Edicola

Dl sanità: Regioni preoccupate per la sostenibilità delle misure

04/09/2012 17:36:57
Al termine della Conferenza delle Regioni e Province Autonome, riunita oggi in via straordinaria per esaminare il decreto legge recante “disposizioni urgenti per lo sviluppo e la tutela della salute", una nota informa che le Regioni non ravvisano “nell’ultimo testo reso disponibile soltanto oggi gli elementi di decretazione e di urgenza – strumento il cui utilizzo va limitato, come autorevolmente richiamato dallo stesso presidente della Repubblica – in quanto sono presenti aspetti normativi anche di dettaglio e di programmazione di competenza delle Regioni, mentre mancano le disposizioni su cui si era incentrato il confronto tra ministero della Salute e Regioni portata avanti questi giorni” tra cui l’utilizzo dei farmaci off label e fascicolo sanitario elettronico. Le Regioni evidenziano inoltre che “non sono stati recepiti molti emendamenti presentati dalle Regioni e da queste considerati irrinunciabili e dirimenti per la garanzia di un corretto rapporto istituzionale tra i due livelli di governo.”
Fonti di agenzia riferiscono che il provvedimento sarà comunque all’esame del Consiglio dei Ministri di domani, anche se restano da sciogliere alcuni nodi; il Consiglio dei Ministri potrebbe dare il via libera 'salvo intese' (ovvero su un testo suscettibile di modifiche) oppure stralciare alcune parti del provvedimento. Al momento l’ultima stesura del testo prevede il mantenimento della distanza minima di 200 metri tra farmacie, ivi comprese le modalità di misurazione.
Le Regioni, in una prima valutazione sulla bozza del decreto, si sono dichiarate favorevoli a mantenere il criterio della distanza minima, proponendone addirittura l’innalzamento da 200 a 300 metri. Le Regioni hanno poi proposto di incentivare la collaborazione tra medici e farmacie per realizzare nuovi servizi ad alta valenza socio-sanitaria e hanno chiesto la cancellazione della norma (art. 104 legge 1265/34) che, in deroga al quorum, consente di aprire una farmacia nelle frazioni dei comuni purché a 3.000 metri di distanza dalle altre sedi farmaceutiche.

Ultime notizie

16/07/2020

Dichiarazione Marco Cossolo, presidente Federfarma, su operazione Nas Bari

“Mi auguro che i farmacisti destinatari delle perquisizioni effettuate dai Carabinieri del NAS su incarico della Procura di Bari possano dimostrare la loro estraneità ai gravissimi fatti contestati. In caso contrario Federfarma, che condanna fermamente ogni comportamento illecito, è pronta a costituirsi parte civile negli eventuali processi che dovessero aprirsi nei confronti...
30/06/2020

Emendamento su distribuzione farmaci in farmacia. Federfarma: "Accolte istanze dei soggetti fragili e dei malati cronici"

Federfarma esprime massima soddisfazione per l’approvazione,  da parte della V Commissione Bilancio della Camera,  dell’emendamento  al cosiddetto Decreto Legge...
11/06/2020

Elezioni Federfarma e Sunifar: Cossolo confermato alla Presidenza di Federfarma, Petrosillo eletto Presidente Sunifar

Si sono svolte oggi - con ottimi risultati sia in termini di partecipazione dei delegati sia di funzionamento delle piattaforme utilizzate per le votazioni in forma telematica - le elezioni per il rinnovo dei vertici di Federfarma, la Federazione nazionale che rappresenta le farmacie private convenzionate con il SSN, e di Federfarma-Sunifar, che, all’interno...
01/06/2020

Dichiarazione del presidente Federfarma Marco Cossolo sull'audizione di Antonio Gaudioso in Commissione parlamentare

Federfarma accoglie con particolare favore le dichiarazioni del Segretario Generale di Cittadinanzattiva, Antonio Gaudioso, rese nel corso dell’audizione in Commissione parlamentare per la semplificazione nell’ambito dell’indagine conoscitiva sui servizi erogati dal Servizio Sanitario Nazionale...
01/06/2020

Dichiarazione del presidente Federfarma Marco Cossolo sull'acquisto del 70,77% del capitale di Farbanca da parte di Banca IFIS

Federfarma accoglie favorevolmente la comunicazione odierna sul completamento, con esito positivo, dell’acquisto del 70,77% del capitale di Farbanca  da parte di Banca IFIS. “L’avvenuta acquisizione di Farbanca da parte di Banca IFIS rappresenta sicuramente il viatico per la creazione, insieme a Credifarma, di un polo specializzato bancario del settore

Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni