Edicola

Rapporto Ossif: nel 2013 rapine in farmacia +9,9%

02/12/2014 00:15:30
Si attenua la crescita globale di rapine e furti ai danni di attività commerciali e abitazioni, ma non in farmacia. Dove, nel 2013, gli assalti sono cresciuti a un ritmo superiore a quello di ogni altro comparto. A dirlo sono i dati dell’ultimo Rapporto sulla criminalità predatoria curato dall’Ossif, l’Osservatorio intersettoriale sulla sicurezza cui partecipano Abi (Associazione banche italiane), Federfarma, Assovalori, Confcommercio-Imprese per l’Italia, Federazione italiana tabaccai, Federdistribuzione e Unione petrolifera. Presentato venerdì a Roma in un incontro di lavoro, il Rapporto offre una radiografia dettagliata del fenomeno rapine: in totale, gli attacchi registrati nel 2013 dalle forze dell’ordine (e denunciati alla magistratura) sono cresciuti del 2,6% rispetto all’anno precedente, un tasso che rivela un forte rallentamento rispetto all’ultimo biennio (+5% nel 2012 e addirittura +20% nel 2011). I dati relativi alle sole farmacie, però, non vanno nella stessa direzione: nell’anno passato, infatti, le rapine ai danni di titolari sono cresciute del 9,9%, il balzo più consistente tra tutti i canali: le tabaccherie seguono staccate di tre punti (+6,7%), gli uffici postali di quattro (+5,7%); all’altro capo della classifica, distributori di carburante ed gli esercizi commerciali fanno addirittura segnare un arretramento (-9,2 e -3,2% rispettivamente).
Se non altro, le farmacie non sono il bersaglio “preferito” dai rapinatori (l’indice di rischio più elevato resta appannaggio della gdo, con 14,4 assalti ogni 100 punti vendita; i presidi dalla croce verde seguono a consistente distanza con 7 episodi ogni cento esercizi) né quello più “spremuto”: ogni rapina in banca frutta mediamente più di 24mila euro, negli uffici postali 10mila, nelle tabaccherie 6.400 euro, nella gdo 1.800, le farmacie seguono a distanza con medie abbondantemente inferiori ai mille euro. «Rimaniamo il bancomat della piccola criminalità» commenta a Filodiretto di vicepresidente nazionale di Federfarma, Gioacchino Nicolosi, rappresentante del sindacato nell’Ossif.
Rapporto a parte, l’incontro di venerdì è servito alle sigle dell’Osservatorio per una riflessione sulle misure con cui rispondere al fenomeno rapine. «Le direzioni d’intervento sulle quali ci si muoverà» spiega ancora Nicolosi «sono due: da un lato spingere sull’uso della moneta elettronica per ridurre la circolazione di contante; dall’altro accrescere i protocolli d’intesa con le forze dell’ordine per la videosorveglianza e premere per un maggiore presidio del territorio. Per quanto concerne il primo punto, resta da aggirare lo scoglio dei costi di gestione delle postazioni Pos, ma l’Abi si è impegnata a intavolare un confronto con il Consorzio bancomat per cercare soluzioni percorribili. Quanto alla videosorveglianza, Federfarma si attiverà per spingere le rappresentanze territoriali che ancora non l’hanno fatto a sottoscrivere con le prefetture accordi per il collegamento degli impianti alle centrali di polizia e carabinieri. Fondamentale, inoltre, ammodernare i sistemi ormai obsoleti, con l’impiego anche di software di riconoscimento facciale». (AS)

Notizie correlate

23/01/2019

Furti e rapine in farmacia: situazione drammatica. "Ormai è un vero incubo

“Siamo veramente esasperati e amareggiati. Non si può più andare avanti così. Viviamo in un incubo continuo con il terrore, ogni mattina, di tirare su la saracinesca della farmacia e trovarla vuota.  Anche stamattina sono stato svegliato dall’ennesima telefonata di una collega disperata perché vittima della banda del buco...
14/06/2016

Sparatoria in farmacia, bandito preso grazie a videosorveglianza

Due feriti gravi, un maresciallo dei carabinieri e il malvivente che gli ha sparato, e uno lieve, un anziano di 80 anni colpito di striscio. E’ il bilancio della tentata rapina subita ieri mattina da una farmacia di Fidene, quartiere della periferia settentrionale di Roma...
17/02/2016

Alfano e Racca firmano Protocollo in materia di videosorveglianza

Il Ministro dell’Interno, Angelino Alfano, e il Presidente di Federfarma, Annarosa Racca, hanno rinnovato e aggiornato, oggi al Viminale, il Protocollo d’intesa, sottoscritto nel 2010, finalizzato a migliorare la sicurezza delle farmacie mediante un sistema...
09/12/2014

Rapine in farmacia

È stato recentemente pubblicato il rapporto 2013 sulle rapine nei settori più esposti, curato dall’Osservatorio Intersettoriale sulla Criminalità dell’OSSIF, il Centro di ricerche dell’ABI sulla sicurezza anticrimine. Componenti dell’osservatorio sono Poste Italiane, Confcommercio-Imprese per l’Italia, Federazione Italiana Tabaccai, Federdistribuzione, Federfarma e Unione Petrolifera. Dal rapporto emerge come nel 2013...
28/11/2013

Rapine, i consigli della polizia per una prevenzione efficace

Tenere sempre al banco una quantità ridotta di contante, mediante frazionamenti o casse inviolabili. Lasciare vetrine sgombre da cartelli, espositori e vetrofanie, in modo che da fuori si veda sempre quanto accade all’interno. Installare un buon impianto di videosorveglianza...

Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni