Edicola

Sigaretta elettronica, dall'ISS la prima radiografia del fenomeno

03/06/2013 11:29:57
La conoscono quasi tutti (il 91,2% degli italiani) ma tra chi l’ha utilizzata soltanto uno su dieci ha effettivamente smesso di fumare tabacco. Si tratta della sigaretta elettronica (e-cig), radiografata in dettaglio per la prima volta dall’Osservatorio fumo dell’Istituto superiore di sanità, che ha rielaborato i dati dell’indagine Doxa presentata oggi in concomitanza con la Giornata Mondiale senza tabacco (e condotta in collaborazione con il ministero della Salute, l’Istituto di ricerche Mario Negri e la Società italiana di tabaccologia). In sostanza, utilizza regolarmente la e-cig (in media nove volte al giorno) l’1% degli italiani, ossia 500 mila persone circa, mentre un altro 3,2% ne fa uso in modo occasionale. Ridotta la disassuefazione indotta dalle sigarette elettroniche: tra chi se ne serve, solo il 10,6% ha messo definitivamente da parte le sigarette tradizionali, il 22,9% ne ha diminuito drasticamente il numero, un altro 44,4% le ha ridotte leggermente e il 22,1% ha mantenuto le vecchie abitudini. L’89,4% dei consumatori di e-cig, in altri termini, sono ancora fumatori e infatti il 95,6% di questi utilizza i modelli con nicotina.
Le ricariche per le e-cig vengono acquistate solitamente dal 78% dei consumatori nei rivenditori specializzati, dal 3,8% nelle farmacie, dal 12,8% dai tabaccai e dal 5,5% attraverso altri canali, che verosimilmente comprendono internet e distributori illegali.
«Indipendentemente dalle motivazioni per cui vengono vendute» commenta Roberta Pacifici, direttore dell’Osservatorio fumo dell’Iss «oltre 500mila persone utilizzano la sigaretta elettronica verosimilmente come mezzo per ridurre o smettere di fumare. La fotografia che ci offre l’indagine Doxa mette in evidenza che è necessario approfondire con metodologie scientificamente solide la reale capacità di questo strumento per aiutare i fumatori a diventare ex fumatori». Anche perché questi dispositivi sembrano attirare soprattutto le generazioni più giovani. «Nella fascia di età 15-24 anni» rimarca Pacifici «la prevalenza dei consumatori di sigaretta elettronica è più che doppia rispetto ai consumatori di sigarette tradizionali: il 23,6% utilizza e-cig, l’11,6% fuma le classiche».

Ultime notizie

16/07/2020

Dichiarazione Marco Cossolo, presidente Federfarma, su operazione Nas Bari

“Mi auguro che i farmacisti destinatari delle perquisizioni effettuate dai Carabinieri del NAS su incarico della Procura di Bari possano dimostrare la loro estraneità ai gravissimi fatti contestati. In caso contrario Federfarma, che condanna fermamente ogni comportamento illecito, è pronta a costituirsi parte civile negli eventuali processi che dovessero aprirsi nei confronti...
30/06/2020

Emendamento su distribuzione farmaci in farmacia. Federfarma: "Accolte istanze dei soggetti fragili e dei malati cronici"

Federfarma esprime massima soddisfazione per l’approvazione,  da parte della V Commissione Bilancio della Camera,  dell’emendamento  al cosiddetto Decreto Legge...
11/06/2020

Elezioni Federfarma e Sunifar: Cossolo confermato alla Presidenza di Federfarma, Petrosillo eletto Presidente Sunifar

Si sono svolte oggi - con ottimi risultati sia in termini di partecipazione dei delegati sia di funzionamento delle piattaforme utilizzate per le votazioni in forma telematica - le elezioni per il rinnovo dei vertici di Federfarma, la Federazione nazionale che rappresenta le farmacie private convenzionate con il SSN, e di Federfarma-Sunifar, che, all’interno...
01/06/2020

Dichiarazione del presidente Federfarma Marco Cossolo sull'audizione di Antonio Gaudioso in Commissione parlamentare

Federfarma accoglie con particolare favore le dichiarazioni del Segretario Generale di Cittadinanzattiva, Antonio Gaudioso, rese nel corso dell’audizione in Commissione parlamentare per la semplificazione nell’ambito dell’indagine conoscitiva sui servizi erogati dal Servizio Sanitario Nazionale...
01/06/2020

Dichiarazione del presidente Federfarma Marco Cossolo sull'acquisto del 70,77% del capitale di Farbanca da parte di Banca IFIS

Federfarma accoglie favorevolmente la comunicazione odierna sul completamento, con esito positivo, dell’acquisto del 70,77% del capitale di Farbanca  da parte di Banca IFIS. “L’avvenuta acquisizione di Farbanca da parte di Banca IFIS rappresenta sicuramente il viatico per la creazione, insieme a Credifarma, di un polo specializzato bancario del settore

Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni