Edicola

Tagli spesa,Regioni divise.Tdm,Fimmg,Federfarma: non paghi Ssn

04/02/2017 09:28:11
Le Regioni ritrovino l’unità e scongiurino l’eventualità che al budget del Ssn per il 2017 possano essere tolti 420 milioni di euro. E’ l’auspicio lanciato dalla presidente di Federfarma, Annarosa Racca, in risposta alle voci che da un paio di giorni stanno circolando tra osservatori e professionisti della Sanità. All’origine il rifiuto delle Regioni a statuto speciale di ottemperare ai tagli di spesa che la Manovra 2016 poneva a loro carico, spalmati su varie annualità. I risparmi per quest’anno dovrebbero ammontare complessivamente a 3,9 miliardi, 420 dei quali a carico delle amministrazioni autonome, ma alla riunione dei governatori che giovedì 2 febbraio avrebbe dovuto definire i dettagli dell’intervento è esploso il dissidio. E ora c’è da capire se e chi coprirà le risorse mancanti. Risposta da trovare in fretta, perché il ministero dell’Economia - che già sta lavorando alla “manovrina” chiesta dall’Unione europea - vuole i soldi abbastanza in fretta.

Di qui i timori che, alla fine, a pagare sarà il Ssn. La prima a mettere sul tavolo l’ipotesi – forse per anticipare e scoraggiare eventuali proposte regionali – è stata Cittadinanzattiva-Tribunale per i diritti del malato, con un comunicato diffuso giovedì stesso: «Chiediamo a tutte le Regioni e al Governo» ha detto Tonino Aceti, coordinatore nazionale del Tdm «di scongiurare questa possibilità, poiché togliere 420 milioni al Ssn vuol dire mandare in soffitta i nuovi Lea (registrati proprio ieri dalla Corte dei conti, ndr) prima ancora della loro pubblicazione in Gazzetta Ufficiale O che alla prima revisione, prevista per il 28 febbraio, ci sia una riduzione delle prestazioni che saranno garantite ai cittadini».

Ieri, a ruota, sono intervenuti medici di famiglia e farmacie. Le Regioni trovino un rapido accordo, è il messaggio lanciato dal segretario nazionale della Fimmg, Silvestro Scotti, ed evitino tagli al finanziamento della Sanità pubblica. «Di fronte ai dati dello scorso anno che indicano nel nostro Paese una riduzione dell'aspettativa di vita e un aumento delle morti evitabili» ha continuato Scotti «un ulteriore taglio al Fondo sanitario darebbe un messaggio molto chiaro: è partito il countdown per il Ssn». «Mi auguro che le Regioni riusciranno a trovare velocemente un’intesa» aggiunge la presidente Racca «perché il budget assegnato quest’anno alla Sanità è stato corposamente incrementato rispetto agli anni scorsi per reggere alle sfide in arrivo. Innanzitutto c’è da assicurare la rimborsabilità dei nuovi farmaci in arrivo sul mercato. Poi ci sono da finanziare i nuovi Lea, che presentano tra le novità la farmacia dei servizi quale risorsa per attrezzare l’assistenza sul territorio e agevolare la deospedalizzazione delle cronicità». (AS)

Notizie correlate

16/03/2017

Saitta (Regioni): trattativa per la Convenzione al via entro l’estate

«La nostra speranza è che la trattativa vera e propria per il rinnovo della Convenzione tra farmacie e Ssn possa aprirsi prima dell’estate». L’augurio arriva da Antonio Saitta, coordinatore della Commissione salute della Conferenza delle Regioni, il “tavolo” che riunisce gli assessori alla Sanità e fissa le direttive politiche dell’atto d’indirizzo...
14/03/2017

Stefanelli: Tavolo Aifa è per ridurre diretta, non allargarla

«Il Tavolo dell’Aifa sulla distribuzione diretta dovrebbe servire, come suggerisce il nome, a risolvere i problemi della distribuzione diretta. Stupisce che ora le Regioni se ne servano per provare a risolvere i loro problemi sulla convenzionata». E’ la battuta con cui...
18/02/2017

Sprechi, inefficienze, malagestione: ecco dove cercare i soldi per il Ssn

Il copione si ripete ogni febbraio: le sezioni regionali della Corte dei conti inaugurano il nuovo anno giudiziario con una rassegna degli interventi condotti nei dodici mesi precedenti e la Sanità pubblica finisce sempre nell’elenco dei cattivi. Meglio, ci finiscono le Aziende sanitarie locali, che in quanto tali (cioè aziende) rispondono in prima persona dei propri bilanci...
10/11/2016

Manovra, le Regioni chiedono modifiche a riordino tetti

Se ancora c’era qualche dubbio, ieri è stato fugato: il riordino dei tetti sulla spesa farmaceutica abbozzato dalla Manovra per il 2017 rappresenta – in quindici anni di 405/2001 – il primo vero tentativo da parte di un governo centrale di arginare...
08/09/2016

Nuovi Lea, via libera dalle Regioni che chiedono garanzie su risorse

«Questa è una buona giornata per milioni di italiani, che potranno avere finalmente accesso a nuove terapie e trattamenti», dalla fecondazione assistita ai nuovi vaccini passando...

Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni