Edicola

Liberalizzazioni: la segnalazione dell’Antitrust al Governo

03/10/2012 17:45:15
L’Antitrust ha inviato ieri a Governo e Parlamento una segnalazione in cui esamina vari settori di attività. Secondo l’Antitrust, sulle liberalizzazioni è stato fatto molto, ma altrettanto resta da fare in svariati settori, dai trasporti alle infrastrutture energetiche, dalle poste alla sanità, dai servizi pubblici locali alle professioni e alle banche fino alla pubblica amministrazione. Per quanto riguarda il settore farmaceutico, l’Antitrust riconosce che la recente attività legislativa del Governo – in particolare, l’incremento del rapporto farmacie/abitanti, l’ampliamento della gamma di farmaci vendibili nelle parafarmacie (senza ricetta e veterinari), la norma sulla prescrizione del principio attivo – “sono da considerarsi importanti passi in avanti”. Per incentivare la vendita dei farmaci meno costosi, l’Antitrust propone che nell’ambito della “modifica del sistema di remunerazione  della filiera distributiva del farmaco” si preveda che “il nuovo sistema sia basato su una retribuzione a forfait  per ogni servizio di vendita di ciascun medicinale, indipendentemente dal suo prezzo”. Secondo l’Antitrust, inoltre, “non è detto che l’aumento del numero delle farmacie si traduca direttamente in un incremento della concorrenza di prezzo e/o di qualità”: tale risultato potrebbe essere raggiunto, continua la relazione, “superando i limiti normativi attualmente esistenti” e prevedendo “la possibilità che un unico soggetto possa assumere la titolarità di più licenze”, oltre al limite delle quattro attuali. Ancora, sui farmaci generici l’Antitrust propone “l’abrogazione della disposizione di legge che subordina l’inserimento dei medicinali equivalenti nel Prontuario farmaceutico nazionale alla data di scadenza del brevetto o del certificato di protezione complementare della specialità di riferimento, e che inserisce in tal modo una chiara forma di patent linkage”.
Tra le altre osservazioni contenute nella segnalazione, l’Antitrust sottolinea la necessità di “evitare passi indietro” nei servizi professionali regolamentati e suggerisce, tra l’altro, di “rivedere i criteri per la determinazione della pianta organica dei notai, svincolandoli dall’obiettivo di garantire un reddito minimo  ai professionisti”. Nel settore sanitario l’Autorità auspica una “maggiore libertà di accesso per gli operatori privati nell’erogazione di prestazioni sanitarie che non gravano sull’erario pubblico”.

Notizie correlate

14/06/2017

Ddl concorrenza, 400 emendamenti. I relatori: l'esame sarà veloce

Sono circa 400 gli emendamenti al ddl concorrenza presentati alle commissioni Finanze e Attività produttive della Camera entro la scadenza di ieri. E’ quanto riferisce un lancio dell’Ansa diffuso in serata, nell’attesa che le proposte di modifica vengano fascicolate e distribuite (prevedibilmente nella giornata di oggi) ai componenti delle due commissioni. Difficile comunque...
28/04/2016

Emiliano: vocazione farmacia garanzia di libertà

Due settimane fa, a Ballarò, aveva replicato al giornalista americano Alan Friedman e ai suoi inviti alla liberalizzazione totale delle farmacie ricordando che i presidi dalla croce verde offrono servizi di prossimità molto utili ai cittadini. Michele Emiliano...
24/02/2015

Federfarma passa il ddl ai raggi x e valuta come muoversi

Nell’attesa che il ddl concorrenza spicchi il volo per le Camere, dove verrà discusso e votato, in Federfarma è già cominciata una ponderata riflessione sui contenuti del testo così com’è uscito dal Consiglio dei ministri di venerdì...
21/02/2015

DDl concorrenza: La fascia C resta in farmacia

Mesi di anticipazioni, indiscrezioni, scoop e previsioni da palla di cristallo. E poi dal Consiglio dei ministri esce il ddl concorrenza che nessuno aveva previsto. Senza liberalizzazioni della fascia C e della pianta organica anche se il ministro dello Sviluppo...
20/02/2015

Farmaci con ricetta restano in farmacia

“Apprezziamo che nella discussione del Consiglio dei Ministri di oggi, con la decisione di far rimanere i farmaci con ricetta in farmacia, il Governo abbia fatto prevalere le ragioni sanitarie e ringraziamo in particolare il ministro della Salute Beatrice Lorenzin...

Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni