Edicola

Ddl concorrenza, Capezzone (Finanze): serviranno riscritture

04/07/2015 07:57:42
Il ddl concorrenza trascorrerà le vacanze nel tratto di strada che va dalle commissioni Finanze e Attività produttive, dove sarà votato entro i primi di agosto, e l’aula della Camera, dove comincerà a essere esaminato dalla seconda metà di settembre. E’ il calendario concordato dai gruppi parlamentari nella riunione congiunta organizzata giovedì dalle presidenze delle due commissioni: sul testo non ci saranno né accelerazioni né strappi, ma una ponderata riflessione che dovrà anche servire a riscrivere estesamente il ddl. E’ quanto riferisce a Filodiretto il presidente della commissione Finanze della Camera, Daniele Capezzone, che fa il punto sul percorso finora coperto dal disegno di legge.

Presidente, le Commissioni hanno terminato il loro giro di audizioni con categorie interessate e autorità competenti. Qual è il quadro che vi siete fatti?
Di certo emerge con evidenza che ci troviamo di fronte a un impianto tutt’altro che soddisfacente. A parte le assicurazioni, tutti i soggetti ascoltati hanno sollevato perplessità consistenti nei confronti del testo. E se è vero che ciascuno l’ha fatto per difendere i propri interessi, non credo che la maggioranza di Governo possa minimizzare le critiche definendole espressione di resistenze corporative e lobbistiche».

Quindi è certo che nelle commissioni il ddl subirà modifiche?
Nella riunione di giovedì abbiamo deciso di comune accordo di concederci qualche settimana in più di lavoro, perché è convinzione di tutti che il provvedimento vada estesamente rivisto. Serve una riflessione pacata e quindi non ci saranno né blitz né corse all’aula.

I tempi?
Il 13 luglio dovrebbe scattare la prima scadenza per la presentazione degli emendamenti. La definisco prima scadenza perché non è escluso che i relatori possano formulare un proprio pacchetto di emendamenti, nel qual caso daremmo un’altra settimana per consentire la presentazione dei cosiddetti sub-emendamenti. Il testo, di conseguenza, verrebbe licenziato dalle commissioni entro i primi giorni di agosto.

A parte le critiche di cui parlava, quali altre risultanze emergono dalle audizioni? In particolare, quali spunti ha tratto dalle consultazioni con le rappresentanze di farmacie e farmacisti?
Mi pare evidente che nessuno si oppone realisticamente alla direzione di marcia indicata dal ddl. Tuttavia, occorre fissare nel testo alcuni paletti molto chiari, sulla trasparenza degli assetti societari così come sul conflitto di interessi – tema molto caro alla sinistra – delle diverse componenti della filiera.

Nel corso di quelle audizioni, lei ha chiesto ripetutamente ai rappresentanti delle categorie che cosa pensassero di un’eventuale apertura “a tappe” al capitale…
Perché sono convinto che in cambiamenti di tale portata vadano sempre evitati strappi e frustate. Tra l’altro, sarà anche fondamentale interrogarsi se sul tema sia opportuno fare differenze tra le farmacie di una metropoli come Milano e quelle dei piccoli comuni.

Ma l’ipotesi di una transizione graduale è sua o viene condivisa da una buona parte delle Commissioni?
A parole un sì è facile da ottenere, ma è poi alla prova dei fatti che si fanno le valutazioni.

Ha detto che è convinzione di tutti i gruppi che il testo vada ampiamente riscritto. C’è dunque il rischio che possa essere recuperata la deregulation dei farmaci con ricetta?
A prescindere da come uno la pensi sul tema, considererei un eventuale recupero una forzatura poco opportuna. Voglio sperare che con tutte le critiche già piovute sul testo, la maggioranza non voglia allargare ulteriormente le fonti di conflittualità. Non vedo alcuna utilità nel rimettere in campo norme che non esercitano alcuna vera spinta sulla crescita e accrescono l’insofferenza delle categorie. Trovo emblematico il provvedimento sulle assicurazioni: anziché accrescere la competitività, si mettono a rischio di sopravvivenza 6-7mila officine di autocarrozzeria. Il Governo ha realmente bisogno di allargare lo scontento?

Visto che parla di Governo, quante probabilità ci sono che nell’iter l’esecutivo intervenga sul ddl con un maxiemendamento?
Anche questa è una cosa che potremo capire soltanto in corso d’opera. (AS)

Notizie correlate

28/09/2017

Concorrenza, Federfarma si mobilita per rimuovere ambiguità

Federfarma è pronta ad agire a tutti i livelli perché dalla Legge 124/2017 sulla concorrenza vengano rimosse le ambiguità e criticità che oggi la caratterizzano. Il che significherà, per il sindacato, promuovere ricorsi alla giustizia amministrativa...
06/09/2017

DDL concorrenza e farmacie indipendenti: si comincia a fare sul serio

Dopo il primo importante incontro, dello scorso 12 luglio, Federfarma e Federfarma Servizi hanno continuato a lavorare anche durante le ferie estive per mettere a punto un obiettivo comune e una visione condivisa per il futuro della farmacia indipendente a seguito dell’approvazione definitiva del cosiddetto DDL Concorrenza...
04/08/2017

Pagliacci (Sunifar): in rete contro il capitale, ma a pari condizioni

L’arrivo del capitale preoccupa le farmacie rurali quanto quelle urbane, ma l’abitudine alle avversità e a lavorare in un contesto di “frontiera” le aiuterà ad affrontare con successo anche questa sfida. Sono le parole con cui la presidente del Sunifar...
03/08/2017

Ddl concorrenza, Federfarma: “keep calm” e avanti

“Keep calm and carry on”, state tranquilli e andiamo avanti. E’ la frase che nel ’39, alla viglia della guerra, venne fatta stampare dal governo britannico su milioni di manifesti, da affiggere in tutta l’Inghilterra per evitare che la popolazione si facesse prendere dal panico...
02/08/2017

Approvato il DDL Concorrenza. Federfarma: ora al lavoro per gestire un cambiamento epocale

“Quando siamo arrivati alla dirigenza di Federfarma, a fine maggio di quest’anno, il DDL aveva già alle spalle un lungo iter parlamentare e, a mio avviso, le conseguenze di un siffatto provvedimento erano state sottovalutate, nonostante le grida di allarme di varie associazioni provinciali. Noi abbiamo subito motivato...

Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni