglese, dove le farmacie monitorano aderenza e consumi?
Esattamente. Se ciascuno di noi si limita per proprio conto a rivendicare qualche farmaco in più non andiamo lontano. Invece, dobbiamo costruire un’alleanza tra medici di famiglia e farmacie basata sulla gestione del dato, ossia sul monitoraggio. Basta steccati dunque e più collaborazione, che per me significa anche procurarci software capaci di dialogare tra loro.
E’ un tasto delicato, vanno superate resistenze e gelosie reciproche. Per esempio sulla gestione della scheda paziente…
Tutto si può superare. Io dico che se il nostro scopo è la tutela del malato, allora è necessario costruire tra tutti i professionisti del territorio una collaborazione che concorra a migliorare i risultati delle cure. Dobbiamo circondare il paziente, ognuno dalla nostra posizione, come se assediassimo un fortino, trasmettendogli indicazioni e informazioni univoche: l’ha preso il farmaco? sta seguendo la dieta? ha visto il suo medico come da programma? Così mettiamo in sicurezza il paziente, ma mettiamo anche in sicurezza il farmaco e noi stessi.

Ultime notizie

18/04/2019

Federfarma: non esiste alcuna vertenza tra le Regioni e Federfarma

E’ assolutamente fuorviante  quanto apparso oggi su alcune testate, secondo cui, a causa di una vertenza in corso tra Regioni e Federfarma, il ministro “Grillo si sarebbe rifiutata di avere un faccia a faccia con le società rappresentanti di Big Pharma”, evitando di partecipare giorni fa a un incontro con le multinazionali del farmaco....
28/03/2019

Dal Sunifar (farmacie rurali) un progetto per i cittadini delle aree interne del paese

Qual è il contributo che la farmacia rurale può dare per migliorare la qualità della vita delle persone, rafforzare la comunità, superare le diseguaglianze territoriali e sociali, in particolare nelle Aree Interne del Paese?
A questa domanda fornisce risposte concrete il progetto presentato dal Sunifar (farmacie rurali) in collaborazione con Cittadinanzattiva e Uncem...
27/03/2019

"Tour della Salute" e "Crescendo in Salute": prevenzione e benessere in 14 tappe

Non lascia, ma anzi raddoppia il "Tour della Salute", che quest'anno, giunto alla seconda edizione, è pronto a partire per un nuovo viaggio itinerante, proponendo anche il format "Crescendo in Salute". Il doppio evento, dal 4 maggio al 27 ottobre prossimi, toccherà le piazze di 14 regioni italiane con l'obiettivo di sensibilizzare...
01/03/2019

Dagli Stati Generali a Roma le proposte della farmacia italiana

Più di 2.300 titolari di farmacie private hanno partecipato ieri a Roma alla seconda edizione degli Stati Generali della Farmacia Italiana, per consolidare il confronto interno alla categoria e presentare alla politica e alle istituzioni le proposte delle farmacie per migliorare il servizio ai cittadini. Il presidente Marco Cossolo ha evidenziato come la frammentazione delle politiche del farmaco...
08/02/2019

Sabato 9 febbraio tutti in farmacia per donare un farmaco a chi ne ha bisogno

“Anche quest’anno le farmacie partecipano numerose alla Giornata di Raccolta del Farmaco, confermando con grande senso di responsabilità e solidarietà il proprio ruolo di presidio territoriale sociosanitario sempre attento alle esigenze dei cittadini, in particolare dei più deboli. Ringrazio tutti i colleghi, i volontari e i cittadini che con la loro generosità permettono di donare un numero sempre maggiore di farmaci a coloro che ne hanno bisogno” afferma il presidente di Federfarma Nazionale Marco Cossolo...

Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni