Edicola

Aderenza terapeutica, studio inglese quantifica benefici e risparmi

01/09/2017 07:20:23
Il New medicine service, il servizio di consulenza erogato dalle farmacie inglesi per conto del Nhs con l’obiettivo di accrescere l’aderenza terapeutica nei pazienti che cominciano un nuovo trattamento, non solo raccoglie il gradimento degli assistiti ma assicura anche risparmi apprezzabili al servizio sanitario pubblico. E’ quanto emerge da uno studio condotto da un team di ricercatori delle università di Manchester e Nottingham su un campione di quasi 500 pazienti, metà dei quali sottoposti a Nms. In questo lasso di tempo, dice la ricerca, il servizio (introdotto nel 2011) ha garantito in cinque anni al Nhs risparmi per 75,4 milioni di sterline, ossia quasi 80 milioni di euro. Non solo: nei pazienti che hanno usufruito della consulenza del farmacista, il tasso di aderenza mostra valori superiori di almeno il 10% al gruppo di confronto; un incremento tutt’altro che trascurabile se si tiene conto che, secondo svariati studi, il servizio sanitario britannico spreca ogni anno circa 500 milioni di sterline per cattiva aderenza alle cure nelle cinque patologie croniche dalla maggiore spesa.

Sono numeri che meriterebbero di essere portati al tavolo dove Sisac, Federfarma e Assofarm cominceranno dalla prossima settimana a discutere del rinnovo della convenzione con il Ssn. Nella quale i due sindacati delle farmacie vogliono dare il giusto spazio proprio all’aderenza terapeutica. Fanno allora riflettere alcune delle considerazioni espresse dai ricercatori inglesi alla fine dell’indagine: «Lo studio conferma che il servizio fa risparmiare risorse e migliora la qualità di vita delle persone» spiega al Pharmaceutical Journal Rachel Elliot, farmacista e docente di economia sanitaria «dopo un paio di settimane da quando hanno iniziato una nuova terapia farmacologica, i pazienti cominciano a fare delle scelte su quello che vogliono o non vogliono assumere. Con il Nms, il farmacista interviene per tempo, discute con l’assistito dei problemi relativi alla terapia e nel caso riferisce al medico di famiglia. Questo servizio dovrebbe essere integrato stabilmente nei percorsi terapeutici, per assicurare esiti il più possibile positivi».

Il Nms può essere richiesto da tutti gli assistiti che si recano in farmacia con una ricetta medica per un nuovo farmaco destinato al trattamento di asma, ipertensione, Bpco, diabete di tipo 2 o Tao. In alternativa può essere il medico a suggerirlo, oppure lo stesso farmacista nel momento in cui capisce che il paziente è “naive”. Il servizio ha una durata massima di cinque settimane, con una consulenza nei primi 7-14 giorni di trattamento, una verifica a due settimane di distanza e un eventuale terzo appuntamento dopo altri 15 giorni. E i colloqui possono avvenire di persona o per telefono, in base alle preferenze dell’assistito (anche se le farmacie che aderiscono al Nms, in tutto più del 90% degli esercizi in attività in Inghilterra, devono disporre di un’area riservata per le consulenze).

Notizie correlate

22/07/2017

Federanziani, nel 44% dei politrattati aderenza terapeutica a rischio

L'assunzione di troppe pillole mette a serio rischio l'efficacia delle cure e la salute degli anziani. Il motivo? L'insufficiente aderenza alla terapia. E' quanto emerge da una ricerca del Centro studi di economia sanitaria di Senior Italia Federanziani, condotto su 1.427 “over 65” con ipertensione arteriosa. Il 71% è sottoposto a due programmi terapeutici per il trattamento della pressione...
21/07/2017

Centro studi subito al lavoro, primi progetti: Mur e Scuola quadri

Motori subito al massimo dei giri per il Centro studi di Federfarma, che nella prima riunione del nuovo corso – datata martedì 18 luglio – ha già definito i contenuti dell’attività progettuale che caratterizzerà i prossimi 3-4 mesi. Due in particolare i cantieri che il gruppo di lavoro, coordinato dal presidente dell’Utifar Eugenio Leopardi (foto), aprirà a partire dalla prossima settimana...
05/06/2015

Aderenza alle terapie, scatta la sinergia tra farmacie e medici

Si chiama “Seguilaterapia” il progetto che, con sms e “memo” telefonici programmati da farmacie e medici di famiglia, assicura l’aderenza alle cure farmacologiche di anziani e cronici in politrattamento. Presentato ieri al ministero della Salute, il servizio mira a contrastare lo spreco di risorse (per complicanze e ricoveri) originato da errori e dimenticanze dei...
26/03/2015

Aderenza terapie, alleanza Federanziani, Federfarma e Fimmg

Intensificare l’aderenza alle terapie può assicurare al Ssn risparmi tra i 6 e gli 11 miliardi di euro e, ai malati cronici, un miglioramento delle cure in termini di efficacia e appropriatezza. E’ l’assunto dal quale prende le mosse l’alleanza tra pazienti, farmacisti e...
19/09/2013

Non aderenza, per esperti da trattare come una patologia

I sistemi sanitari dovrebbero combattere l’insufficiente o mancata aderenza alle terapie con l’approccio e il trattamento che si riservano alle tradizionali patologie. L’indicazione arriva da un articolo pubblicato sull’ultimo numero di Evidence...

Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni