Edicola

Giustini (Simg): alleanza mg-farmacie per l’innovazione

01/03/2013 10:13:11
Tra i farmaci che oggi sono distribuiti dall’ospedale, ce n’è un 15-20% che potrebbe essere tranquillamente spostato sul territorio. Ma perché questo accada non basta semplicemente rivendicarlo, occorre costruire un’alleanza tra medici di famiglia e farmacie imperniata sul “dato”. Questo il pensiero di Saffi Giustini, responsabile dell’area Farmaco della Simg (Società italiana medicina generale), uno dei sei esperti che siederanno nel Comitato cure primarie appena costituito dall’Aifa. Assieme ad altri cinque gruppi di lavoro (su cardiologia, neuroscienze, endocrinologia, pediatria e oncologia), il board fornirà supporto consultivo alla Commissione tecnico-scientifica (Cts) e al Comitato prezzi e rimborsi (Cpr) dell’Agenzia per tutto quanto concerne l’area di propria competenza. Che nel caso del Comitato cure primarie è l’impiego del farmaco sul territorio, dove medici di famiglia e farmacie patiscono la stessa “emarginazione” dall’innovatività.
Giustini, quanto è decisiva “politicamente” l’istituzione di questo comitato?
Molto. Già da anni l’Aifa ha aperto un canale di ascolto con la medicina di famiglia, ma questa è la prima volta che si formalizza questo rapporto con la costituzione di un organismo consultivo che fornirà a Cts e Cpr il punto di vista di chi prescrive sul territorio.
Allora parliamo di innovazione: le farmacie lamentano da tempo l’isolamento delle cure primarie…
E’ la nostra stessa preoccupazione. Ci sono alcune categorie di farmaci ad alto impatto sociale che per il loro profilo d’impiego non possono essere tenute fuori dal territorio, come per esempio i nuovi anticoagulanti orali. La nostra tesi è che queste categorie debbano entrare nella penna del medico di famiglia e la speranza è che il Comitato dia maggiore voce a tale aspirazione.
A suo giudizio quanti farmaci oggi si potrebbero tranquillamente spostare dall’ospedale al territorio?
A occhio e croce un 15-20% ma va detto che in ballo non ci sono soltanto questioni tecniche. Per molti di questi farmaci le Cure primarie possono rivendicare legittimamente il passaggio sul territorio soltanto se sanno dimostrare di potersene far carico responsabilmente.
In che senso?
Si tratta di farmaci che impongono da parte dei prescrittori un monitoraggio attivo, ossia un controllo continuo dell’uso e dell’appropriatezza. La maggior parte dei pazienti non entra quasi mai in ospedale, noi medici di famiglia e i farmacisti invece la vediamo quasi ogni giorno, soprattutto anziani e cronici. Nessuno sa assicurare un governo del farmaco come quello che potenzialmente possono offrire i professionisti delle cure primarie.
Lei pensa a un sistema come quello inglese, dove le farmacie monitorano aderenza e consumi?
Esattamente. Se ciascuno di noi si limita per proprio conto a rivendicare qualche farmaco in più non andiamo lontano. Invece, dobbiamo costruire un’alleanza tra medici di famiglia e farmacie basata sulla gestione del dato, ossia sul monitoraggio. Basta steccati dunque e più collaborazione, che per me significa anche procurarci software capaci di dialogare tra loro.
E’ un tasto delicato, vanno superate resistenze e gelosie reciproche. Per esempio sulla gestione della scheda paziente…
Tutto si può superare. Io dico che se il nostro scopo è la tutela del malato, allora è necessario costruire tra tutti i professionisti del territorio una collaborazione che concorra a migliorare i risultati delle cure. Dobbiamo circondare il paziente, ognuno dalla nostra posizione, come se assediassimo un fortino, trasmettendogli indicazioni e informazioni univoche: l’ha preso il farmaco? sta seguendo la dieta? ha visto il suo medico come da programma? Così mettiamo in sicurezza il paziente, ma mettiamo anche in sicurezza il farmaco e noi stessi.

Ultime notizie

01/06/2020

Dichiarazione del presidente Federfarma Marco Cossolo sull'audizione di Antonio Gaudioso in Commissione parlamentare

Federfarma accoglie con particolare favore le dichiarazioni del Segretario Generale di Cittadinanzattiva, Antonio Gaudioso, rese nel corso dell’audizione in Commissione parlamentare per la semplificazione nell’ambito dell’indagine conoscitiva sui servizi erogati dal Servizio Sanitario Nazionale...
01/06/2020

Dichiarazione del presidente Federfarma Marco Cossolo sull'acquisto del 70,77% del capitale di Farbanca da parte di Banca IFIS

Federfarma accoglie favorevolmente la comunicazione odierna sul completamento, con esito positivo, dell’acquisto del 70,77% del capitale di Farbanca  da parte di Banca IFIS. “L’avvenuta acquisizione di Farbanca da parte di Banca IFIS rappresenta sicuramente il viatico per la creazione, insieme a Credifarma, di un polo specializzato bancario del settore
28/05/2020

Collaborazione farmacie con medici famiglia e pediatri per l’aumento delle coperture vaccinali

Per corrispondere alle primarie esigenze di tutela della salute della popolazione, Federfarma ritiene imprescindibile stabilire le necessarie interazioni con i medici di medicina generale e i pediatri di libera scelta per individuare quei percorsi condivisi che - a similitudine di quanto avviene in altri Paesi dell'Unione europea - porti alla promozione e all'esecuzione di campagne vaccinali antinfluenzali nelle farmacie...
27/05/2020

Dichiarazione Marco Cossolo, presidente Federfarma. Cordoglio per la scomparsa di un altro farmacista, Paolo Ferraro, vittima del coronavirus

“Con la scomparsa di Paolo Ferraro, 70 anni,  titolare di farmacia rurale a Villa Latina (FR), si allunga purtroppo l’elenco dei colleghi rimasti vittime del COVID-19 nell’espletamento del proprio dovere. Paolo Ferraro ha combattuto la malattia, in rianimazione per un mese,  e la sua morte è un  grande dolore per tutti noi” afferma il presidente di Federfarma, Marco Cossolo...
25/05/2020

Dichiarazione del presidente Marco Cossolo

“Accolgo con vera soddisfazione le dichiarazioni odierne del Commissario Arcuri che ringrazio per aver  esplicitamente riservato ai farmacisti e al personale medico le prime forniture di mascherine prodotte dalla filiera italiana. L’iniziativa attesta, ancora una volta, il riconoscimento delle Istituzioni per il fondamentale ruolo svolto dalla farmacia italiana nel contesto emergenziale....

Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni