Edicola

Antitrust, Pitruzzella: liberalizzazioni avanti, ma con giudizio

01/07/2014 00:14:21
«L'e-commerce offre straordinarie possibilità di crescita economica, ma internet non può essere un Far West dove tutto è consentito». E’ la considerazione con cui Giovanni Pitruzzella, presidente dell'Antitrust, ha accompagnato ieri i risultati messi a segno dall’Authority nell’attività di contrasto alle illegalità del web: 160 siti che vendevano prodotti contraffatti chiusi in un anno, altri tre che commercializzavano farmaci con obbligo di ricetta (tra i quali la nota farmacia on line 121doc) oscurati dopo le segnalazioni di Federfarma, Nas e Aifa. E ancora, tre istruttorie nei confronti di grandi operatori dei nuovi mercati on line (Google, Apple, Amazon, Tripadvisor, Groupon e Gameloft) per iniziative sospette nel campo delle applicazioni gratuite per smartphone e tablet, nel mercato delle recensioni online e in quello dell'e-couponing.
I numeri arrivano dalla Relazione annuale dell’Autorità antitrust sull’attività svolta tra 2013 e 2014, presentata ieri a Palazzo Madama: nel periodo, in sintesi, sono state irrogate sanzioni per oltre 314 milioni di euro, dei quali 297 per attività anticoncorrenziali e 17 per pratiche commerciali scorrette.
Sempre in tema di farmaci, nella Relazione trovano spazio anche alcune riflessioni sui recenti casi Avastin-Lucentis (con Roche e Novartis accusate di intese restrittive della concorrenza e multate per più di 180 milioni di euro) e Pfizer, sanzionata dall’Antitrust per la sua politica diretta a ostacolare l’ingresso sul mercato di versioni generiche dei suoi farmaci più noti. «Questi casi» si legge nella Relazione di Pitruzzella «si caratterizzano per l’esistenza di regimi amministrativi complessi che richiedono la cooperazione del soggetto privato. Quest’ultimo può così influenzare le decisioni degli apparati pubblici ricavandone particolari vantaggi competitivi, che sono ancora maggiori se occupa una posizione dominante nel mercato di riferimento. In queste ipotesi l’impresa privata può strumentalizzare a suo vantaggio le procedure amministrative, ottenendo dei benefici che, non essendo basati sul merito, si trasformano in vere e proprie rendite di posizione».
Infine, dal presidente Pitruzzella è anche partito un appello alle forze politiche perché si continui nelle liberalizzazioni, ma senza frenesie che in un momento difficile come questo avrebbero coontraccolpi pesanti. «Non spetta all’Autorità formulare proposte o dare suggerimenti su
questioni che involgono delicati equilibri sociali» recita la Relazione «ma a fronte dell'urgenza di corroborare il sistema economico con una politica fondata sull'apertura dei mercati a beneficio di tutti, occorrerebbe riflettere sull’opportunità di accompagnare l'introduzione della concorrenza con misure che ne attenuino almeno in parte l'impatto sulle forze economiche e sociali più esposte e, dunque, più ostili». (AS)

Notizie correlate

14/06/2017

Ddl concorrenza, 400 emendamenti. I relatori: l'esame sarà veloce

Sono circa 400 gli emendamenti al ddl concorrenza presentati alle commissioni Finanze e Attività produttive della Camera entro la scadenza di ieri. E’ quanto riferisce un lancio dell’Ansa diffuso in serata, nell’attesa che le proposte di modifica vengano fascicolate e distribuite (prevedibilmente nella giornata di oggi) ai componenti delle due commissioni. Difficile comunque...
28/04/2016

Emiliano: vocazione farmacia garanzia di libertà

Due settimane fa, a Ballarò, aveva replicato al giornalista americano Alan Friedman e ai suoi inviti alla liberalizzazione totale delle farmacie ricordando che i presidi dalla croce verde offrono servizi di prossimità molto utili ai cittadini. Michele Emiliano...
05/08/2015

Fascia C, Federfarma rettifica Alesina e Giavazzi

Cari professori Alesina e Giavazzi, i farmaci di fascia C che vorreste fuori dalle farmacie non sono medicinali «per patologie di lieve entità» ma specialità con obbligo di ricetta che comprendono stupefacenti, anabolizzanti, ormoni e antitumorali...
30/04/2015

Svezia al dietrofront: paracetamolo ritirato dai supermercati

Mentre in Italia c’è chi continua a premere per far uscire dalla farmacia anche i medicinali con obbligo di ricetta, in Svezia dal primo marzo il paracetamolo è tornato alla dispensazione esclusiva in farmacia. Non per le pressioni di qualche fantomatica lobby...
24/02/2015

Federfarma passa il ddl ai raggi x e valuta come muoversi

Nell’attesa che il ddl concorrenza spicchi il volo per le Camere, dove verrà discusso e votato, in Federfarma è già cominciata una ponderata riflessione sui contenuti del testo così com’è uscito dal Consiglio dei ministri di venerdì...

Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni