Edicola

Articolo 62: polemica tra Ministeri, perplessità tra gli operatori

03/04/2013 09:51:48
E’ polemica tra Ministeri attorno all’articolo 62 del decreto “Cresci-Italia”, che regola i tempi di pagamento nelle cessioni di prodotti agroalimentari. Per l’ufficio legale del dicastero Sviluppo il provvedimento sarebbe stato superato – anzi, «tacitamente abrogato» – dal d.lgs 192/2012, approvato otto mesi dopo (a novembre) per recepire la normativa europea sui pagamenti nelle transazioni commerciali. Per i legali del dicastero Politiche agricole, invece, l’articolo 62 resta pienamente valido.
La querelle, che vede le farmacie tra gli spettatori interessati perché la norma si applica anche a integratori e prodotti salutistici, origina dal quesito che Confindustria aveva rivolto nei giorni scorsi al ministero dello Sviluppo: il provvedimento del “Cresci-Italia”, era il dilemma, vieta pagamenti oltre i 60 giorni nell’agroalimentare, ma il decreto legislativo 192/2012 li ammette nel più vasto comparto del commercio, anche se a determinate condizioni e previa pattuizione tra le parti. Come devono regolarsi gli operatori? Per il dicastero, che ha risposto con una nota datata 26 marzo, l’articolo 62 non avrebbe più motivo di esistere, perché superato da normativa di più ampio respiro collegata per di più a una direttiva europea. Proprio quello che Confindustria desiderava sentirsi dire. E anche quello che invece i produttori dell’agroalimentare non volevano si dicesse. Di qui la contronota diffusa oggi dal ministero dell’Agricoltura, dove siede ancora quel Mario Catania che è stato tra i padri dell’articolo 62: nessuna abrogazione, scrivono i suoi legali, il provvedimento è perfettamente legittimo perché una norma più estesa non ne supera una di maggiore dettaglio e perché la stessa direttiva europea autorizzava esplicitamente gli Stati membri a dettare termini ancora più vantaggiosi per il creditore.
In attesa che dalla querelle si arrivi una sintesi, i titolari possono comunque consolarsi con il regolamento messo a punto dall’Antitrust per vigilare sull’applicazione dell’articolo 62. Pubblicato sulla Gazzetta ufficiale del 6 marzo, il dispositivo è favorevole alle farmacie perché ribadisce che la vigilanza dell’Authority si ferma alle transazioni «connotate da un significativo squilibrio nelle rispettive posizioni di forza commerciale», casistica che non dovrebbe trovare rispondenze nella filiera farmaceutica. Intanto si muove Federfarma Servizi: con una lettera inviata oggi ai due dicasteri in polemica, la sigla delle cooperative invita i Ministeri a un chiarimento univoco e chiede se la normativa sull’agroalimentare vada applicata anche nel settore farmaceutico.

Ultime notizie

16/07/2020

Dichiarazione Marco Cossolo, presidente Federfarma, su operazione Nas Bari

“Mi auguro che i farmacisti destinatari delle perquisizioni effettuate dai Carabinieri del NAS su incarico della Procura di Bari possano dimostrare la loro estraneità ai gravissimi fatti contestati. In caso contrario Federfarma, che condanna fermamente ogni comportamento illecito, è pronta a costituirsi parte civile negli eventuali processi che dovessero aprirsi nei confronti...
30/06/2020

Emendamento su distribuzione farmaci in farmacia. Federfarma: "Accolte istanze dei soggetti fragili e dei malati cronici"

Federfarma esprime massima soddisfazione per l’approvazione,  da parte della V Commissione Bilancio della Camera,  dell’emendamento  al cosiddetto Decreto Legge...
11/06/2020

Elezioni Federfarma e Sunifar: Cossolo confermato alla Presidenza di Federfarma, Petrosillo eletto Presidente Sunifar

Si sono svolte oggi - con ottimi risultati sia in termini di partecipazione dei delegati sia di funzionamento delle piattaforme utilizzate per le votazioni in forma telematica - le elezioni per il rinnovo dei vertici di Federfarma, la Federazione nazionale che rappresenta le farmacie private convenzionate con il SSN, e di Federfarma-Sunifar, che, all’interno...
01/06/2020

Dichiarazione del presidente Federfarma Marco Cossolo sull'audizione di Antonio Gaudioso in Commissione parlamentare

Federfarma accoglie con particolare favore le dichiarazioni del Segretario Generale di Cittadinanzattiva, Antonio Gaudioso, rese nel corso dell’audizione in Commissione parlamentare per la semplificazione nell’ambito dell’indagine conoscitiva sui servizi erogati dal Servizio Sanitario Nazionale...
01/06/2020

Dichiarazione del presidente Federfarma Marco Cossolo sull'acquisto del 70,77% del capitale di Farbanca da parte di Banca IFIS

Federfarma accoglie favorevolmente la comunicazione odierna sul completamento, con esito positivo, dell’acquisto del 70,77% del capitale di Farbanca  da parte di Banca IFIS. “L’avvenuta acquisizione di Farbanca da parte di Banca IFIS rappresenta sicuramente il viatico per la creazione, insieme a Credifarma, di un polo specializzato bancario del settore

Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni