Edicola

Nuovi Lea, controlli per almeno il 5% delle ricette con esami

02/01/2013 17:45:27
Controlli sulle ricette per esami a carico del Ssn e obbligo per i medici di indicare il «quesito diagnostico» che è all’origine della prescrizione. Sono due delle novità contenute nel documento del ministero della Salute che dovrà aggiornare i cosiddetti Lea, i Livelli essenziali di assistenza (un elenco di circa seimila prestazioni e servizi garantiti in tutte le Regioni dal budget annuale del Ssn). Erano quasi dieci anni che se ne attendeva la revisione e infatti nella bozza di proposta – ora al vaglio dell’Economia per poi passare all’ok finale delle Regioni – fanno capolino “Livelli” resi essenziali dalla sensibilità del presente: entrano così nel recinto della rimborsabilità la cura delle ludopatie, un centinaio di malattie rare e cinque patologie croniche (enfisema polmonare e broncopolmonite cronica, osteomieliti, malattie renali croniche, il rene policistico autosomico dominante e la sarcoidosi al II, III e IV stadio), cui vanno aggiunte misure integrative per il sostegno al parto senza dolore (epidurale).
Per finanziare la copertura dei nuovi Livelli, il documento della Salute dispone un giro di vite sui cosiddetti “esami inutili”. Alle Regioni, in sostanza, viene affidato il compito di effettuare controlli sistematici sull’appropriatezza prescrittiva ed erogativa dell’assistenza specialistica ambulatoriale, mediante verifiche sulle ricette per particolari categorie di pazienti e comunque su non meno del 5% delle prescrizioni totali. Sempre nella stessa ottica, il Ministero propone anche di obbligare il medico a riportare in ricetta il quesito o sospetto diagnostico che motiva la richiesta, pena l’invalidità della ricetta. «E’ una novità soltanto sulla carta » commenta Silvestro Scotti, vicesegretario nazionale della Fimmg (Federazione italiana medici di medicina generale) «già oggi il medico di famiglia è solito indicare il quesito diagnostico e con l’imminente diffusione della ricetta elettronica questa operazione diventerà lo standard. Quanto all’equazione più controlli uguale più risparmi, temiamo che sia solo uno slogan per giustificare i nuovi Lea». (AS)

Ultime notizie

09/07/2019

Maratona Patto per la Salute: le proposte di Federfarma

Nuova remunerazione, nuova convenzione e definizione del ruolo della farmacia nella gestione del paziente cronico, in sinergia con gli altri operatori sanitari del territorio, a partire dai medici di medicina generale, sono elementi essenziali affinché la farmacia possa contribuire alla sostenibilità del sistema e al miglioramento del livello di assistenza garantito ai cittadini....
01/07/2019

Trasmissione telematica corrispettivi elettronici in vigore da oggi. Periodo transitorio senza applicazione di sanzioni

L’Agenzia delle Entrate, facendo seguito alla richiesta di Federfarma al Ministro dell’Economia e delle Finanze Giovanni Tria  e a conclusione di un lungo quanto impegnativo iter che ha visto la Federazione impegnata su più fronti al fine di ottenere una proroga dell’entrata in vigore, fissata per oggi 1° luglio, del provvedimento sulla “Memorizzazione e trasmissione telematica dei corrispettivi”, ha emanato, lo scorso 29 giugno...
05/06/2019

DiaDay 2018: nella seconda edizione scoperti quasi 5.000 diabetici che non sapevano di esserlo. Oltre ai 130mila test effettuato anche il monitoraggio dell’aderenza alle terapie

“Grazie alle oltre 5.000 farmacie che nel novembre del 2018 si sono impegnate gratuitamente nella iniziativa di screening abbiamo scattato una fotografia del diabete in Italia. Abbiamo monitorato quasi 130.000 persone in pochi giorni, abbiamo permesso a quasi 5.000 soggetti...
31/05/2019

Comunicato congiunto FOFI, Federfarma, Assofarm, UTIFAR e SIFO

Proseguono secondo il programma i lavori del Tavolo sulla farmacia dei servizi, istituito dal Ministero della salute, che si è riunito nuovamente ieri mattina  a Roma. Come si ricorderà, scopo del Tavolo, al quale...
18/04/2019

Federfarma: non esiste alcuna vertenza tra le Regioni e Federfarma

E’ assolutamente fuorviante  quanto apparso oggi su alcune testate, secondo cui, a causa di una vertenza in corso tra Regioni e Federfarma, il ministro “Grillo si sarebbe rifiutata di avere un faccia a faccia con le società rappresentanti di Big Pharma”, evitando di partecipare giorni fa a un incontro con le multinazionali del farmaco....

Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni