Edicola

Nuovi Lea, controlli per almeno il 5% delle ricette con esami

02/01/2013 17:45:27
Controlli sulle ricette per esami a carico del Ssn e obbligo per i medici di indicare il «quesito diagnostico» che è all’origine della prescrizione. Sono due delle novità contenute nel documento del ministero della Salute che dovrà aggiornare i cosiddetti Lea, i Livelli essenziali di assistenza (un elenco di circa seimila prestazioni e servizi garantiti in tutte le Regioni dal budget annuale del Ssn). Erano quasi dieci anni che se ne attendeva la revisione e infatti nella bozza di proposta – ora al vaglio dell’Economia per poi passare all’ok finale delle Regioni – fanno capolino “Livelli” resi essenziali dalla sensibilità del presente: entrano così nel recinto della rimborsabilità la cura delle ludopatie, un centinaio di malattie rare e cinque patologie croniche (enfisema polmonare e broncopolmonite cronica, osteomieliti, malattie renali croniche, il rene policistico autosomico dominante e la sarcoidosi al II, III e IV stadio), cui vanno aggiunte misure integrative per il sostegno al parto senza dolore (epidurale).
Per finanziare la copertura dei nuovi Livelli, il documento della Salute dispone un giro di vite sui cosiddetti “esami inutili”. Alle Regioni, in sostanza, viene affidato il compito di effettuare controlli sistematici sull’appropriatezza prescrittiva ed erogativa dell’assistenza specialistica ambulatoriale, mediante verifiche sulle ricette per particolari categorie di pazienti e comunque su non meno del 5% delle prescrizioni totali. Sempre nella stessa ottica, il Ministero propone anche di obbligare il medico a riportare in ricetta il quesito o sospetto diagnostico che motiva la richiesta, pena l’invalidità della ricetta. «E’ una novità soltanto sulla carta » commenta Silvestro Scotti, vicesegretario nazionale della Fimmg (Federazione italiana medici di medicina generale) «già oggi il medico di famiglia è solito indicare il quesito diagnostico e con l’imminente diffusione della ricetta elettronica questa operazione diventerà lo standard. Quanto all’equazione più controlli uguale più risparmi, temiamo che sia solo uno slogan per giustificare i nuovi Lea». (AS)

Ultime notizie

01/06/2020

Dichiarazione del presidente Federfarma Marco Cossolo sull'audizione di Antonio Gaudioso in Commissione parlamentare

Federfarma accoglie con particolare favore le dichiarazioni del Segretario Generale di Cittadinanzattiva, Antonio Gaudioso, rese nel corso dell’audizione in Commissione parlamentare per la semplificazione nell’ambito dell’indagine conoscitiva sui servizi erogati dal Servizio Sanitario Nazionale...
01/06/2020

Dichiarazione del presidente Federfarma Marco Cossolo sull'acquisto del 70,77% del capitale di Farbanca da parte di Banca IFIS

Federfarma accoglie favorevolmente la comunicazione odierna sul completamento, con esito positivo, dell’acquisto del 70,77% del capitale di Farbanca  da parte di Banca IFIS. “L’avvenuta acquisizione di Farbanca da parte di Banca IFIS rappresenta sicuramente il viatico per la creazione, insieme a Credifarma, di un polo specializzato bancario del settore
28/05/2020

Collaborazione farmacie con medici famiglia e pediatri per l’aumento delle coperture vaccinali

Per corrispondere alle primarie esigenze di tutela della salute della popolazione, Federfarma ritiene imprescindibile stabilire le necessarie interazioni con i medici di medicina generale e i pediatri di libera scelta per individuare quei percorsi condivisi che - a similitudine di quanto avviene in altri Paesi dell'Unione europea - porti alla promozione e all'esecuzione di campagne vaccinali antinfluenzali nelle farmacie...
27/05/2020

Dichiarazione Marco Cossolo, presidente Federfarma. Cordoglio per la scomparsa di un altro farmacista, Paolo Ferraro, vittima del coronavirus

“Con la scomparsa di Paolo Ferraro, 70 anni,  titolare di farmacia rurale a Villa Latina (FR), si allunga purtroppo l’elenco dei colleghi rimasti vittime del COVID-19 nell’espletamento del proprio dovere. Paolo Ferraro ha combattuto la malattia, in rianimazione per un mese,  e la sua morte è un  grande dolore per tutti noi” afferma il presidente di Federfarma, Marco Cossolo...
25/05/2020

Dichiarazione del presidente Marco Cossolo

“Accolgo con vera soddisfazione le dichiarazioni odierne del Commissario Arcuri che ringrazio per aver  esplicitamente riservato ai farmacisti e al personale medico le prime forniture di mascherine prodotte dalla filiera italiana. L’iniziativa attesta, ancora una volta, il riconoscimento delle Istituzioni per il fondamentale ruolo svolto dalla farmacia italiana nel contesto emergenziale....

Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni