Edicola

121doc, l'Antitrust dispone la sospensione dell'attività commerciale

02/10/2013 22:39:45
Stop alla vendita a distanza di farmaci etici per 121doc, la farmacia on line denunciata a maggio da Federfarma all’Antitrust e a ministero della Salute, Guardia di Finanza, Aifa e Nas. Con un provvedimento datato 18 settembre e comunicato ufficialmente oggi, l’Autorità garante del mercato ha infatti ordinato la sospensione cautelare delle attività commerciali del sito sui farmaci con obbligo di prescrizione, per gli indirizzi di riferimento 121doc.net, it.121doc.net e 121doc.it. La disposizione dell’Antitrust dovrà essere applicata entro 5 giorni dalla comunicazione, quindi attorno a lunedì prossimo. In caso di inottemperanza, l’Authority potrà disporre una sanzione amministrativa compresa tra i 10mila e i 150mila euro, nell’eventualità di inadempienza reiterata scatterebbe invece la sospensione dell’attività di impresa per un periodo non superiore a 30 giorni.
Nelle motivazioni che accompagnano il provvedimento, l’Antitrust sottolinea come le pratiche commerciali della farmacia on line 121doc, rivolte alla vendita di farmaci etici con particolare enfasi sui prodotti per la cura di disfunzioni erettili, siano particolarmente insidiose per il target cui si rivolgono (pazienti normalmente affetti da evidenti disagi di natura sociale e psicologia) e per la falsa rappresentazione di una vendita lecita attraverso la modalità on-line. L’Antitrust, inoltre, conferma le tesi sostenute da Federfarma nella sua denuncia: primo, la vendita on-line di farmaci etici è vietata in Italia in quanto la legge vuole che l’acquisto venga «effettuato con la compresenza fisica del farmacista e del paziente»; secondo, la ricetta di un medico italiano non può essere sostituita dalla compilazione di un mero formulario controfirmato da un medico straniero non legittimato a operare nel nostro Paese.
Di qui la decisione di intimare al sito la sospensione cautelare dell’attività di e-commerce sugli etici, attraverso un provvedimento che dovrà essere comunicato anche alla Commissione europea e allo Stato membro in cui è stabilito il titolare del sito, ovvero il Regno Unito. La decisione finale dell’Antitrust sulle pratiche commerciali di 121doc dovrà essere presa entro il febbraio del prossimo anno.

Ultime notizie

16/07/2020

Dichiarazione Marco Cossolo, presidente Federfarma, su operazione Nas Bari

“Mi auguro che i farmacisti destinatari delle perquisizioni effettuate dai Carabinieri del NAS su incarico della Procura di Bari possano dimostrare la loro estraneità ai gravissimi fatti contestati. In caso contrario Federfarma, che condanna fermamente ogni comportamento illecito, è pronta a costituirsi parte civile negli eventuali processi che dovessero aprirsi nei confronti...
30/06/2020

Emendamento su distribuzione farmaci in farmacia. Federfarma: "Accolte istanze dei soggetti fragili e dei malati cronici"

Federfarma esprime massima soddisfazione per l’approvazione,  da parte della V Commissione Bilancio della Camera,  dell’emendamento  al cosiddetto Decreto Legge...
11/06/2020

Elezioni Federfarma e Sunifar: Cossolo confermato alla Presidenza di Federfarma, Petrosillo eletto Presidente Sunifar

Si sono svolte oggi - con ottimi risultati sia in termini di partecipazione dei delegati sia di funzionamento delle piattaforme utilizzate per le votazioni in forma telematica - le elezioni per il rinnovo dei vertici di Federfarma, la Federazione nazionale che rappresenta le farmacie private convenzionate con il SSN, e di Federfarma-Sunifar, che, all’interno...
01/06/2020

Dichiarazione del presidente Federfarma Marco Cossolo sull'audizione di Antonio Gaudioso in Commissione parlamentare

Federfarma accoglie con particolare favore le dichiarazioni del Segretario Generale di Cittadinanzattiva, Antonio Gaudioso, rese nel corso dell’audizione in Commissione parlamentare per la semplificazione nell’ambito dell’indagine conoscitiva sui servizi erogati dal Servizio Sanitario Nazionale...
01/06/2020

Dichiarazione del presidente Federfarma Marco Cossolo sull'acquisto del 70,77% del capitale di Farbanca da parte di Banca IFIS

Federfarma accoglie favorevolmente la comunicazione odierna sul completamento, con esito positivo, dell’acquisto del 70,77% del capitale di Farbanca  da parte di Banca IFIS. “L’avvenuta acquisizione di Farbanca da parte di Banca IFIS rappresenta sicuramente il viatico per la creazione, insieme a Credifarma, di un polo specializzato bancario del settore

Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni