Edicola

Nuovi Lea, controlli per almeno il 5% delle ricette con esami

02/01/2013 17:45:27
Controlli sulle ricette per esami a carico del Ssn e obbligo per i medici di indicare il «quesito diagnostico» che è all’origine della prescrizione. Sono due delle novità contenute nel documento del ministero della Salute che dovrà aggiornare i cosiddetti Lea, i Livelli essenziali di assistenza (un elenco di circa seimila prestazioni e servizi garantiti in tutte le Regioni dal budget annuale del Ssn). Erano quasi dieci anni che se ne attendeva la revisione e infatti nella bozza di proposta – ora al vaglio dell’Economia per poi passare all’ok finale delle Regioni – fanno capolino “Livelli” resi essenziali dalla sensibilità del presente: entrano così nel recinto della rimborsabilità la cura delle ludopatie, un centinaio di malattie rare e cinque patologie croniche (enfisema polmonare e broncopolmonite cronica, osteomieliti, malattie renali croniche, il rene policistico autosomico dominante e la sarcoidosi al II, III e IV stadio), cui vanno aggiunte misure integrative per il sostegno al parto senza dolore (epidurale).
Per finanziare la copertura dei nuovi Livelli, il documento della Salute dispone un giro di vite sui cosiddetti “esami inutili”. Alle Regioni, in sostanza, viene affidato il compito di effettuare controlli sistematici sull’appropriatezza prescrittiva ed erogativa dell’assistenza specialistica ambulatoriale, mediante verifiche sulle ricette per particolari categorie di pazienti e comunque su non meno del 5% delle prescrizioni totali. Sempre nella stessa ottica, il Ministero propone anche di obbligare il medico a riportare in ricetta il quesito o sospetto diagnostico che motiva la richiesta, pena l’invalidità della ricetta. «E’ una novità soltanto sulla carta » commenta Silvestro Scotti, vicesegretario nazionale della Fimmg (Federazione italiana medici di medicina generale) «già oggi il medico di famiglia è solito indicare il quesito diagnostico e con l’imminente diffusione della ricetta elettronica questa operazione diventerà lo standard. Quanto all’equazione più controlli uguale più risparmi, temiamo che sia solo uno slogan per giustificare i nuovi Lea». (AS)

Ultime notizie

18/04/2019

Federfarma: non esiste alcuna vertenza tra le Regioni e Federfarma

E’ assolutamente fuorviante  quanto apparso oggi su alcune testate, secondo cui, a causa di una vertenza in corso tra Regioni e Federfarma, il ministro “Grillo si sarebbe rifiutata di avere un faccia a faccia con le società rappresentanti di Big Pharma”, evitando di partecipare giorni fa a un incontro con le multinazionali del farmaco....
28/03/2019

Dal Sunifar (farmacie rurali) un progetto per i cittadini delle aree interne del paese

Qual è il contributo che la farmacia rurale può dare per migliorare la qualità della vita delle persone, rafforzare la comunità, superare le diseguaglianze territoriali e sociali, in particolare nelle Aree Interne del Paese?
A questa domanda fornisce risposte concrete il progetto presentato dal Sunifar (farmacie rurali) in collaborazione con Cittadinanzattiva e Uncem...
27/03/2019

"Tour della Salute" e "Crescendo in Salute": prevenzione e benessere in 14 tappe

Non lascia, ma anzi raddoppia il "Tour della Salute", che quest'anno, giunto alla seconda edizione, è pronto a partire per un nuovo viaggio itinerante, proponendo anche il format "Crescendo in Salute". Il doppio evento, dal 4 maggio al 27 ottobre prossimi, toccherà le piazze di 14 regioni italiane con l'obiettivo di sensibilizzare...
01/03/2019

Dagli Stati Generali a Roma le proposte della farmacia italiana

Più di 2.300 titolari di farmacie private hanno partecipato ieri a Roma alla seconda edizione degli Stati Generali della Farmacia Italiana, per consolidare il confronto interno alla categoria e presentare alla politica e alle istituzioni le proposte delle farmacie per migliorare il servizio ai cittadini. Il presidente Marco Cossolo ha evidenziato come la frammentazione delle politiche del farmaco...
08/02/2019

Sabato 9 febbraio tutti in farmacia per donare un farmaco a chi ne ha bisogno

“Anche quest’anno le farmacie partecipano numerose alla Giornata di Raccolta del Farmaco, confermando con grande senso di responsabilità e solidarietà il proprio ruolo di presidio territoriale sociosanitario sempre attento alle esigenze dei cittadini, in particolare dei più deboli. Ringrazio tutti i colleghi, i volontari e i cittadini che con la loro generosità permettono di donare un numero sempre maggiore di farmaci a coloro che ne hanno bisogno” afferma il presidente di Federfarma Nazionale Marco Cossolo...

Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni