Edicola

Ddl concorrenza, oggi il voto sulla richiesta di fiducia del Governo

02/08/2017 00:56:58
Ancora poche bracciate per il ddl concorrenza, che oggi al Senato dovrebbe toccare il muro dell’ultima vasca, la quarta in due anni tra Montecitorio e Palazzo Madama. Come si prevedeva, ieri sul testo è stata posta dal Governo la questione di fiducia, con una comunicazione letta in aula dal ministro per i Rapporti con il Parlamento, Anna Finocchiaro. Ne è seguita una riunione dei capigruppo al termine della quale il presidente del Senato, Pietro Grasso, ha ufficializzato la tempistica dei lavori: ieri sera la discussione sul provvedimento, stamattina dalle 9 le dichiarazioni di voto e quindi la chiama.

Intanto, ieri, le categorie più critiche nei confronti del disegno di legge sono tornate a dar voce al proprio malcontento. «Il Governo» hanno dichiarato in una nota Uiltrasporti Taxi, Ugl Taxi, Federtaxi Cisal e Faisa Confail «si appresta a far approvare i principi di una legge delega con la quale stabilire un nuovo quadro di regole per il nostro comparto. Abbiamo più volte manifestato la nostra disponibilità al confronto per addivenire a una riforma complessiva del settore che possa trovare il corretto equilibrio tra le diverse tipologie di servizio, al fine di contrastare realmente i diffusi fenomeni di abusivismo. Tuttavia, come già denunciato in passato, alcuni dei contenuti presenti nella delega non sono assolutamente ricevibili».

Tra i contrari anche l’Associazione piccole e medie industrie (Api): «In nome di una completa liberalizzazione del mercato elettrico» accusa il presidente, Paolo Galassi «viene smantellato un sistema che permetteva di contenere il prezzo dell'energia per le piccole imprese. Si perderà così il prezzo calmierato definito finora dall'Acquirente Unico, con potenziali decisi aumenti che peseranno sulle Pmi già svantaggiate nella competizione internazionale. Per l'ennesima volta stiamo assistendo all'azione di una classe politica che privilegia gli interessi delle grandi imprese. Peccato che il tessuto imprenditoriale italiano sia costituito per oltre il 99% da piccole e medie imprese che per anni, nonostante la crisi, hanno garantito l'occupazione, la tenuta sociale e fatto apprezzare il made in Italy nel mondo».

Federfarma, come si ricorderà, aveva invece affidato le proprie rimostranze a una lettera firmata dal presidente Cossolo e recapitata ai componenti della commissione Industria del Senato poco prima che iniziasse l’esame del ddl. Il tetto regionale del 20% sulle catene, avvertiva la Federazione, appare «insufficiente» rispetto all’obiettivo e dovrebbe essere sensibilmente abbassato. E sarebbe opportuno rendere obbligatoria la presenza dei farmacisti nella compagine delle società proprietarie. (AS)

Notizie correlate

28/09/2017

Concorrenza, Federfarma si mobilita per rimuovere ambiguità

Federfarma è pronta ad agire a tutti i livelli perché dalla Legge 124/2017 sulla concorrenza vengano rimosse le ambiguità e criticità che oggi la caratterizzano. Il che significherà, per il sindacato, promuovere ricorsi alla giustizia amministrativa...
06/09/2017

DDL concorrenza e farmacie indipendenti: si comincia a fare sul serio

Dopo il primo importante incontro, dello scorso 12 luglio, Federfarma e Federfarma Servizi hanno continuato a lavorare anche durante le ferie estive per mettere a punto un obiettivo comune e una visione condivisa per il futuro della farmacia indipendente a seguito dell’approvazione definitiva del cosiddetto DDL Concorrenza...
04/08/2017

Pagliacci (Sunifar): in rete contro il capitale, ma a pari condizioni

L’arrivo del capitale preoccupa le farmacie rurali quanto quelle urbane, ma l’abitudine alle avversità e a lavorare in un contesto di “frontiera” le aiuterà ad affrontare con successo anche questa sfida. Sono le parole con cui la presidente del Sunifar...
03/08/2017

Ddl concorrenza, Federfarma: “keep calm” e avanti

“Keep calm and carry on”, state tranquilli e andiamo avanti. E’ la frase che nel ’39, alla viglia della guerra, venne fatta stampare dal governo britannico su milioni di manifesti, da affiggere in tutta l’Inghilterra per evitare che la popolazione si facesse prendere dal panico...
02/08/2017

Approvato il DDL Concorrenza. Federfarma: ora al lavoro per gestire un cambiamento epocale

“Quando siamo arrivati alla dirigenza di Federfarma, a fine maggio di quest’anno, il DDL aveva già alle spalle un lungo iter parlamentare e, a mio avviso, le conseguenze di un siffatto provvedimento erano state sottovalutate, nonostante le grida di allarme di varie associazioni provinciali. Noi abbiamo subito motivato...

Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni