Edicola

Galenici dimagranti, firmato dal Ministro il decreto correttivo

04/04/2017 00:24:01
E’ stato firmato dal ministro Lorenzin venerdì scorso e dovrebbe essere pubblicato a giorni in Gazzetta ufficiale il decreto concordato mercoledì scorso da dicastero e associazioni dei farmacisti al tavolo sui galenici dimagranti. Il provvedimento, strutturato su tre articoli, riscrive e “riperimetra” il decreto del 22 dicembre scorso, che vietava l’impiego nelle preparazioni magistrali di una quarantina di sostanze. Due, come già anticipato da Filodiretto del 30 marzo, le direzioni di intervento: per cominciare, il nuovo decreto riduce a sedici i principi attivi “off limits”, tutte molecole di sintesi (sertralina, buspirone, acido ursodesossicolico, pancreatina, acido deidrocolico, d-fenilalanina, deanolo-p-acetamido benzoato, fenilefrina, spironolattone, l-tiroxina, triiodotironina, zonisamide, naltrexone, oxedrina, fluvoxamina, idrossizina). Ritornano quindi nella disponibilità del farmacista preparatore sostanze naturali (anche in forma di estratto secco) come tè verde, caffeina, citrus aurantium, tarassaco, aloe, guaranà, rabarbaro, finocchio e via a seguire.

L’altra delimitazione riguarda l’indicazione d’uso: il decreto, in sintesi, interviene soltanto sulle preparazioni magistrali «a scopo dimagrante», vietate tanto nel caso in cui le sostanze siano presenti in associazione, sia nell’eventualità in cui vengano utilizzate singolarmente.

Sul rispetto delle nuove disposizioni, infine, vigilerà una rete di monitoraggio che coinvolge farmacie, Ministero e Istituto superiore di sanità: i farmacisti dovranno inviare alle Asl tutte le ricette mediche di preparazioni estemporanee a scopo dimagrante spedite nella loro farmacia; le aziende sanitarie, a loro volta, le trasmetteranno al dicastero che le recapiterà all’Istituto superiore. Il quale, infine, realizzerà a cadenza trimestrale una relazione sui rischi che tali preparazioni possono arrecare alla salute. Il medico che prescrive, infine, è tenuto a raccogliere il consenso informato del paziente al trattamento e deve riportare in ricetta indicazioni d’uso e motivazioni che spingono alla prescrizione estemporanea.

«Il nuovo decreto» è il commento della presidente di Federfarma nazionale, Annarosa Racca «riporta un po’ di chiarezza nel settore. Merito del lavoro portato avanti dal tavolo ministeriale, grazie allo spirito di collaborazione di tutti i suoi partecipanti, e del ministro Lorenzin che si è dimostrata ancora una volta sensibile ai problemi della farmacia». Il nuovo decreto entrerà in vigore il giorno stesso della pubblicazione in Gazzetta. (AS)

Notizie correlate

30/03/2017

Galenici dimagranti, intesa al tavolo del Ministero

Verrà “ridimensionato” il decreto ministeriale che, il 22 dicembre scorso, aveva vietato a medici e farmacisti la prescrizione e l’allestimento di preparazioni magistrali contenenti sertralina, buspirone e un’altra quarantina di sostanze. Ci penserà...
30/07/2015

Galenici dimagranti, dal Ministero “richiamo” a medici e farmacisti

Nella prescrizione e preparazione di galenici magistrali a scopo dimagrante, medici e farmacisti continuino a «osservare scrupolosamente la normativa vigente». E’ il richiamo contenuto nella nota diffusa lunedì dal ministero della Salute per rammentare obblighi e adempimenti cui sono tenute...

Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni